Guadagnare facendo il “Reseller” di sneakers: il caso delle Adidas Yeezy

Adidas-Yeezy-Boost-350-Reseller-Mercato-Domanda-Offerta

Questa è ovviamente una storia vera, non sono un appassionato di sneakers, cioè mi piacciono ok, sono un trader ed analista, ma non sono certamente uno di quei patiti che vanno a fare la coda nei negozi di Nike, Adidas, Asics e tutte le altre sneakers “trendy” che tanto vanno di moda oggi. L’altro giorno ero a Milano, ed ho notato tornando alla metro, che da Foot Locker c’era una fila strana… Quella fila si è dimostrata essere una fila per le cosiddette sneakers o meglio “scarpe da ginnastica” (gli sneakerheads mi odieranno dopo questo, ma la realtà è che pur sempre scarpe da ginnastica/basket sono) più chiacchierate del momento: le Yeezy Boost 350 Black by Kanye West. Ma prima di parlare di questo devo fare un passo indietro, devo parlare del business delle sneakers.

Il Business delle Sneakers

Noi “persone normali” siamo abituati ad un prezzo fisso per un paio di scarpe, che magari dopo qualche anno potrebbe calare di qualche decina di euro. Non siamo certamente soliti comprare un paio di scarpe per il solo motivo che queste scarpe sono, essenzialmente come tutte le altre, ma vengono prodotte in quantità limitata.
Ecco, il business dei cosiddetti “Reseller” (ovvero quelli che rivendono su eBay o su siti appositi, a prezzi surreali, le sneaker comprate a prezzo retail) delle sneakers gravita proprio intorno al fattore della scarsità che noi che conosciamo grazie al mondo della finanza: domanda ed offerta (mercato).

domanda e offerta

P è il prezzo del prodotto che è determinato dall’equilibrio tra le due curve della domanda D e dell’offerta S. Nel grafico riusciamo a vedere l’effetto di una crescita della curva di domanda da D1 a D2, dove quindi sia il prezzo sia la quantità che viene venduta aumenta.

Il mercato delle sneakers, è principalmente basato su una cosa chiamata Hype, ovvero la promozione che innesca il desiderio dei cosiddetti “Sneakerheads”, le persone che comprano le scarpe perché sono dei veri appassionati di scarpe.

Quindi, nel mercato delle sneakers, abbiamo da una parte gli sneakerheads, che comprano a cifre assurde le scarpe, e dall’altra i reseller, che si sbattono andando in giro per negozi fisici e online a cercare di aggiudicarsi le scarpe in edizione limitata da rivendere con guadagni spesso e volentieri superiori al 1000%.

La soluzione sarebbe quindi quella di produrre in maniera maggiore quel modello di sneaker, ma il produttore sa bene che l’eccesso di offerta fa calare all’improvviso il desiderio degli appassionati.

Siamo quindi di fronte, da un punto di vista economico, ad un mercato iperinflazionato, dove l’appassionato è disposto a comprare un paio di scarpe anche a 10 volte il prezzo retail in edizione limitata.

Come si comprano un paio di sneakers in edizione limitata retail?

Per quanto riguarda la mia esperienza al momento, che è soltanto con le Adidas Yeezy Boost 350, è praticamente impossibile riuscire ad accaparrarsi un paio di scarpe del genere in edizione limitata al prezzo retail. Vengono indette delle registrazioni direttamente nel negozio, e soltanto una piccola percentuale di partecipanti riuscirà ad essere estratta, per poter poi comprare le scarpe super-rare ad un prezzo “umano”, in questo caso 200 euro. In parole povere, per pagare, devi vincere. Siamo quindi in un mondo dove le normali regole del mondo reale sono completamente ribaltate.

Tornando alla fila da Foot Locker

Ok, vedo la fila, vedo il cartellone #YeezyBoost350, già sapevo più o meno cosa erano le Yeezy, e quindi mi accodo per registrarmi all’estrazione. Foot Locker non mi ha quindi né confermato il numero di paia di scarpe disponibili, né il numero di persone che verranno estratte, né il prezzo che dovranno pagare quelli che vinceranno, nulla. Mi chiedono tutti i miei dati, e poi anche la mia ragazza (in preda al cosiddetto hype, dopo aver visto decine di persone in fila) decide di registrarsi, anche se in realtà non gli piace il modello (forse per farmi avere una possibilità in più di vincere, o perché vuole “vincere” lei?).

In fila c’erano ragazzi e ragazze (più ragazzi a dire la verità), molto probabilmente in maggioranza dei Reseller, completamente disinteressati al modello di scarpa ma interessati soltanto al profitto che ci si può ricavare. Dei trader, quindi.

Proprio per questo ho deciso di fare questo articolo: perché ho visto in loro me stesso, un trader ed un analista, ovvero una persona che guarda ed osserva il mercato, per poi entrare al momento giusto ed uscire altrettanto al momento giusto.
E mi ha fatto riflettere quanto sia importante e stimolante il mondo dei mercati, ma anche l’educazione finanziaria in generale, che può essere applicata in tutto, anche in questo mestiere del Reseller.

Yeezy Boost 350 eBay Prezzo

Ecco la stessa scarpa, comprata ad un prezzo retail di 200 euro, che viene poi rivenduta ad oltre 1500 euro su eBay. Da notare che già 4 delle 6 disponibili sono già state vendute. La domanda è quindi altissima, la disponibilità poca e quindi i prezzi sono iperinflazionati.

Qualcuno tra quei Reseller AKA Trader vincerà, e potrà rivendere un paio di scarpe che hanno un prezzo di listino di circa 200 euro, a 1000-2000 euro su eBay (quindi con guadagni che possono arrivare anche al 1000%), facendosi un vero e proprio stipendio nel giro di qualche minuto. Basta solo un investimento iniziale, e tecnica ed abilità, proprio come nel trading. Proprio come con Plus500, il miglior broker online.

Scopri Plus500

plus500
Iscrivetevi quindi a Plus500, per applicare questa lezione di vita ai mercati finanziari come faccio io. Iniziate a fare trading, a prendere al volo le opportunità. Comprate ciò che è vantaggioso, e vendete quello che è sopravvalutato. Oggi è possibile con il mondo dei CFD, basta un computer e una connessione, e se state leggendo questo articolo, siete già attrezzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *