L’azionario Greco è imploso. Ecco tutti i dettagli del disastro

Azionario Greco Imploso

Quando si dice giocare in Borsa, nel caso della Grecia il gioco è davvero molto duro…

Le Borse Greche sono in una drammatica fase di implosione. Intanto, anche le borse europee iniziano a sentire il contraccolpo, pur rimanendo positive. Milano è in guadagno, Francoforte guadagna più dell’1%, Parigi in guadagno. Londra in parità. In rosso invece le borse asiatiche.

E’ una vera e propria emergenza, un tonfo del genere sta danneggiando seriamente i numerosi investitori che vogliono scommettere su un possibile recupero da parte della Grecia.

La borsa Greca è finalmente stata riaperta durante la giornata di Lunedì, per la prima volta in 5 settimana. La Borsa Greca è stata chiusa fa quanto la capitale Greca ha imposto dei controlli sul capitale visto che il referendum sui fondi di salvataggio fu annunciato.

Le Banche Greche, hanno attraversato un grosso periodo di crisi, scendendo del 30%, discesa che ha riflettuto il grosso danno che è stato fatto all’economia del paese nelle ultime settimane.

L’indice della Borsa di Atene (ASE) è caduto del 23% soltanto dopo aver aperto le contrattazioni. E’ il minimo dal 2012.



Anche se la Grecia ha accettato ad un accordo con i suoi creditori europei, c’è tutt’ora una grande incertezza sui mercati.

Il primo Ministro Alexis Tsipras ha dovuto spaccare il suo partito Syriza, cercando di trovare un accordo con i creditori. Adesso il paese dovrà attraverso un percorso di riforme economiche molto difficile, e ha accettato per privatizzare gran parte degli aste del paese.

Il Fondo Monetario Internazionale rimane comunque irremovibile per quanto riguarda la riduzione del debito. I creditori della Grecia vogliono comunque una riduzione del debito, in quanto hanno capito quanto sarà difficile per la Grecia riuscire a rispettare tutti gli oneri richiesti dal FMI.

I mercati Europei stanno per adesso tenendo, anche se c’è un grosso peso sull’azionario Europeo, visto che il PMI Cinese è caduto ai minimi del 2011.

Questa chiusura in Grecia, è stato il più lungo periodo di chiusura dagli anni 70. La riapertura c’è stata con numerose limitazioni per i trader Greci. Nessuna limitazione invece per i trader stranieri, l’importante è che questi trader siano stati attivi nel mercato prima dell’imposizione dei controlli.

Chissà quanto avrebbe perso la Borsa se non fossero state messe in atto le numerose limitazioni imposte.

Intanto, il Governo ha innalzato il tetto dei prelievi in banca a 420 euro in tre giorni invece che in una settimana.

Adesso, la situazione sta migliorando, in quando la flessione è leggermente rimbalzata, adesso la flessione segna infatti il 15%.

One Response to L’azionario Greco è imploso. Ecco tutti i dettagli del disastro

  1. Conte Zio scrive:

    Prima cosa dico che godo. Secondo, peccato che con i migliori strumenti di trading per CFD di solito non si possa tradare niente di greco perché altrimenti ci sarebbero da fare milioni andando al ribasso. E di altri strumenti è meglio non fidarsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *