Il meteo fa alzare i prezzi delle materie prime energetiche

Freddo-sui-mercati

Il mondo inizia a mettersi “la coperta” in quanto i primi “veri freddi invernali” stanno iniziando ad arrivare, e ovviamente con l’arrivo del primo meteo rigido, i consumi delle materie prime energetiche aumentano a dismisura, e quindi anche i prezzi. Questo aspetto cattura ovviamente l’attenzione di noi, investitori, che siamo sempre sul pezzo per carpire le logiche di un mercato che è meno complicato di quanto ci si aspetti.

C’è stata un’inversione di trend nell’ultimo periodo, in quanto i prezzi del petrolio sono protagonisti in questi ultimi tempi dei discorsi della Fed, e più in generale, dell’attenzione del mercato. I mercati azionari, le materie prime e le valute stanno rispondendo ai su e giù dell’oro nero.

plus500
Il miglior modo di investire nelle commodities? Aprire un conto su Plus500 cliccando qui. Ottima piattaforma, autorizzata e regolamentata, con elevato bonus gratuito. Piattaforma gratis e senza commissioni.

Indipendentemente dai titoli di prima pagina, i livelli di produzione e le quote e i rumors rimangono sul fatto che le scorte globali di petrolio sono sovraccariche e ci vorranno anni per utilizzare i materiali di consumo attuali. Un recente rapporto proveniente dall’OPEC ha indicato che il settore energetico non potrà tornare ad una posizione “normale” fino al 2020. La produzione mondiale di petrolio di quest’anno ha superato la domanda di 2 milioni di barili al giorno, a volte. Nel 2016, l’Iran prevede di aggiungere le sue esportazioni al mix dopo che le sanzioni occidentali sul suo petrolio verranno rimosse.

“L’Iran si prepara ad inondare il mercato con 500.000 barili al giorno mentre diverse settimane di sanzioni verranno eliminate”, ha osservato Ole Hansen, che è uno stratega di Saxo Bank.

Schermata 2015-12-30 alle 11.18.09

Questa mattina il petrolio, ha subito un grave caduta restituendo i guadagni di ieri, in quanto i commercianti cominciano a cadere in un pattern giornaliero. Il petrolio greggio è scambiato a 37., giù di quasi 100 centesimi e il petrolio Brent è giù 28 centesimi a 37.33. L’azione a sorpresa nel settore energetico è stata l’impennata del prezzo del gas naturale, che solo una settimana fa era vicino a un minimo di 20 anni sotto il livello di 2 $. Questo gas naturale stamani è scambiato a 2.336, in rialzo di 20 punti mentre gli Stati Uniti “iniziano ad avere freddo”.
I prezzi del petrolio sono saliti del 3 per cento recuperando la perdita del giorno precedente, in quanto il meteo più freddo ha incoraggiato gli acquirenti, ma i commercianti hanno affermato che i prezzi sono rimasti sotto pressione a causa di un rallentamento della domanda mondiale e rifornimenti abbondanti provenienti dai membri dell’OPEC. Dopo l’insediamento, il gruppo industriale “American Petroleum Institute” (API) ha registrato un aumento settimanale di quasi 3 milioni di barili nelle scorte di greggio, ma non il pareggio atteso da molti analisti e commercianti.

One Response to Il meteo fa alzare i prezzi delle materie prime energetiche

  1. MammaMrx scrive:

    Prospettive di guadagno con il petrolio davvero entusiasmanti. Sono queste le notizie che ti riscaldano il cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *