Oggi gli investitori saranno tutti focalizzati sul Brexit

brexit

Il Dollaro USA ha rimbalzato in maniera abbastanza importante durante gli ultimi giorni, ma in realtà non ha avuto un vero e proprio rally, tuttavia al momento è scambiato al di sopra del livello di 96.50 dopo una serie di news economiche che sono state ben al di sopra delle aspettative.

I traders si aspettano che la Federal Reserve possa rallentare il suo ritmo per quanto concerne il tasso d’interesse, a causa della recente volatilità dei mercati finanziari internazionali, molti investitori infatti attendono di muovere parte dei fondi in USA, in modo da trarre vantaggio dal tasso d’interesse superiore al resto del mondo.

Ovviamente, i movimenti del dollaro sono stati strettamente correlati al petrolio ed ai titoli azionari nelle settimane recenti. I prezzi del petrolio in calo nelle attuali settimane e i mercati nervosi, si sono innervositi ancora di più dopo che la Federal Reserve ha affermato che potrebbe togliere il piede dal gas per quanto riguarda i tassi d’interesse 2016. Nel 2015 l’atteggiamento era differente, completamente hawkish, e proprio questo sta infastidendo i traders di tutto il mondo.

Il dollaro questa mattina è sceso dello 0.30% contro lo Yen, e sta perdendo attualmente lo 0.15% sul cross EUR/USD. Proprio a proposito del “The Fiber”, anche qui i traders stanno reagendo alle minutes pubblicate dalla Banca Centrale Europea durante la giornata di ieri. L’Euro è poi crollato durante la giornata di giovedì, toccando il minimo delle ultime due settimane contro il dollaro, dopo che la Banca Centrale Europea ha affermato che potrebbe essere un nuovo quantitative easing alla politica monetaria per il prossimo mese di Marzo.

Attualmente i livelli forex sono i seguenti:

EUR/USD 1.1117 +0.0010 +0.09%
GBP/USD 1.4322 -0.0015 -0.10%
USD/JPY 113.03 -0.23 -0.20%
USD/CHF 0.9919 -0.0010 -0.10%
AUD/USD 0.7122 -0.0035 -0.49%
USD/CAD 1.3751 +0.0024 +0.17%
USD/CNH 6.5259 +0.0046 +0.07%
BTC/USD 419.29 +1.38 +0.33%

Il più grande evento della sessione di oggi sarà l’esito della riunione UE relativa alla presenza del Regno Unito nella zona euro. La decisione di oggi potrebbe decidere il destino dell’adesione del Regno Unito in vista del referendum. La sterlina è scambiata contro il dollaro a 1.4322 in ribasso dello 0.10. David Cameron ha inoltre invitato i leader dell’UE per aiutarlo a risolvere la questione dell’Europa, accettando un accordo “credibile”, che può fornire alla popolazione inglese per rimanere nell’Unione europea.

Il Brexit che scuote l’Europa

Renzi-Brexit

Intanto il nostro ministro Renzi ha affermato che ci sono stati alcuni “Passi indietro su Brexit”, mentre è stato accusato dall’Ungheria di essere un ricattatore.

Intorno alle 2:30 della scorsa notte, il premier ha affermato che ci sono stati alcuni passi avanti sulla questione migranti, ma molti passi indietro su Brexit. Renzi si è affermato infatti molto meno ottimista per quanto riguarda l’accordo tra Cameron e l’UE. Sembra quindi che la giornata di oggi possa essere realmente da scrivere sui libri di storia delle prossime generazione.

I leader Europei infatti, devono ancora fare molto per evitare che la Gran Bretagna possa uscire dall’Unione Europea. Qualche progresso è stato infatti fatto, ma se Renzi è così negativo, sicuramente qualcosa è successo all’interno delle mura del Consiglio dei 28 Capi di Stato a Bruxelles.

I giochi sono ancora aperti per cercare di risolvere le varie concessioni che al momento la Gran Bretagna sta richiedendo per convincere gli euroscettici a fare una campagna contro il referendum per uscire dall’UE, ovvero per evitare il Brexit.

cameron-brexit

Cameron ha affermato subito fin dal suo arrivo a Bruxelles, che non accetterà nessun compromesso al ribasso che possa penalizzare la Gran Bretagna. Cameron ha affermato che oggi sarà la giornata più difficile, e che si batterà per gli interessi della Gran Bretagna. “Non accetterò un accordo che non risponda alle nostre necessita. Ma credo che un duro lavoro e la forza di volontà porteranno ad un’intesa che possa soddisfare le nostre priorità” ha affermato il Premier Cameron.

Tusk, presidente del Consiglio Europeo, ha affermato che “O la va, o la spacca”. Vedremo quindi quello che succederà, resta il fatto che i mercati forex, e sopratutto le coppie europee come quelle EUR o GBP, oggi saranno molto volatili proprio a causa di questo market mover che si preannuncia epocale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *