Dal 1 dicembre parte il processo tributario on line

processo tributario online

Le regioni dell’Umbria e della Toscana faranno da apripista alla nascita del processo tributario on line. Dal 1 dicembre queste due regioni permettono infatti di accedere al sistema informativo della Giustizia Tributaria, i S.I.Gi.T attraverso il portale dedicato www.giustiziatributaria.gov.it e gli utenti possono quindi disporre di tutti gli atti direttamente on line.

L’accesso al portale è riservato alle parti che sono interessate ai ricorsi presso le commissioni tributarie. Grazie al servizio offerto, è possibile usufruire del sistema di dematerializzazione degli atti, ovvero può avere luogo il deposito telematico di tutti gli atti e di tutti i documenti processuali. Si tratta di una manovra di snellimento interessante e lungimirante, che da un lato mira ad evitare l’accumulo cartaceo delle pratiche e dall’altro permette ai professionisti quali i giudici tributari, i professionisti, gli enti e gli stessi contribuenti di poter consultare direttamente da casa o dal proprio ufficio gli atti relativi al contenzioso nel quale sono implicati. Il ricorso può quindi essere gestito a distanza, con un beneficio che si rivela importante in termini pratici ma che può avere ripercussioni positive anche per quanto riguarda la durata del processo stesso.

All’avvio del nuovo sistema, il ministro dell’economia Padoan ha sottolineato la bontà del sistema digitale come leva per amplificare i benefici stabiliti nelle riforme governative. Impiegare gli strumenti telematici, da parte dei professionisti e dei contribuenti, non permette solo di snellire le lunghe pratiche burocratiche, ma si propone come una possibilità di migliorare la gestione dei contenziosi e di ogni fase relativa alla gestione dei tributi.

Chi trarrà maggiore beneficio dal processo tributario on line? Sicuramente tutti gli attori che sono coinvolti nel processo tributario, quindi i giudici, i contribuenti, le commissioni, i professionisti, gli enti impositori, gli agenti e la stessa società di riscossione. Velocità e semplicità sono le parole d’ordine di questa manovra, alle quali si aggiunge un minore costo di organizzazione, che una volta esteso a tutto il paese può permettere di risparmiare tante risorse economiche a fronte di un beneficio comune. La data prevista per l’estensione del processo tributario a tutta la penisola è la fine del 2016, perché dopo la prima fase limitata alla prova in Toscana e in Umbria, il sistema diventerà appannaggio di tutte le regioni e lo Stato prevede che esso diventi pienamente operativo e quindi irreversibile nell’arco di tempo di due anni.

Insomma, con qualunqe modo voi guadagnate soldi, con il forex o con il lavoro, sappiate che i soldi non sono vostri, sono dello Stato. Che adesso ha anche un modo in più per venirveli a prendere.

One Response to Dal 1 dicembre parte il processo tributario on line

  1. Davide Conti scrive:

    Che farsa! Ma che cosa vogliono di più, ci hanno tolto tutto, hanno messo tasse anche sull’aria che respiriamo. Che cosa vogliono di più?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *