Come impostare i ritracciamenti di Fibonacci Parte 2

Fibonacci

Cari amici lettori, benvenuti al nostro secondo appuntamento di “Come impostare i ritracciamenti di Fibonacci”. Nel primo appuntamento della nostra micro-guida, composta da articoli che si leggono in poco più di due minuti, abbiamo parlato di:

– Caratteristiche e curiosità di Fibonacci
– Che cosa sono i ritracciamenti e le estensioni di Fibonacci
– Dove vengono utilizzati i ritracciamenti e le estensioni di Fibonacci

Potete trovare la prima parte della guida qui: Ritracciamenti di Fibonacci.

Plus500
Se vuoi guadagnare con il trading online, clicca qui e apri il tuo conto su Plus500!

Oggi invece ci concentreremo sul “lato pratico” dell’analisi di Fibonacci. Adesso che avete un’infarinatura di base del mondo di Fibonacci, sarà per voi possibile iniziare a fare un trading sicuro, profittevole e sostenibile.

Impostare la griglia dei ritracciamenti

Ci vogliono non poche qualità per poter impostare la celeberrima griglia di Fibonacci. Molti pensano di saperla impostare correttamente, quando in realtà sbagliano, finendo per scegliere livelli errati che mettono in serio pericolo la profittabilità della strategia, incoraggiandoci dunque a vendere o comprare a livelli di prezzo che non hanno praticamente senso.

Non si tratta di tirare una linea sul massimo verso il minimo, così sarebbe troppo facile, così lo sanno fare tutti. Il processo in realtà è molto più complesso. La griglia va piazzata su più trend, con i livelli successivi che dovranno essere piazzati in timeframe più lunghi e corti, affinché catturano i range di prezzo che potrebbero entrare in gioco durante l’apertura della posizione.

Iniziamo, dunque. Partiamo subito con il pattern settimanale, cercando di trovare il più lungo uptrend o downtrend. Piazza quindi una griglia di FIBO (la trovi negli indicatori tecnici di qualsiasi webtrader di qualsiasi broker CFD come Plus500, eToro e tutti gli altri che consigliamo) dal minimo verso il massimo di un uptrend, oppure dal massimo verso il minimo di un downtrend. Imposta che la griglia visualizzi i livelli .382, .50 .618 e il livello di .786. .382, .50 .618 sono livelli di compressione, dove il prezzo può rimbalzare, mentre il 786 è il supportone/resistenza, e se rotto potrebbe significare un importante cambio di trend sul grafico.

Adesso inizia a piazzare le griglie per i timeframe più corti, come quello giornaliero, seguendo le medesime accortezze appena spiegate. Quando avrai completato questa operazione, il tuo grafico mostrerà una serie di griglie, con linee che sono allineate o non allineate. Quelle allineate significa che sono supporti e resistenze armoniche, luoghi dove i trend possono finire. Quelle non allineate sono invece luoghi di incertezza, dove le forze in conflitto diminuiscono le nostre capacità predittive.

Appuntamento alla terza parte della nostra micro-guida su tutto quello che è Fibonacci! Una micro-guida composta da articoli che si leggono in poco più di due minuti. Speriamo vivamente che vi sia piaciuta questa seconda parte di “Come impostare i ritracciamenti di Fibonacci” e vi
possiamo assicurare che la prossima sarà ancora più avvincente!

Ma si guadagna sempre se si utilizzano le strategie giuste? Chi ha seguito questo mini corso sui ritracciamenti di Fibonacci ha garanzia di guadagnare sui mercati finanziari? No, ci sono anche altri fattori. Prendiamo ad esempio la scelta del forex broker: senza un broker autorizzato e regolamentato CONSOB, con bonus alto e spread convenienti è impossibile guadagnare sui mercati, anche se si conosce a perfezione tutta la teoria alla base del trading online!

Continua adesso la lettura, con la terza ed ultima parte della nostra mini-guida: Come impostare i ritracciamenti di Fibonacci Parte 3

3 Responses to Come impostare i ritracciamenti di Fibonacci Parte 2

  1. Peppa scrive:

    Grazie per avermi finalmente fatto capire cosa sono i ritracciamenti di Fibonaccia. 2 anni fa ho fatto un corso (costo 1.200 euro anticipati) dove per 3 giorni mi hanno ripetuto Fibonacci. Non ho capito nulla e infatti poi non ho ancora cominciato a fare trading online. E a proposito del corso, quando ho chiesto il rimborso dopo il primo giorno (come da condizioni contrattuali) mi hanno letteralmente mandato a fanculo 😀

    • Ivan Rossi scrive:

      Fate attenzione con questi corsi, non solo sono inutili e costosi ma sono anche pericolosi perché mettono in testa alla gente molti concetti sbagliati. Imparate a camminare con le vostre gambe che è meglio!

  2. luca scrive:

    Dove trovo Fibonacci su pluss 500?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *