Come impostare i ritracciamenti di Fibonacci Parte 1

Ritracciamenti Fibonacci

I ritracciamenti e le estensioni di Fibonacci sono sicuramente uno strumento che vi può aiutare non poco con il trading di tutti i giorni. I ritracciamenti e le estensioni di Fibonacci fanno parte della grande famiglia dell’analisi tecnica, e servono essenzialmente per prevedere il futuro, e attraverso questo articolo vi spiegheremo perché.

Ritracciamenti di Fibonacci: che cosa sono? Leggi questo articolo per scoprire il mondo dei ritracciamenti di Fibonacci, poi inizia pure a leggere qua sotto, per scoprire come impostare i ritracciamenti di Fibonacci.

Cosa vedo con Fibonacci?

L’analisi dei ritracciamenti e delle estensioni di Fibonacci ci permette di vedere dei supporti e delle resistenze che l’occhio umano non può vedere, in quanto questi valori vengono creati con il cosiddetto Golden Ratio, ovvero la sezione aurea.


Ti piace fare trading? Clicca qui e apri subito il tuo conto su 24option, il successo è garantito

Dove trovo Fibonacci?

L’analisi di Fibonacci che è disponibile in gran parte dei servizi di trading offerti dai broker, offre già questi livelli, che funzionano come normali livelli di supporto e resistenza ma che vengono però originati in base ad antiche proporzioni matematiche, più che massimi o minimi nei grafici.

La matematica di Fibonacci evidenzia la proporzionalità, catturando l’essenza della bellezza e confezionandola in una serie di rapporti che possono definire conchiglie, fiori e anche la struttura del volto delle belle attrici di Hollywood. Nelle sue applicazioni di mercato, Fibonacci misura il comportamento della folla e la volontà di acquistare o vendere titoli a livelli di rintracciamento chiave. Fibonacci identifica anche le zone di inversione chiave e le fasce di prezzo strette dove i trend di mercato dovrebbero perdere slancio e spostarsi in un trading range, in massimi o minimi.

Strategie Fibonacci

Sono presenti numerosissime strategie di trading con Fibonacci, tutte molto profittevoli. Ma è necessario imparare subito a piazzare correttamente l’indicatore, per evitare di fare errori madornali e magari di perdere confidenza con questo indicatore tecnico molto potente.

A volte Fibonacci non funziona sempre alla prima, e quindi tra parte dei traders lascia perdere questo indicatore tecnico, in favore di altri più facili e familiari.

Ma è proprio qui che la persistenza, l’impegno e la precisione possono generare dei segnali di trading che ci permetteranno di far soldi senza problemi nel tempo.

Come si usa Fibonacci

Si utilizza solitamente una griglia di ritracciamento FIBO per analizzare un pullback, un’inversione, delle correzioni e altre price action all’interno delle gamme rialziste primarie e all’interno dei movimenti ribassisti. Si utilizza invece una griglia di estensione per misurare quanto possa andare lontano un trend rialzista oppure se un trend ribassista può rischiare di portare il prezzo al di là di un livello di breakout. Questa analisi costituisce la base per stabilire obiettivi di prezzo tecnici e zone di uscita redditizie.

Ci rivediamo alla prossima seconda parte, dove analizzeremo come utilizzare in pratica i livelli di fibonacci: Ritracciamenti di Fibonacci Parte 2

Sommario Articolo
Nome articolo
Come impostare i ritracciamenti di Fibonacci Parte 1
Descrizione
Come si fa per impostare i ritracciamenti di Fibonacci Parte 1, clicca qua per scoprirlo.
Autore
Nome editore
Mercati24.com
Logo editore

One Response to Come impostare i ritracciamenti di Fibonacci Parte 1

  1. Comara Tatulli scrive:

    Articolo molto buono, finalmente ho capito che cosa sono questi benedetti fibonacci che tutti nominano sempre ma nessuno spiega mai. Adesso so come funzionano i ritracciamenti di Fibonacci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *