Liverpool: un’impresa da 82 milioni per i Beatles

I Beatles hanno saputo rendere la loro città natale Liverpool famosa in tutto il mondo e, al contempo, l’hanno elevata economicamente, grazie al grande flusso di turisti che ogni anno si recano in questa cittadina del Regno Unito per seguire le loro orme.

Si tratta di un turismo che regala alla città somme decisamente interessanti, che ammonterebbero a 82 milioni di sterline ogni anno, circa 110 milioni di euro. Questo è quanto i viaggiatori e i turisti spenderebbero in media in ristoranti, alberghi, trasporti e souvenir per visitare e godersi un viaggio che rimanda ala storia del rock e dei Fab Four.

La cifra continua a crescere di anno in anno, finanzia ben 2.300 posti di lavoro locali e aumenta della percentuale costante del 15%, a riprova che la musica dei Beatles si rivela essere decisamente immortale e non conosce crisi di sorta. Si può parlare di piccola industria? Secondo gli esperti sì, stando a quanto è emerso da un rapporto che è stato commissionato dalle autorità municipali e redatto congiuntamente dalla Liverpool John Moores University e dalla University of Liverpool.

Si tratta di uno studio molto interessante, perché avverte che la città di Liverpool potrebbe guadagnare molto di più dai Beatles se fosse in grado di sfruttare con più intelligenza la loro importante eredità culturale.

Tante sono le attrazioni presenti in città, da Strawberry Field, il giardino dove John Lennon giocava da bambino, alle abitazioni dei quattro, dai locali in cui hanno suonato e iniziato la loro carriera discografica fino agli studi di registrazione, si tratta di aree decisamente protette e ben mantenute. Ma Liverpool, secondo gli analisti, potrebbe fare di più per permettere ai tanti fan di ritrovare lo spirito dei Fab Four e la loro musica sulle strade della città.

Gli analisti hanno quindi messo in guardia il comune, perché se finora le cose sono andate a gonfie vele, il turismo musicale potrebbe conoscere tempi di crisi; quindi è giunto il momento di rimboccarsi le maniche e di valorizzare i luoghi cult che sono già presenti, magari migliorandoli e dando vita ad un’offerta musicale completa che sia in grado di attirare viaggiatori e curiosi da ogni parte del mondo.

Il documento completo è stato pubblicato sul giornale The Indipendent e ora il comune di Liverpool dovrà pensare a delle soluzioni che sappiano valutare con stile il patrimonio storico lasciato dai quattro ragazzi nella loro città natale, ma anche migliorare un’offerta che tutti i fan dei Fab Four si aspettano di trovare quando scelgono di visitare la città che ha dato i natali ai quattro protagonisti della storia della rock.

One Response to Liverpool: un’impresa da 82 milioni per i Beatles

  1. Conte Zio ha detto:

    E comunque a me non sono mai piaciuti i Beatles…comunque se fanno tanti soldi, tanto di cappello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *