E’ etico guadagnare soldi con i mercati finanziari?

speculare

Guadagnare soldi con i mercati finanziari è lecito? Speculare è peccato? Purtroppo nella nostra cultura i soldi sono visti come qualcosa di sporco, quindi chi decide di speculare in Borsa o su qualunque altro mercato finanziario per guadagnare soldi facili è un peccatore. Perché i soldi sono necessari alla vita di tutti i giorni, ma devono essere guadagnati con la sofferenza e il sudore della fronte.

In effetti speculare non è una cosa cattiva. E non è una cosa buona. E’ semplicemente un modo per ottenere dei vantaggi economici, relativamente facili, grazie ai movimenti dei mercati finanziari. Di solito si pensa che la speculazione abbia effetti negativi su interi popoli che secondo la vulgata sarebbero ridotti alla fame. Tutte falsità. La speculazione colpisce ed evidenzia le fragilità economiche ma è normale che sia così. Proprio grazie alla speculazione si raggiunge un’allocazione più razionale delle risorse e quindi si incentiva la crescita economica.

I governi temono la speculazione proprio perché colpisce le fragilità economiche e finanziarie. Queste fragilità sono di solito frutto delle politiche di panem et circenses che i governi dispensano per acquistare consenso politico. Ecco quindi che la speculazione colpisce direttamente la fonte del potere della maggior parte dei politici al mondo ed è additata, dai media sussidiati, come il male assoluto. Per curiosità, notiamo che quando la speculazione scommette su un Paese, i governi preferiscono parlare (in modo trionfale) di investimenti esteri che arrivano per le loro politiche. Quando invece le cose vanno male e i mercati ne prendono atto, allora quelli che erano investitori ritornano a essere semplici speculatori.

Facciamo una precisazione: quando parliamo di speculazione ci riferiamo a chi fa trading o investimenti speculativi utilizzando denaro pulito e non frutto di attività criminosa. E’ ovvio che quando il trading è un modo per riciclare denaro sporco, come ha appurato l’inchiesta Iwbank la nostra condanna è senza appello.

In tutti gli altri casi, invece, quando i soldi che si usano per fare trading online sono posseduti in modo legittimo e sono state pagate tutte le tasse secondo la normativa della legislazione di residenza, non abbiamo nulla da dire.

Speculare significa rischiare

Chi specula, rischia. Qualunque sia il metodo utilizzato, gli altissimi rendimenti che la speculazione garantisce sono sempre collegati ad un alto livello di rischio. I nemici dei soldi guadagnati sui mercati vanno a fasi alterne. In una fase accusano gli speculatori di rovinare le persone, in un’altra in un moto di altruismo senza precedenti, si preoccupano delle potenziali perdite degli speculatori e quindi mettono in guardia, ad esempio, contro il trading online. Ma perché questi buoni samaritani non si occupano dei loro problemi personali?

Giusto per fare un esempio concreto, visto che papa Francesco si diletta spesso di finanza, speculazione ed economia (per condannarla in tutte le forme che non siano peronismo / chavismo / comunismo) perché non si occupa invece della dilagante pedofilia nella chiesa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *