Investire nel futuro di Intel

Intel-Azioni-Investire

 

Attraverso il broker Plus500 è possibile investire nelle azioni di Intel, a zero commissioni e godendo di una feature molto richiesta: i dividendi. Non si erano mai visti i dividendi su un broker CFD, ma grazie alla sponsorship con l’Atletico Madrid, gli investimenti di grosse banche ed Hedge Fund, hanno permesso al broker Plus500 di diventare il primo broker con più alta crescita al mondo.

Quello di cui però vorremmo parlarvi oggi, non è Plus500 (se volete registrarvi al broker, cliccate qua) ma dell’andamento di Intel, e perché potrebbe essere un investimento interessante per il futuro. L’azienda è infatti nel bel mezzo di una profonda ristrutturazione, e anche i titoli azionari ne hanno risentito, ma quello che è al momento più interessante, è quello che l’azienda ha in mente di fare nei prossimi anni.

Le azioni di Intel sono crollate durante questa settimana di trading, di circa il 3% al ribasso, dopo che nella sessione afterhour di martedì scorso, l’azienda ha rivelato alcune news che promettono di rivoluzionare l’azienda: in meglio o peggio ancora non lo sappiamo.

Intel ha affermato che il primo trimestre dell’anno è stato deludente, e non ha rispettato le aspettative, annunciando inoltre un licenziamento di oltre 12 mila persone, che sono all’incirca l’11% della forza lavoro totale.

I tagli al personale dunque, dovrebbero permettere all’azienda di risparmiare all’incirca 1.4 miliardi di dollari annualmente, e permettere allo stesso tempo di riallocare risorse in aree dalla crescita ben più alta. Intel ha affermato che saranno necessari 1.2 miliardi di dollari per la ristrutturazione.

“Queste manovre a lungo termine, permetteranno ad Intel di diventare il leader per il mondo “smart e connesso”; il CEO di Intel Brian Krzanich ha scritto in una nota ai suoi dipendenti “sono fiducioso che emergeremo come un’azienda ancora più produttiva”.

La società ha affermato che i licenziamenti, dovrebbero essere completati entro la metà del 2017, e richiederanno “una combinazione di partenze volontarie e involontarie e una rivalutazione dei programmi”, secondo il comunicato stampa. Intel ha inoltre annunciato che il Chief Financial Officer (CFO, Amministratore Delegato) Stacy Smith si trasferirà in un nuovo ruolo di primo piano nel settore vendite, ed i segmenti di produzione e le operazioni della società inizieranno immediatamente una ricerca per il suo successore.

Intel ha, tuttavia, superato le previsioni degli analisti per quanto concerne gli utili per azione del primo trimestre. Per il trimestre che si è concluso il 31 marzo, l’azienda ha invece guadagnato 54 centesimi per azione, segnando aumento annuale del 20% anno su anno, superando le aspettative degli analisti di 48 centesimi per azione.

In termini di guidance, la società prevede ricavi per il trimestre in corso, che terminerà il 30 giugno, per arrivare ad essere sul livello di 13.5 miliardi di dollari – con un’oscillazione pari a 500 milioni di $. Ciò implica un aumento di circa il 2% anno su anno. In sostanza, Intel tagliato la sua previsione per l’intero anno a una crescita media dopo aver previsto una crescita medio/alta a singola cifra. Un bel cambiamento, e una profonda ristrutturazione, permetteranno ad Intel di tagliare molti posti di lavoro, ma è una fase necessaria per permettere all’azienda di ripartire di nuovo al meglio.

Come investire nelle azioni di Intel

Investire nelle azioni di Intel, non è mai stato così semplice con il broker Plus500, che permette di contrattare i CFD di Intel, godendo però anche dei dividendi esclusivi che vengono forniti a tutti gli azionisti maggiori di Intel. Adesso, se volete fare trading con le azioni di Intel, non c’è niente di più semplice che registrarsi sul broker Plus500! Il broker Plus500 è regolamentato dalla CONSOB, sponsor ufficiale dell’Atletico Madrid, e scelto da milioni di utenti ogni giorno. Vediamo quindi insieme alcune delle caratteristiche del broker Plus500:

  1. Bonus di 25 euro gratis: con il broker Plus500 è possibile investire nelle azioni di Intel in maniera completamente gratuita, se vi registrete oggi, vi verranno infatti accreditati ben 25 euro gratuiti, soldi veri che potrete usare per fare trading sul broker, per fare trading con le azioni di Intel, oppure con qualsiasi altra azienda (su Plus500 sono presenti, praticamente tutte le azioni al mondo).
  2. Broker regolato CONSOB: un broker regolato CONSOB, significa un broker legale in Italia, fondi che si possono depositare e prelevare istantaneamente, supporto clienti primo al mondo.
  3. 3. Piattaforma facile da usare: basta un click su “Compra”, per investire in azioni Intel, è molto semplice e tutti possono farlo. Clicca qua per iniziare a fare trading con le azioni Intel >>
Alcune delle piattaforme presenti su Plus500

Alcune delle piattaforme presenti su Plus500

Clicca qua per saperne di più sul trading con Plus500 >>

Conclusioni finali

Intel è quindi apparentemente in difficoltà, in quanto le azioni di Intel sono cadute dell’8% finora durante quest’anno, a fronte di un aumento del 2% nel (SPX) indice S&P 500. Nei giorni che hanno preceduto l’ufficializzazione dei guadagni, gli investitori si aspettavano che questo sarebbe stato un trimestre positivo per Intel, in particolare grazie alle voci che affermavano che Intel avrebbe vinto la gara per essere il chip negli iPhone di Apple, Inc. (AAPL), in sostituzione da quelli fatti da Qualcomm Inc. (QCOM). Dato l’ottimismo, questo più recente annuncio ha probabilmente sorpreso e preoccupato molti investitori. Tuttavia, la direzione presa da Intel è quella giusta, il mercato si sta evolvendo, e nonostante Intel sia stata una gloriosa società, protagonista nella costruzione di microprocessori da ormai diverse decine di anni, presente su gran parte dei computer, l’industria si sta evolvendo, e sempre più persone stanno preferendo il mobile. Infatti, il mercato di Intel non è attualmente presente nè negli smartphone e tablet iOS nè su gran parte degli Android “che contano”.

Il processore di iPhone è fatto da Samsung e TSMC, non da Intel.

Il processore di iPhone è fatto da Samsung e TSMC, non da Intel.

Intel, deve quindi cambiare “veste”, iniziando ad essere più orientata verso la tecnologia di domani, e non possiamo negare che si tratta di tecnologia dell’Internet of Things, dove tutti gli oggetti saranno connessi a internet, e quindi anche tra di loro. La fetta, attualmente più importante della torta, è quella degli smartphone, e se Intel vorrà essere leader del settore, dovrà almeno essere presente costruendo il chip o per iPhone o per uno dei principali dispositivi Android. Ne ha le potenzialità, e i rumors che vedono Intel sempre più vicina ad essere i costruttore del processore principale del prossimo iPhone 7, non fanno altro che migliorare le rosee previsioni per questa azienda, che magari è in difficoltà adesso, ma che rappresenta un’indimenticabile opportunità d’investimento per il domani, grazie anche ai prezzi “scontati” di oggi:

Azioni-Intel-Andamento

Investi oggi nelle azioni Intel >>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *