I Non-Farm Payrolls aumentano le possibilità di un innalzamento dei tassi d’interesse

Venerdì doveva essere una giornata molto calda, ma le coppie non si sono mosse poi così tanto, questo perché i dati sono stati misti e in questi mesi estivi, i volumi sono molto più bassi.

Plus500
Plus500 è il miglior broker per trading forex: clicca qui per aprire subito un conto di trading


Venerdì scorso ci sono stati i NFP
, ed è stato il main event di tutta la settimana. Questo dato è stato molto importante per dare un’idea ai traders dei mercati finanziari su dove fosse diretta l’economia americana, a sopratutto per far capire alla Federal Reserve se è il momento o meno per un possibile innalzamento dei tassi d’interesse.

E’ stato un dato molto importante per dare una direzione a numerose coppie forex, metalli preziosi, tassi d’interesse e indici.

Il dato sul lavoro non è stato però poi così tanto positivo. Il report sul lavoro ha mostrato che i Libri Paga non Agricoli sono stati soltanto 215 mila, ben al di sotto rispetto alla stima di 222 mila, ma comunque sempre dentro al range di trading. I mercati hanno però reagito in maniera strana, hanno reagito comunque positivamente, credendo quindi che la Fed possa comunque iniziare ad innalzare il tasso d’interesse già da settembre.

Inoltre, il tasso di disoccupazione è rimasto invariato al 5.3 percento e gli stipendi medi orari sono cresciuti modestamente dello 0.2 percento, oppure 2.1 % su una base annuale.

Anche se la reazione iniziale ha suggerito che la Fed potrebbe essere pronta a fare il grande passo
, ci sono ancora alcuni investitori che ritengono che la banca centrale vuole essere sicura prima di fare una mossa così importante, quindi potrebbe saltare un rialzo dei tassi nel mese di settembre, sulle speranze che i mercati del lavoro continuino a mostrare un miglioramento. Sulla base di questa valutazione, le probabilità di un aumento dei tassi di settembre si è spostato al 55 per cento, dal 47 per cento prima del rapporto del lavoro, e il primo rialzo dei tassi completo è previsto nel mese di dicembre.

Alcuni investitori ritengono che la Fed stia dando più peso sui salari piuttosto che sul numero dei libri paga. Se è vero, allora forse dovremo aspettare oltre il mese di settembre. Inoltre, la banca centrale potrebbe anche considerare l’inflazione al consumo nell’equazione per innalzare i tassi. Intanto ecco le coppie come si stanno comportando:

EUR/USD
1.0969
0.0044
0.40%

USD/JPY
124.210
-0.4900
-0.39%

GBP/USD
1.5495
-0.0020
-0.13%

USD/CHF
0.9832
0.0024
0.24%

EUR/CHF
1.0785
0.0070
0.65%

AUD/USD
0.7419
0.0073
0.99%

One Response to I Non-Farm Payrolls aumentano le possibilità di un innalzamento dei tassi d’interesse

  1. Damiano Mendossa scrive:

    Io venerdì ho guadagnato 2500 euro in pochi minuti (il tempo in cui mia moglie preparava il pranzo) poi ho chiuso tutte le posizioni per godermi il pranzo, perché quando mi alzo del computer voglio stare libero di pensieri…comunque un ottimo momento mi posso godere ancora di più l’estate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *