Che cosa abbiamo imparato dalla caduta in borsa di Apple

Il recente selloff delle azioni di Apple Inc. è una cosa giustificabile o è semplicemente panico? Capire Apple richiede niente di più che un pò logica. È possibile macinare tutti i numeri che si desidera per la Mela Morsicata, ma si tratta di un fattore esterno che è fuori controllo di Apple.

apple

Nel terzo trimestre, le vendite nette sono salite alle stelle del 33% anno su anno a toccando i 49 miliardi di dollari, con gli iPhone 6 e i portatili Mac che hanno visto una forte domanda. L’utile netto è stato pari a a 10.7 miliardi contro $ 7,7 miliardi del trimestre dell’anno scorso. Il margine lordo è stato di 39,7% rispetto al 39,4% del quarto di un anno fa.

Plus500
Plus500 è la piattaforma perfetta per negoziare titoli Apple: clicca qui per cominciare subito

Per il trimestre in corso, Apple prevede un fatturato tra i 49 miliardi e i 51. Molti analisti stanno già affermando che questo numero sarà battuto. Essi citano due ragioni: uno, perché Apple batte sempre le aspettative, due, perché l’economia sta migliorando. Qui di seguito potrete leggere info su un fattore molto più importante.

Ma c’è anche un’altra questione spinosa per Apple, ovvero l’orologio da poco lanciato sul mercato, chiamato Apple Watch.

Apple Watch

L’Apple Watch è una storia a sé. Secondo il CEO di Apple Tim Cook, l’orologio di Apple ha superato le aspettative, nonostante l’offerta abbia superato la domanda. Però questo non torna molto come discorso. E’ più probabile che l’orologio Apple sia finora un successo, ma non è neanche lontanamente vicino al livello che Apple aveva sperato. L’Apple Watch rimane quindi un “mezzo fallimento”, anche se c’è ancora tanta strada da fare per l’orologio di Apple, che vedrà sicuramente nuovi aggiornamenti in futuro. E’ un settore talmente nuovo che c’è bisogno di tempo “per carburare, perfino per un’azienda come Apple.

La Cina e Apple

La Cina è dentro la più grande bolla economica mai vista, e ciò ha portato ad un crollo delle Borse senza precedenti.

Il primo crash delle azioni Cinesi ha portato ad un panico senza precedenti, alcuni investitori hanno addirittura venduto le loro case per compensare le perdite. Il Governo Cinese è al corrente che la Cina è davanti ad una spirale fuori controllo, ma sta comunque permettendo alle banche di aprire prestiti ai business in fallimento. Ma cosa succederà a queste banche quando arriverà il momento di ripagare questi debiti?

In tempo di crisi, i consumatori non comprano beni non propriamente essenziali quando l’economia sta crashando. Gran parte del capitale andrà verso i beni di prima necessità, e questo potrebbe essere un problema per Apple, dato che la Cina è il 21% dei profitti dell’azienda, e la crescita dei profitti per la Cina è stata del 112% nello scorso trimestre.

In conclusione

Apple rimane sempre un grande investimento a lungo termine, ma aprire una posizione long in questo momento potrebbe portare alcuni rischi,

2 Responses to Che cosa abbiamo imparato dalla caduta in borsa di Apple

  1. Daria Lorenzi scrive:

    Tim Cook dovrebbe dedicarsi alla sua vera passione (i ragazzi gay) e lasciar stare un compito che è molto più grande di lui. Sta lentamente portando alla rovina una grande compagnia ed è davvero un peccato

  2. iSchifo scrive:

    A me stanno sulle p***e questi gasati di Apple. Ma chi si credono di essere per vendere computer di 2 anni fa a 2000 euro e telefoni patacca a 1000? E’ ovvio che una strategia del genere è destinata a collassare, in quanto la gente non ha più soldi e quei pochi soldi che ha li investe nelle opzioni binarie, che gli permettono di guadagnare qualche soldo. Con Apple è come buttare via i soldi! SVEGLIA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *