IronFx, il broker che non paga

ironfx

Moltissimi lettori ci stanno scrivendo a proposito di IronFx chiedendoci la nostra opinione e segnalandoci problemi. Su Mercati24 abbiamo una regola molto precisa: parlare esclusivamente dei broker che ci piacciono e infatti fino ad oggi non abbiamo mai parlato di IronFx e non abbiamo mai consigliato di utilizzarlo. E, come sempre, abbiamo fatto bene perché abbiamo veramente a cuore l’interesse dei nostri lettori investori.

Che cosa sta succedendo ad IronFx? Perché così tanti trader stanno cominciando ad avere paura di questo broker? Diciamo subito che la situazione di IronFx, in questo momento, non è rosea. Ci sono migliaia di clienti che hanno richiesto di prelevare i soldi presenti sul conto e non vengono soddisfatti. Si stima che le richieste di prelievo non evase siano tra i 100 e i 200 milioni di euro.

In pratica questo broker finanziario sembra essere davvero sull’orlo della bancarotta e pare che molti trader ci rimetteranno le penne. C’è da dire anche che questi trader che adesso piangono sul latte versato avrebbero potuto scegliere un broker affidabile e sicuro come Plus500 (clicca qui per il sito) o come 24fx (clicca qui per il sito). Scegliendo broker affidabili e sicuri, infatti, non si rischia di rimanere con il cerino in mano e con i soldi bloccati sul conto di trading in maniera indefinita.

IronFx withdrawal problem

Il broker IronFx è stato per anni un broker famoso, con decine di migliaia di clienti e centinaia di milioni di euro gestiti. IronFx è arrivato anche a sponsorizzare la squadra di calcio del Barcellona. Poi però qualcosa è successo. Il 15 gennaio 2015 la Banca Centrale Svizzera annunciò a sorpresa di voler sganciare il franco svizzero dall’Euro.

Fu una decisione inaspettata e con conseguenze drammatiche: l’apprezzamento repentino del franco svizzero causò perdite ingenti a molti trader e anche a molti broker. C’è da dire che i broker seri non furono colpiti da questo evento, anzi. Plus500, per fare un esempio, annunciò addirittura un picco dei profitti in relazione a proprio a questo evento.

Ancora una volta si dimostra che la scelta del broker è un fattore determinante per tutti quei trader che vogliono veramente guadagnare soldi operando sui mercati. Il broker conta più della strategia di trading che si adotta: in fondo a che serve guadagnare tanti soldi se poi non si possono prelevare?

Abbiamo intitolato questo paragrafo IronFx withdrawal problem perché dopo il terremoto sui mercati per la decisione della Banca Centrale Svizzera, IronFx ha cominciato a rendere i prelievi più difficili. In pratica a molti trader che richiedevano di effettuare il prelievo veniva risposto che il prelievo era negato e il conto bloccato perché erano state effettuate operazioni di trading irregolari.

Tutti i trader hanno ricevuto la stessa comunicazione. La cosa interessante è che la comunicazione non conteneva nessuna indicazione delle operazioni di trading irregolari. Un’accusa vaga.

Il problema è così diffuso che IronFx withdrawal problem è diventata una delle ricerche più eseguite su Google relativamente a IronFx.

Ironfx opinioni

A questo punto non possiamo certo tirarci indietro: secondo noi scegliere un broker come IronFx non è una buona idea. Non è un caso che non lo abbiamo mai incluso nelle nostre classifiche dei migliori broker. Purtroppo IronFx non garantisce il livello di affidabilità e sicurezza di broker come Plus500 o 24fx, broker che hanno dimostrato negli anni di pagare i loro clienti, sempre e comunque.

Ma non basta: Plus500 e 24fx hanno anche una struttura patrimoniale ben più solida rispetto a IronFx e quindi potenzialmente in grado di resistere a qualunque tipo di tempesta finanziaria. Per concludere, ricordiamo che Plus500 è anche quotato alla Borsa di Londra: un indice in più dell’immensa solidità di Plus500.

Purtroppo le recensioni che si possono trovare di IronFx confermano la nostra opinione: non è un buon broker per operare sui mercati finanziari. Certo ci sono anche recensioni positive ma sono recensioni tipicamente comprate, scritte su commissione di IronFx.

IronFx: rivolgersi alla CONSOB?

Che cosa possono fare coloro che si trovano intrappolati con i loro soldi nella maglia di IronFx? Il primo passo è probabilmente quello di rivolgersi ad un buon avvocato e inoltrare una comunicazione formale a IronFx, chiedendo l’immediata restituzione dell’intero contenuto del conto. E’ opportuno inviare copia della comunicazione anche alla CONSOB in modo che la commissione di controllo possa far partire anche una sua indagine e possa, se ce ne sono gli estremi, bloccare l’operatività di IronFx.

La CONSOB avrebbe dovuto agire con maggior celerità in questo caso
, anche tenuto conto che le notizie sui problemi in fase di prelevamento di IronFx sono noti da sempre.

In effetti anche i trader che si sono iscritti a IronFx hanno sbagliato: attirati da un marketing talvolta aggressivo, basato su spread bassi e bonus elevati, hanno aperto il conto di trading sul broker sbagliato. Il risultato, purtroppo, è l’impossibilità di prelevare il capitale depositato.

IronFx recensioni

Per completare il quadro delle recensioni di IronFx riportiamo alcuni commenti apparsi in rete recentemente a proposito del broker IronFx:


Per quanto la balla dei “bonus abuser” (clienti ai quali sono stati bloccati i denari perché avrebbero abusato delle promozioni), consiglio inanzitutto la lettura del provvedimento con cui l’organo di controllo cipriota CySEC ha inflitto nel novembre 2015 una multa pesantissima (quasi il massimo) a IronFx. In questa decisione la CySEC non fa alcuna menzione di abusi da parte di clienti, sebbene abbia investigato i conti di IronFx per mesi. Se la CySEC avesse constatato abusi da parte dei clienti, credete che non lo avrebbe scritto nel provvedimento? Invece la multa viene motivata con gravissime infrazioni di legge da parte di IronFx, fa cui l’infrazione della norma che proibisce l’uso dei fondi dei clienti a scopi aziendali (articolo 18(2)j, citato al 5° capoverso).

IronFx ha deluso talmente tanti clienti che è stata addirittura fatta un’interrogazione al parlamento europeo:

Per quanto riguarda la balla del “gruppetto” (sembra che i clienti con i fondi bloccati siano una dozzina, invece sono migliaia), si veda l’interrogazione del Parlamento Europeo alla Commissione UE, con tanto di risposta http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?type=WQ&reference=P-2016-005279&format=XML&language=EN

Sia nella domanda che nella risposta, questi organi ufficiali parlano di un numero di reclami dell’ordine delle migliaia. Sappiamo che la ESMA ha aperto un fascicolo sulla questione e potrebbe proibire l’attività di IronFx in Europa da un momento all’altro.

Tra l’altro IronFx ha affermato anche di volersi quotare sul NASDAQ ma le cose non sono semplici. Anzi.

Per quanto riguarda la balla della “quotazione al Nasdaq” , proprio dai documenti presentati alla SEC (da leggere tutti e con attenzione) risulta che il 27 maggio 2016 IronFx ha pattuito un accordo per farsi acquisire dall’americana Nukkleus inc., una scatola vuota che finora non aveva né introiti, né patrimonio, né attività, ma che è quotata sul quarto mercato USA (cioè il più scalcinato, con quotazioni pubblicate sui Pink Sheet e contrattazioni telefoniche, e che non ha niente a che fare con il NASDAQ)

Questi commenti, tutti documentati, rappresentano la giusta conclusione per la nostra recensione di IronFx.

Sommario Recensione
Data Recensione
Nome
IronFx
Voto
1

2 Responses to IronFx, il broker che non paga

  1. L'Amico di Renzi scrive:

    Ecco un’altro articolo di quelli veramente validi fatti da Mercati24. Ormai non vi smentite mai e vi devo fare i complimenti. Ho apprezzato molto anche quello di Herbalife. Qui la truffa di IronFX è palese. un broker senza palle e da denunciare subito

  2. Claudio Moggi scrive:

    Secondo me sbagliate a fare tanto rumore per IronFx: chi ha scelto un broker di questo tipo lo ha fatto in modo consapevole. Se avesse voluto sicurezza e affidabilità avrebbe scelto Plus500.

    Invece hanno scelto IronFx perché magari volevano provare l’ebrezza dell’incertezza o chissà cosa.

    Ci sono così tanti ignoranti che fanno trading che un po’ di pulizia, di tanto in tanto, non fa male. E a me personalmente fa più che piacere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *