Il Petrolio ha da poco toccato il suo minimo degli ultimi 12 anni

Brent

Se da un lato il S&P500 ha toccato il suo livello più basso negli ultimi 14 mesi, il Petrolio sta facendo di peggio: infatti il Petrolio ha da poco toccato il suo minimo degli ultimi 12 anni. Il crollo del prezzo del Petrolio si è enormemente intensificato negli ultimi mesi, portando l’oro nero addirittura al di sotto dei 30 dollari, un livello chiave, che è stato distrutto grazie all’eccesso di offerta, e una domanda che è sempre più in calo, in un mercato inflazionato

plus500
Plus500 è la migliore piattaforma per fare trading online di petrolio. Plus500 è autorizzato e regolamento dalla Financial Conduct Authority e da CONSOB in Italia. Offre un bonus omaggio a tutti coloro che aprono un conto, anche senza deposito. Sono previsti bonus ulteriori per tutti coloro che effettuano un depositano. Plus500 è un broker Cfd e applica degli spread davvero convenienti. La piattaforma mette a disposizione molti asset oltre al petrolio, tutte le principali materie prime, azioni e valute forex.

Per aprire subito il tuo conto gratuito, clicca qui

Il Brent è infatti crollato ad un nuovo minimo degli ultimi 12 anni, in quanto sui mercati è arrivato il pericolo per quanto concerne la produzione da parte dell’Iran, che dovrebbe aumentare e che sta causando non pochi grattacapi per quanto concerne la crescita economica globale.

Il Brent ha toccato il suo minimo degli ultimi 12 anni

Il prezzo del brent è quindi crollato addirittura al di sotto di 29.70, il livello più basso dal Febbraio 2004, in calo di oltre dell’1.5%.

Il petrolio degli Stati Uniti è scambiato ad un prezzo molto alto rispetto al brent, e ciò riflette il fatto che il punto di riferimento mondiale sta prendendo potenzialmente più greggio dall’Iran, che deve scontare varie sanzioni imposte al paese per il suo programma nucleare, sanzioni che verranno già rimosse durante la giornata di venerdì.

E’ stata la seconda volta in due giorni per il Brent, che è sceso al di sotto dei 30 $ al barile, dopo che il WTI è sceso sotto tale prezzo martedì scorso, prima di recuperare alcune delle perdite.

«Forse il livello dei 30 dollari o anche leggermente al ribasso potrebbe essere una sorta di “piano terra”, ma ciò che viene detto in realtà conta davvero poco in termini di positività”, ha affermato Ben le Brun, analista di mercato presso OptionsXpress a Sydney.

“Il resto delle notizie sono state decisamente negative per il petrolio”, ha affermato Le Brun, indicando che i dati ufficiali sulle scorte degli Stati Uniti sono in fase di ribasso.

I dati mostrano che le scorte di greggio sono aumentate di 234.000 barili la scorsa settimana, molto meno rispetto alle aspettative, ma ciò è stato oscurato dalla notizia che 8,4 milioni di barili di benzina sono stati creati, e oltre 6 milioni di distillati sono stati fatti, e ciò comprende anche il gasolio e il petrolio utilizzato nelle case per il riscaldamento.

“Il ritorno dell’Iran è praticamente imminente”, ha affermato Barclays in una nota di ricerca giovedì. “La fornitura Non-OPEC è inferiore, anche se le regolazioni non sono quasi sufficienti per riequilibrare la situazione, dato il peggioramento delle prospettive di domanda e una maggiore fornitura OPEC.”

Investire sul petrolio

Plus500
E’ arrivato il momento di guadagnare con il petrolio: clicca qui e apri subito il tuo conto con Plus500. E’ il miglior broker per trading online di materie prime, azioni e forex. Bonus elevati e spread convenienti rendono il trading molto profittevole.

One Response to Il Petrolio ha da poco toccato il suo minimo degli ultimi 12 anni

  1. Simone Righini scrive:

    Che bello andare al ribasso sul petrolio e fare soldi facili. Non è solo per i soldi, e anche perché il fatto che sceicchi e dittatori nemici dell’Occidente stiano perdendo la loro fonte di ingresso ti fa godere a prescindere. E andare al ribasso e fare soldi godendo non ha prezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *