Eurogruppo, Padoan: “rapporti con l’UE sono migliorati”, Moscovici: “per l’Italia ci sono margini di flessibilità”, ma Fitch taglia la crescita italiana all’1%

Eurogruppo Padoan

Il clima con la Commissione “è sicuramente migliorato, ma era buono anche prima e ci sono molte cose concrete su cui stiamo lavorando insieme”, queste le parole del ministro dell’Economia PierCarlo Padoan al suo arrivo all’Eurogruppo di Bruxelles. I segnali di distensione tra il governo di Roma e l’Unione – dopo le tensioni dei mesi scorsi, culminate con la diatriba verbale tra Renzi e Junker – sono confermati anche dal Commissario agli Affari economici Pierre Moscovici secondo cui “Sono in contatto permanente con Padoan, c’è un certo grado di flessibilità di cui l’Italia puó beneficiare, ci sono delle regole da rispettare, cerchiamo un accordo in modo attivo, la visita di Juncker a Roma ha portato a un nuovo clima ma una cosa è il clima un’altra è la sostanza e a volte è differente”.

Hai mai pensato di ottenere ottimi profitti extra con il trading binario? Se non l’hai fatto, dovresti iniziare prendere questa opportunità in considerazione. Le opzioni binarie sono uno strumento d’investimento molto semplice, e se da una parte questa caratteristica rende molto più facile l’approccio ai principianti, dall’altra porta spesso molti a sottovalutarne i rischi connessi ad ogni attività di trading. Per operare con sicurezza e successo con le opzioni binarie, avrai prima di tutto bisogno di registrarti ad un broker regolamentato CONSOB che abbia a cuore la tutela dei tuoi soldi nonché la tua educazione finanziaria. Operare avendo alle spalle una solida conoscenza delle nozioni fondamentali del trading incrementerà esponenzialmente le tue chance di profitto. Se stai cercando un broker così Iq Option è il broker che fa per te. Provalo subito qui.

Per quanto riguarda gli aspetti più economici, Padoan ha aggiunto: “stiamo aspettando il via libera definitivo sulla flessibilità, mi sembra che ci sia il riconoscimento che il debito si è stabilizzato e che comincerà a scendere e che ci sono alcuni margini di aggiustamento che andranno sfruttati”. Il ministro dell’Economia italiano non si dice preoccupato per la lettera che la Commissione potrebbe inviare al governo italiano (e agli altri governi non in linea con gli obiettivi di medio termine, nda) riguardo agli squilibri macroeconomici; “fa parte delle procedure standard, quindi non sono preoccupato, me lo aspettavo”.

Indiscrezioni di stampa anticipano che nella lettera che Bruxelles potrebbe recapitare al governo Renzi la Commissione dovrebbe valutare gli squilibri macroeconomici italiani come “eccessivi” ma non tale da attivare una procedura formale. L’Italia continuerà, però, ad essere sottoposta al monitoraggio specifico e le sarà chiesto di adottare delle politiche volte alla riduzione di questi squilibri, debito pubblico in primis.

FITCH RIVEDE AL RIBASSO LA CRESCITA ITALIANA

Di segno opposto le osservazioni che arrivano dall’agenzia di racing Fitch che nell’aggiornamento del Global Economic Outlook taglia la stima di crescita italiana dall’1,3% all’1% per il 2016 e dall’1,5% all’1,3% per l’anno prossimo. Gli esperti dell’Agenzia spiegano che “il rallentamento riflette per lo più il peggioramento delle condizioni esterne” ma aggiungono anche che la crescita italiana continuerà ad essere trainata dai consumi interni per la debolezza degl’investimenti e della performance dell’export, che continuerà ad essere un freno per la ripresa.

Le stime di Fitch sono peggiori di quelle del governo che, in attesa delle probabili correzioni con l’aggiornamento del Def, danno ancora al crescita all’1,6%. Sono peggiori anche rispetto a quelle della Commissione che danno la crescita del Pil italiano all’1,4%, mentre sono in linea con quelle dell’Ocse.

One Response to Eurogruppo, Padoan: “rapporti con l’UE sono migliorati”, Moscovici: “per l’Italia ci sono margini di flessibilità”, ma Fitch taglia la crescita italiana all’1%

  1. Licio scrive:

    E menomale che quel merdaiolo di Renzi aveva detto che eravano in crescita! VERGOGNA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *