Investire oggi

investire oggiInvestire oggi con profitto, contenendo i rischi e senza necessità di un capitale elevato è possibile? Viviamo in un mondo in perenne crisi economica e finanziaria e trovare la soluzione per investire oggi non è facile. I tanti casi dei risparmiatori italiani truffati (l’ultimo la terribile vicenda di Banca Marche, Banca Etruria, CariFerrara e CariChieti che ha distrutto i risparmi di una vita di tante persone) farebbero pensare che in Italia sia impossibile investire con sicurezza.

Non è vero: è possibile investire e guadagnare soldi, anche oggi. Ma bisogna stare molto attenti e soprattutto bisogna imparare a muoversi in autonomia. Non tutti siamo esperti di finanza, è vero, ma non è afffatto difficile muoversi sui mercati finanziari. La cosa davvero è importante è imparare a operare solo con i migliori partner e usando le migliori piattaforme.

Da cosa nascono i disastri finanziari che colpiscono i singoli investitori? Sostanzialmente, dal fatto di fidarsi in modo cieco di professionisti come promotori finanziari e dipendenti di banca. Il termine professionisti, nella stragrande maggioranza dei casi, non sarebbe adatto. Meglio sarebbe utilizzare la parola lestofanti. Queste persone hanno interessi propri che sono esattamente in conflitto di interessi con quelli dell’investitori. Chi si fida di queste persone è destinato a perdere soldi nella stragrande maggioranza dei casi. E quando va bene, a vedere i propri profitti falcidiati di commissioni elevatissime e ingiustificate.

Investire oggi consigli

Come si esce da questa situazione? Ricordando il vecchio detto: chi fa da sè fa per tre.

Non importa qual è lo strumento tecnico che si desidera utilizzare per investire, bisogna imparare a pensare con la propria testa. Per questo motivo molti esperti consigliano di cominciare a fare trading online. Il trading online è una forma di investimento particolarmente renumerativo (può generare molti soldi) ma comporta dei rischi. Nessuno consiglia di investire il 100% del proprio capitale in trading online (sarebbe pura pazzia), anzi è consigliabile iniziare anche con somme davvero basse. La maggior parte dei trader inizia con meno di 1.000 euro.

Perché è così importante fare trading online?

Fare trading online significa sfruttare le oscillazioni dei mercati finanziari per guadagnare soldi, spesso molti soldi. Si può fare trading su forex, azioni, materie prime, obbligazioni. Il trading online può generare profitti elevati ma non è questa la ragione per cui è consigliabile cominciare a operare direttamente sui mercati. La ragione principale sta nel fatto che facendo trading direttamente sui mercati finanziari si diventa consapevoli di cosa significa investire. Fare trading online significa dedicare tempo allo studio, alla scelta della piattaforma, all’analisi dei mercati e poi al trading stesso. Chi fa trading impara a prendersi le proprie responsabilità subito, senza delegare ad altri.

Con il tempo si può arrivare a ottenere profitti davvero molto elevati ma non è questo il punto importante. La cosa davvero incredibile è che si evitano fregature e si ottengono elevati profitti anche dagli altri investimenti che non sono trading. Perché? Il segreto è imparare a ragionare con la propria testa.

Per chi vuole cominciare a fare trading online, suggeriamo di scegliere una delle piattaforme che abbiamo inserito nella nostra classifica delle migliori piattaforme di trading (clicca qui per la classifica).

Si tratta di piattaforme eccellenti, tutte gratuite e senza commissioni, con autorizzazione e regolamentazione da parte di CONSOB. Tra di esse troviamo 24option, che è considerata da molti trader come la migliore: ad esempio offre dei rendimenti molto elevati e un bonus del 100% sui depositi. In pratica, per ogni euro depositato si riceve in regalo un altro euro che può essere utilizzato per fare trading sui mercati ma che non può essere prelevato.

Per fare trading con 24option clicca qui.

Un’altra piattaforma che segnaliamo è IqOption. Il bello di IqOption è che si può cominciare a fare trading online con solo 10 euro di capitale iniziale. Si tratta, evidentemente, di un modo per sperimentare il trading finanziario senza rischiare praticamente nulla. IqOption si segnala per essere anche davvero facile e intuitiva, praticamente perfetta per tutti, anche per i principianti più assoluti.

Per fare trading con IqOption clicca qui.

plus500

Per chi, infine, vuole provare una piattaforma veramente professionale, consigliamo
Plus500. Si tratta di una piattaforma leggermente più complessa da utilizzare rispetto alle prime due che abbiamo presentato ma in grado di offrire un’esperienza di trading davvero completa.

Per fare trading con Plus500 clicca qui.

Investire oggi obbligazioni

Abbiamo già detto che il trading online ha finalità (anche) didattiche ma può generare un ottimo profitto. In ogni caso, quando si investe non si può mai puntare tutto il proprio denaro in una sola tipologia. La diversificazione è uno dei segreti del successo. Da notare che molti dei truffati da Banca Marche, Banca Etruria, CariFerrara e CariChieti lamentano di aver perso il frutto dei risparmi di una vita intera. Se avessero seguito questa semplice regola di diversificazione, avrebbero evitato di perdere tutto.

Tra gli investimenti considerati tradizionalmente più sicuri c’è quello in obbligazioni. Ha senso investire oggi in obbligazioni? Sì, le obbligazioni sono ancora un ottimo asset su cui puntare una parte anche considerevole del proprio patrimonio ma non tutto. Un primo punto per avere succeso quando si investe con le obbligazioni è evitare categoricamente di farsi consigliare dalla propria banca o da un consulete finanziario. Chi fa da sè, fa per tre. Può costare un po’ di tempo, ma è possibile selezionare le obbligazioni su cui puntare informandosi in modo autonomo, ad esempio usufruendo delle tante risorse disponibili gratuitamente in rete.

Prima di investire in obbligazioni bancarie, bisogna sempre tenere a mente la nuova disciplina del bail-in: purtroppo significa che gli investitori in obbligazioni rischiano i loro soldi in caso di problemi della banca. In nessun caso si consiglia di investire in obbligazioni bancarie subordinate: se una banca si riduce ad emettere obbligazioni subordinate, che costano di più in termini di servizio del debito, vuol dire che è in cattive acque patrimoniali e quindi si rischia un pesantissimo bail-in.

Investire oggi in BTP

investire in btpPer decenni, gli italiani hanno investito in Buoni del Tesoro Pluriennali. Ma ancora senso investire ogggi in BTP? La domanda è complessa e non possiamo certo dare una risposta univoca: è una scelta che ciascun investitore deve fare ma tenendo conto di alcuni fattori. Il primo fattore è che, attualmente, a causa della politica monetaria messa in atto dalla BCE di Mario Draghi, i tassi di interesse pagati sui BTP anche decennali sono veramente molto bassi. Quando la politica di QE avrà termine (o sarà solo allentata) i tassi di interesse saliranno e, di conseguenza, i BTP perderanno molto del loro valore (a meno che non si tengano fino a scadenza, ovviamente).

Inoltre, è necessario considerare lo stato disastrato delle finanze pubbliche italiane, l’assenza della volontà di fare riforme economiche serie, l’alta pressione fiscale che opprime i pochi imprenditori rimasti. Insomma, le condizioni non sono delle migliori e non è impossibile un default dello Stato Italiano. Sarebbe una catastrofe per tutto il mondo (pesiamo ancora parecchio a livello economico) ma per chi ha sottoscritto BTP sarebbe una perdita secca.

Per chi vuole andare sul sicuro, la scelta ottimale è quella di puntare ai titoli di stato tedeschi e prossimamente USA nel caso di una presidenza repubblicana che possa rimettere in ordine i conti lasciati in disordine dalla presidenza Obama. Per chi invece va alla ricerca di rendimenti più elevati, si può puntare si paesi emergenti che presentano un rischio similare a quello italiano ma che pagano decisamente di più.

Nel caso di investimenti in titoli di stato fuori dall’area Euro bisogna considerare anche il rischio di cambio. Questo vale ovviamente anche se si decide di investire in obbligazioni.

Investire oggi in immobili

investire oggi immobiliPer decenni (forse per secoli) l’investimento per eccellenza degli italiani è stato nel mattone. Poi è arrivata la crisi, che ha ridotto notevolmente il patrimonio di milioni di italiani perché i valori immobiliari sono crollati. Bisogna abbandonare l’investimento in immobili? Assolutamente no, ma bisogna stare attenti. Primo, non si deve mai venir meno al principio della diversificazione, quindi non si può investire tutto il patrimonio in immobili. L’altro giorno parlavo con un piccolo imprenditore spagnolo che, negli anni del boom immobiliare, ha pensato bene di investire i suoi profitti in immobili, con l’idea che al momento di andare in pensione li avrebbe venduti per ottenere le risorse per mantenere un tenore di vita elevato. Poi è arrivata la crisi (in Spagna si è sentita di più che in Italia, soprattutto per chi ha comprato ai massimi) e i valori immobiliari sonos scesi molto. Risultato? Malgrado problemi di salute non indifferenti, deve continuare a lavorare per mantenere un tenore di vita elevato. Il suo errore? Aver puntato tutto sugli immobili.

Se poi ci manteniamo nel contesto italiano, bisogna considerare che la ripresa per il nostro paese è sempre più lontana. Inoltre, lo stato di assoluta inefficienza della nostra Giustizia e le leggi troppo favorevoli all’inquilino, rendono l’affitto un’incognita troppo grande per rischiare il proprio capitale in investimenti immobiliari in Italia. Per farla breve, se l’inquilino decide di non pagare più l’affitto, è praticamente impossibile mandarlo via. Non possiamo dimenticare nemmeno l’elevatissima pressione fiscale che grava sugli immobili del nostro paese.

Probabilmente chi ha deciso di investire in immobili dovrebbe provare a guardare in altre aree del mondo, dove magari ci possono essere condizioni migliori dal punto di vista giuridico ed economico.

Investire in azioni

Investire oggi in azioni è molto complesso se si punta a fare investimenti sul lungo periodo. Comprare azioni oggi, con un grande crollo alle porte (crollo di cui si parla sommessamente in tutte le sale operative del mondo) è un vero e proprio azzardo. Molto meglio fare trading online sulle azioni, comprando e vendendo a seconda delle tendenze del momento. Ancora meglio, utilizzando piattaforme come 24option o Plus500 è possibile fare trading di strumenti derivati aventi come sottostante le azioni. In questo modo è sufficiente prevedere qual è il trend del mercato per guadagnare.

Per fare un esempio, se decido di investire oggi su ENEL e compro direttamente l’azione ENEL, guadagno solo nel caso in cui le azioni aumentino di valore. Se sottoscrivo un’opzione binaria con 24option o un CFD con Plus500 avente come sottostante l’azione ENEL, guadagno sempre, sia quando il valore dell’azione ENEL aumenta sia quando scende, a patto di effettuare una previsione corretta sul trend di mercato.

Come investire oggi

Dopo questo articolo possiamo dire che i segreti fondamentli per investire soldi e avere successo sono:

  • Diversificazione
  • Utilizzo di strumenti adeguati
  • Consapevolezza
  • Autonomia

Investire soldi non è facile e può essere rischioso ma sicuramente sul lungo periodo si ottengono profitti più elevati se si evita di farsi consigliare da bancari o promotori finanziari alla ricerca di commissioni. Se Obbigliazioni, Finanza, Borse, Economia sono termini difficili per te, non farti spaventare. Se dedichi un po’ di tempo allo studio, se hai la consapevolezza che ce la puoi fare anche da solo, potrai evitare di cadere vittima della prossima grande truffa che finirà sui giornali. Oppure delle tante piccole truffe perpetrate dalle banche e dai consulenti finanziari italiani.

5 Responses to Investire oggi

  1. Marco Colaprico scrive:

    Una guida all’investimento così completa e interessante non la leggevo da tempo. Viviamo in tempi difficili, in cui il risparmio di una vita (e anche di più generazioni) è caccia grossa per lo stato e per i lestofanti vestiti da bancari e consulenti finanziari, gente in giacca e cravatta che però ha l’unico intenzione di rapinarti il più velocemente possibile dei tuoi risparmi. Provare a guadagnare qualcosa dai propri soldi è un’impresa, i vostri consigli sono ottimi.

    Faccio trading da molti anni e ne ottengo buoni profitti ma per la prima volta mi avete fatto pensare, con il vostro articolo, al grandissimo valore didattico che il trading online ha. Didattico e aggiungerei anche psicologico perché ti fa capire che puoi essere fabbro del tuo destino finanziario.

    Bene anche le piattaforme che avete suggerito, io uso Plus500 perché sono affezionato ai CFD ma penso che prima o poi mi deciderò a provare anche le opzioni binarie di cui tutti dicono un gran bene.

  2. Dora Rossi scrive:

    Chi fa da se fa per tre.

    E’ lo slogan che dovrebbe guidare ogni persona nella gestione dei propri investimenti. Purtroppo si tende troppo a delegare, finendo nelle mani di truffatori. Il 99% di coloro che lavorano allo sportello di una banca se ne fregano altamente dei clienti, anche quando sono amici. A loro interessa solo incassare laute commissioni e fanno di tutto per piazzare prodotti rischiosissimi.

    Il che non sarebbe un male in sé, a patto di valutare il profilo dell’investitore e garantire un’adeguata remunerazione del rischio. Invece questi investimenti rischiosi (vedi obbligazioni subordinate bancarie) rendono poco rispetto al rischio implicito e sono piazzate anche presso un pubblico totalmente non indicato con metodi da gatto e la volpe. La maggior parte dei pensionati che hanno perso soldi con le obbligazioni subordinate di banca Etruria non sapevano nemmeno quello che stavano firmando, erano stati chiamati in filiale per firmare delle carte, tutto qui. Avevano firmato senza nemmeno leggere. Altro che profilo MIFID.

    Questo lo dico per esperienza di ex bancaria, visto che mi sono dimessa anni fa, disgustata da questo andazzo e dopo aver subito per un paio di anni il mobbing estremo dei colleghi della FISAC che invece vanno fieri di questo tipo di operazioni.

    Adesso sono una investitrice indipendente, mi occupo di trading online ma anche qualche volta di compravendita immobiliare. Guadagno più soldi, sto più tempo con la mia famiglia ma soprattutto mi addormento senza problemi la sera.

  3. Pino Forlì scrive:

    IqOption è stato per me una grandissima sorpresa. Ho cominciato a operare con 50 euro, non mi fidavo del trading online, non pensavo fosse per me. E invece mi sono stupito di quanto sia facile fare trading. Non sono soldi facili: è vero che si guadagna, ma bisogna dedicare del tempo per iniziare a fare bei soldi. In pratica il trading online non è solo un investimento in termini monetari (anzi i soldi che servono sono pochini in fondo) ma in termini di tempo.

  4. SaraOP scrive:

    Il mestiere di consulente finanziario è diventato ormai una sorta di surrogato del truffatore seriale di professione. Non so chi abbia ancora il coraggio di fidarsi delle parola di un consulente o promotore finanziario. Io li tengo a debita distanza (anche a colpi di calci in culo se necessario) ma a pensarci bene potrebbero essere un ottimo modo per generare in automatico segnali di investimento vincenti. Si potrebbe interpellare un promotore, chiedendo pareri su vari tipologie di investimento, e poi puntare solo e soltanto a quelle che il promotore sconsiglia. Vuoi vedere che così si possono guadagnare un sacco di soldi?

  5. Alessio Cavalieri scrive:

    Utile e interessante guida, oggi diventare un investitore non è più una scelta ma un obbligo, gestire i propri risparmi deve essere una attività contemporanea quella lavorativa.
    Le banche non rappresentano più la roccaforte dei risparmi, i promotori finanziari non sono altro che venditori di prodotti finanziari spazzatura per arricchire le banche e gonfiare le proprie provvigioni.
    Le alternative sono diventare esperti di finanza e trading e gestire i propri soldi oppure finanziare business e partecipare agli utili condivisi.
    Ma non tutti hanno le possibilità o il tempo di formarsi e quindi occorre scegliere comunque come fare lavorare i propri soldi.
    Il crowdfunding é un fenomeno che sta portando grossi risultati, privati finanziatori che ottengono profitti condivisi da imprese che hanno business innovativi e sostenibili ,questa sarà la nuova strada per chi vuole proteggere e ottenere rendite dai propri capitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *