Borsa Italiana: ma perché sul sito c’è la pubblicità?

borsa italianaGli investitori interessati a giocare in Borsa hanno di solito la buona abitudine di informarsi prima di investire (almeno quelli che poi alla fine davvero guadagnano). Molti di questi investitori seguono Mercati24 e ne siamo davvero felici ma ancora di più, ovviamente, sono quelli che consultano quotidianamente il sito ufficiale di Borsa Italiana alla ricerca di notizie e guide all’investimento. Ed è proprio da questi investitori previdenti che ci è stata fatta una segnalazione piuttosto grave: il sito ufficiale di Borsa Italiana è intasato di pubblicità. Un sito che dovrebbe essere istituzionale e quindi neutro, invita gli investitori ad utilizzare questa o quella piattaforma per fare trading online.

E fin qui la cosa potrebbe anche essere accettabile:
in fondo Borsa Italia fa parte di un gruppo privato (che comprende anche la Borsa di Londra) e quindi è in qualche modo accettabile (ma bisogna essere proprio di larghe vedute) il fatto che guadagni ANCHE dalla pubblicità. La cosa però assolutamene inaccettabile è che su questo sito siano pubblicizzati broker che possono causare perdite addirittura superiori al capitale investito.

Questi broker nel tempo hanno causato danni enormi ai risparmiatori (basti pensare a quanto successo il giorno in cui la banca centrale svizzera staccò il franco dall’euro) ma continuano ad attirare i risparmiatori più ingenui. E in qualche modo sono anche legali, perché autorizzati CONSOB. Proprio per questo sono stati costretti a mettere bene in evidenza questa loro caratteristica spiacevole anche nei banner. Ma ovviamente i meno smaliziati non se ne rendono nemmeno conto, cliccano e possono entrare in un inferno in grado di bruciare i loro risparmi di una vita.

Noi di Mercati24 riteniamo inaccettabile che il sito ufficiale di Borsa Italiana contenga questo tipo di pubblicità e invitiamo la società a rimuovere immediatamente tutti i banner o, al massimo, a pubblicizzare broker che non presentano rischi eccessivi come Plus500 o 24option.

One Response to Borsa Italiana: ma perché sul sito c’è la pubblicità?

  1. Federica Mazzilli scrive:

    Francamente è uno schifo, non vado più sul sito di Borsa italiana proprio per questo motivo, Ma perché la consob non interviene?

    Sti broker con le perdite che possono eccedere il capitale saranno pure legali ma sono pericolosissimi, chi comincia a giocare in borsa per la prima volta potrebbe abboccare e perdere un sacco di soldi, più di quelli che aveva messo in conto di giocarsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *