Leva finanziaria: che cos’è e come usarla

Leva Finanziaria

La leva finanziaria è essenzialmente una funzione che permette di aumentare la propria esposizione sui mercati finanziari, pur avendo un investimento reale estremamente modesto. È divenuta molto utilizzata nei broker CFD, specialmente nei CFD Forex.

Per tutti coloro che vogliono utilizzare al meglio la leva per fare trading finanziario, suggeriamo il Plus500.

Il broker Plus500 offre una gestione avanzata della leva finanziaria, gestendola in automatico in base al margine presente nel conto. Si tratta di uno dei pochi casi della leva finanziaria si adatta in maniera intelligente, clicca qua per saperne di più.

Quando si investe utilizzando la leva finanziaria, il broker ci permetterà di aprire posizioni con grandi quantità di unità pur possedendo comunque una piccola parte del valore totale della posizione, il broker mette il restante.

Ad esempio, una posizione da un 0.10 lotti, che sono 10.000 unità di valuta, su un account in dollari con leva 1:5, per aprirla sono necessari 2000 dollari di margine. Con leva 1:10 saranno necessari solo 1000 dollari, con leva 1:20 ancora meno (500), 1:40 solo 250 e così via. Questo significa quindi ipotizzando che le unità della posizioni rimangano uguali, all’aumentare della leva, non aumenta il quantitativo di denaro che io muovo per pips, ma aumenta semplicemente il rischio che io possa andare in bancarotta, in quanto il margine è minore e il broker non mi regala certamente soldi, ma regala margine, che è ben diverso.

Leva e opportunità

La leva è utilizzata per sfruttare opportunità che senza di essa non sarebbero raggiungibili così facilmente.

In pratica il broker dice: “Ok, vuoi fare trading come se avessi i fondi di un hedge fund? Fallo pure, che noi ti prestiamo il margine, ma non certamente la copertura per gli stop loss, a quello ci dovrai pensare te”.

Quindi, questo significa che su un account con una leva finanziaria alta, i profitti e le perdite saranno di gran lunga amplificati. Pur essendo un ottimo strumento finanziario per aumentare le proprie possibilità di trading, è comunque opportuno sapere che la leva non amplifica solo i profitti, ma anche le perdite, in quanto una leva alta è essenzialmente in grado di rendere una strategia molto instabile, con alti valori di drawdown e di Value at Risk.

Leva ed esposizione

Questa immagine spiega correttamente come funziona la leva e come modifica l’esposizione e il capitale richiesto.

Ma quindi la leva finanziaria ha qualche vantaggio?

La leva finanziaria può servire a chi ha già un conto molto grande, e magari vuole azzardare qualche posizione con un basso margine (magari il resto del margine è già impegnato in altre posizioni) per tentare di fare un grosso profitto in poco tempo. Una leva di 1:100 infatti consente di sfruttare piccoli margini per fare grandi profitti (o perdite), esponendosi di più rispetto ad una leva “classica” 1:5, e può essere utile per chi vuole diversificare il proprio investimento (con una leva 1:5 si possono aprire poche posizioni in un portafoglio, rispetto ad una leva più grande) anche se tuttavia è necessario essere pronti ad avere dei margini aggiuntivi, in quanto una leva alta richiede spesso e volentieri margini addizionali, proprio a causa dell’alta volatilità al quale sarà soggetto il vostro portafoglio.

Chi la usa la leva finanziaria?

Chi più chi meno, tutti utilizzano la leva finanziaria per amplificare la propria esposizione nei mercati. Questo consente di fare trading diversificato nel proprio portafoglio, distribuendo il proprio capitale in maniera maggiore rispetto all’acquisto fisico dei beni. La leva può essere utilizzata su qualsiasi strumento finanziario, come azioni, materie prime, forex, indici, bond, ETF e molto altro ancora. Il Forex è senza dubbio il mercato dove la leva è più usata (e abusata), molti broker possono arrivare ad utilizzare una leva anche superiore a 1:1000.

Ma non è solo il trading il mondo dove la leva finanziaria utilizzata, in economia aziendale, le aziende utilizzano il ricorso al debito (ovvero l’utilizzo di cifre di terzi come ad esempio banche o altri finanziatori) come fonte di finanziamento, sia per il suo costo, generalmente inferiore a quello del capitale di rischio (specialmente i debiti a lungo termine), sia per il vantaggio fiscale che ciò genera (gli interessi passivi, formalmente denominati oneri finanziari, che esso genera possono essere utilizzati in sede di stesura del bilancio d’esercizio per decrementare l’utile ante imposte, permettendo un abbattimento delle stesse, incrementando così il valore dell’impresa).

Plus500 offre una gestione intelligente della leva finanziaria, ottima per chi si sta avvicinando adesso al mondo del trading, oppure per chi vuole che il proprio broker si prenda cura della leva finanziaria, adattandola tramite sofisticati algoritmi, alle condizioni dell’account. Clicca qua per saperne di più.

One Response to Leva finanziaria: che cos’è e come usarla

  1. Giu scrive:

    Fantastica la leva, va usata con sapienza e su Plus mi sono sempre trovato bene perchè la gestisce in automatico per me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *