Ecco le città più care del mondo

città care

Uno studio recente ha stabilito quali sono le città più care del mondo, in base anche ai salari medi dei lavoratori. Un esempio su tutti: a Nairobi servono ben tre ore di salario prima di poter entrare in un fast food e comprare un hamburger. Per un lavoratore di Hong Kong, invece, bastano appena 9 minuti di lavoro; mentre a Roma e a Milano ne occorrono 18. E perpotersi permettere uno smartphone, il divario è ancora più grande.

Queste abissali differenze sul costo della vita si trovano all’interno del rapporto Ubs su “prezzi, salari, costo della vita” delle principali 71 metropoli del mondo, calcolati su un paniere di 122 beni e servizi. Il rapporto Ubs è pubblicato ogni tre anni dal 1971 e da esso si possono comprendere stili, comportamenti, consumi e anche qualità della vita delle grandi città. Scopriamo allora che le città più care del mondo, negli ultimi tre anni, sono diventate New York (ed è una conferma), Ginevra e Zurigo. Questo si spiega con la decisione della Svizzera di sganciarsi dall’euro: di conseguenza, il franco si è apprezzato sulla moneta unica, avendo come conseguenza un aumento del costo della vita e dei salari.

E’ cambiato, negli ultimi tre anni, anche il rapporto tra le due metropoli italiane prese in esame dallo studio: Milano – forse trainata anche dall’effetto Expo – ha infatti superato Roma. Milano risulta più cara del 16 per cento e si installa al 13.o posto assoluto nella classifica globale.

Rispetto a tre anni fa, segnaliamo tra i cambiamenti anche il balzo di Hong Kong che ha beneficiato – almeno fino a poche settimane fa – della crescita dell’economia cinese: sono di conseguenza aumentati i salari, ma anche il costo della vita, e in modo esorbitante. L’ex colonia britannica è ora al sesto posto assoluto tra le metropoli più care. La città meno cara invece è Kiev.

Caro-vita e salari, molto spesso, tendono a coincidere. Chi ha i salari più bassi, vive a Nairobi, Giacarta e Kiev: in media in queste tre metropoli gli stipendi valgono circa un quinto della busta paga media pagata a Zurigo.

Se confrontiamo Italia e Germania, però, vediamo che secondo il rapporto Ubs “i salari medi nelle principali città tedesche sono superiori a Milano e Roma di oltre il 10 per cento siu base lorda. Ma su base netta, la differenza raddoppia per via di contributi e tasse più elevate, mentre il costo della vita è comparabile, se non addirittura inferiore alla Germania”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *