Azioni Assicurazioni Generali crollano del 3.6%

Azioni-Generali-Assicurazioni

Crollo importante delle Azioni di Assicurazioni Generali SpA, in quanto il report del primo trimestre dell’azienda è stato appena reso pubblico, e ha mostrato che i profitti nello scorso trimestre sono crollati del 14%, dopo che i mercati azionari molto volatili e i tassi ai minimi storici, hanno eroso i profitti del colosso assicurativo del Bel Paese.

Il crollo di Generali.

Il crollo di Generali in borsa. Fonte Google

Generali ha dunque presentato in via ufficiale, i suoi primi dati sui profitti da quando è alla guida dell’azienda Philippe Donnet, ma il report non è andato così bene. I guadagni netti sono crollati a 588 milioni di euro, rispetto ai precedenti 671 milioni di dollari annunciati di soltanto un anno fa (stesso periodo trimestrale, ma nel 2015), i profitti operativi sono invece scesi del 12% a 1.16 miliardi di dollari.

Oltre all’impatto dei bassi tassi di interesse sulla redditività del business sulle assicurazioni vita dell’azienda, Generali ha affermato che ha avuto meno profitto sul suo portafoglio titoli rispetto al primo trimestre dello scorso anno, che era stato un periodo particolarmente redditizio per il gruppo.

Le condizioni di mercato relativamente deludenti, hanno pesato anche sulle prestazioni dell’unità di gestione capitali della compagnia assicurativa di Banca Generali SpA.

Generali ha avvertito che i mercati finanziari più in crisi del previsto hanno aumentato la pressione sulla gestione per trovare nuovi modi per ridurre i costi per raggiungere gli obiettivi prefissati in un piano di crescita di quattro anni che è stato annunciato un anno fa.

“Stiamo portando avanti un’analisi approfondita per capire dove possiamo generare ulteriori profitti, a causa delle condizioni di mercato che sono più difficili rispetto a quando abbiamo presentato il piano lo scorso anno”, ha detto Alberto Minali, CFO dell’azienda.

Le azioni di Generali sono scese più del 2% nei primi scambi alla Borsa di Milano, per poi arrivare fino al -3.6%.

L’assicuratore più grande del nostro paese sta scommettendo su una grande spinta commerciale in Europa, Asia e America Latina per migliorare il flusso di cassa, con guadagni da fornire ai suoi azionisti attraverso dividendi più generosi, invece di essere spesi per acquisizioni di altre aziende.

Generali ha affermato che, in uno scenario di bassi tassi di interesse continuerà a favorire un portafoglio di politiche meno sensibili ai tassi bassi e che assorbono meno capitale al suo ramo vita. Ricordiamo che l’attuale orientamento della politica della Banca centrale europea di Draghi, per quanto riguarda la zona euro, dove Generali esegue gran parte delle sue attività, comprende ovviamente tassi di interesse sotto lo zero e acquisti di obbligazioni su larga scala.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *