Plus500: fallita l’acquisizione da parte di Playtech

plus500 piattaforma forexPlus500 non sarà più comprato da Playtech: è questa la clamorosa notizia della giornata che mette fine ad una telenovela ormai lunga. Risale al 2 giugno 2015 l’annuncio dell’acquisto di Plus500 da parte di Playtech, annuncio che arrivava proprio in un momento di difficoltà per Plus500, costretto dalla FCA ad una certosina azione di verifica antiriciclaggio di tutti i conti aperti dagli utenti, azione che provocò il blocco per alcuni giorni dell’operatività degli utenti soggetti a verifica.

L’integrazione, che si sarebbe dovuta concludere a settembre, è stata invece rallentata dalla lentezza della FCA. Oggi, infine, l’annunci di Playtech: rinuncia all’acquisizione. In pratica Playtech ha realizzato che non potrà ottemperare a tutte le richieste della FCA e quindi getta la spugna.

Playtech in un comunicato ha dichiarato:

L’azienda ha discusso con Plus500 le conseguenze dei recenti sviluppi con la FCA e ha accettato di risoluzione del contratto di fusione. Di conseguenza, l’acquisizione di Plus500 non sarà portata a termine come previsto. Playtech non incorrere in eventuali sanzioni finanziarie per quanto riguarda la cessazione della acquisizione di Plus500. Playtech, inoltre, non ha piani immediati rispetto alla sua attuale partecipazione del 9,9% in Plus500.

Gal Haber, amministratore delegato di Plus500, ha commentato la decisione, affermando che la sua società è in “buona forma” e che potrà continuare ad operare in modo indipendente.

Ha poi aggiunto:

Dopo che è stato concordato con Playtech che la fusione tra le due società non procederà, possiamo confermare che la nostra attività è in buona forma per un futuro di successo come società indipendente. Plus500 rimane una realtà vincente, un’azienda altamente redditizia e continua a generare liquidità con forte slancio in un mercato internazionale in espansione.

Plus500 ha continuato a cresce e a investire in questi mesi di incertezza, puntando ad una tecnologia di trading sempre migliore. Come risultato siamo molto fiduciosi che, come un’azienda indipendente siamo ben posizionati per continuare a fornire significativi ritorni per gli azionisti, tra cui la dichiarazione di oggi di un acconto sul dividendo previsto di $ 0,2121 per azione e un programma di acquisto di azioni proprie.

Insomma, Plus500 continua ad andare molto bene anche come azienda indipendente e il management non è assolutamente preoccupato. Dopo tutto sappiamo che si tratta di una delle migliori piattaforme forex presenti oggi sul mercato ed è davvero molto apprezzata dai suoi clienti.

La notizia è molto positiva a nostro avviso: Plus500 è un broker perfetto e, ad oggi, non troviamo alcun aspetto che possa essere migliorato. Playtech, invece, come dimostra la vicenda di OptionTime, sta vivendo un momento di grave sbandamento. La fusione avrebbe potuto rovinare un broker che a noi piace moltissimo e sicuramente non avrebbe potuto fare nulla per migliorare la piattaforma di Plus500.

2 Responses to Plus500: fallita l’acquisizione da parte di Playtech

  1. Giorgio80 scrive:

    Tiriamo un sospiro di sollievo, va…altrimenti questi si compravano Plus500 e dopo 3 mesi lo chiudevano come hanno fatto con optiontime. Avanti così Plus500!!

  2. Sara Di Castro scrive:

    Plus500 è davvero la migliore piattaforma forex italiana, meno male che non è cambiato nulla, non vorrei che cambiasse nemmeno una virgola sinceramente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *