L’Euro continua a deprezzarsi. Quanto durerà?

EUR/USD: un "rollercoaster"

Nelle ultime ore abbiamo notato che l’Euro è riuscito ad effettuare un interessante rimbalzo dal supporto di 1.06, ma comunque il trend rimane tutt’ora ribassista e in queste ore è praticamente sul punto storicamente più basso mai raggiunto nell’ultimo mese.

Durante le prime ore di questa mattina, l’Euro ha avuto una short squeeze, toccando il punto di 1.72, per poi precipitare di oltre 100 pips a 1.06. In queste ore sta però risalendo la china, tradando intorno al livello di 1.0623.

EUR/USD 1.0623 -0.0006 -0.06%
USD/JPY 122.9400 0.0200 0.02%
GBP/USD 1.5144 -0.0010 -0.06%
EUR/GBP 0.7014 -0.0001 -0.01%
EUR/JPY 130.5900 -0.0705 -0.05%
AUD/USD 0.7192 -0.0030 -0.42%

La caduta è arrivata principalmente perché ci si aspetta che la Federal Reserve potrebbe innalzare il tasso d’interesse già da domani.

Il presidente della Federal Reserve di San Francisco John Williams, ha affermato che ci sono grandissime probabilità che la Federal Reserve possa già innalzare i tassi dal mese di dicembre.

Infatti, se negli Stati Uniti l’economia continuerà a sfornare ottimi dati per il paese, la Federal Reserve potrà affermare che sono finalmente giunti al punto in cui potranno affermare di aver raggiunto il punto in cui innalzeranno i tassi d’interesse, per cercare a sua volta di raggiungere il target base di inflazione al 2%.

Coppie EUR

L’Euro è invece andato al rialzo contro la Sterlina, anche se ha mostrato in alcuni casi delle debolezze.

In realtà il movimento è stato molto più simile a quello di un rollercoaster, che è partito ormai dalla scorsa notta. L’Euro ha toccato massimi di 0.702, per tornare a 0.699 e per poi tornare in queste ore di nuovo a 0.7014.

Il pacchetto di stimolo, che ormai è pronto per essere iniettato dalla BCE nell’economia, impatterà ovviamente da un punto di vista bearish su questa coppia, e su tutte le altre denominate in EUR.

Valute asiatiche contro Euro

L’Euro è invece caduto contro lo yen di un centinaio di pips. Questo arriva nonostante l’annuncio da parte del Giappone che il “paese è finito nuovamente in recessione” in quando i recenti dati hanno affermato che il giappone e la sua economia si sono contratte dello 0.8% nel terzo trimestre di quest’anno.

Anche contro lo Yuan Cinese l’Euro è crollato, cadendo a 6.78-6.77RMB.

Materie Prime contro Euro

Le materie prime si sono indebolite contro l’Euro, e possiamo dire che al momento l’unica notizia positiva per l’Euro è che c’è più potere d’acquisto con le materie prime. L’Oro è caduto di quasi l’1%, e l’argento è caduto di oltre l’1.50%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *