Promotori finanziari: c’è da fidarsi?

promotori finanziari

La pigrizia è una brutta bestia. Quante volte leggiamo nella cronaca giudiziaria di promotori finanziari che truffano i propri clienti? Eppure sono tantissime le persone che ancora si fanno abbindolare. Non vogliamo qui dire che tutti i promotori finanziari sono dei ladri o dei truffatori. Ci saranno sicuramente dei promotori finanziari onesti. Ma è così importante affidarsi ad un promotore finanziario? O non sarebbe meglio iniziare a prendere direttamente in mano la gestione dei propri investimenti? Dopo tutto si dice che chi fa da sè fa per tre. Chi fa da sè deve essere in grado di prendersi le sue responsabilità, non può accusare un’altra persona dei soldi che eventualmente perde. Il bello è che di solito non perde, dopo un po’ di esercizio e di studio di solito si guadagna.

Gestire direttamente i propri soldi, questa è la sfida. Fare a meno dei promotori finanziari che è vero, non truffano sempre, però quasi sempre tendono a proporre prodotti costosi, poco convenienti e lo fanno soprattutto perché vengono pagati tramite commissioni in base ai prodotti venduti. E di solito, giusto per essere onesti, più il prodotto è sconveniente per il cliente e più alte sono queste commissioni. E’ un modello perverso che ha avuto effetti molto negativi: pensiamo a tutti gli sprovveduti che sono stati convinti ad acquistare bond argentini, azioni Parmalat o Cirio (poi subito fallite) proprio da promotori finanziari.

Promotori finanziari cosa fanno

Che cosa è un promotore finanziario? In teoria dovrebbe essere una figura professionale complessa, in grado di valutare attentamente il profilo di rischio del potenziale investitore per offrirgli i prodotti finanziari migliori possibili. Nella pratica è un venditore attento solo a massimizzare le commissioni incassate a fine mese. E se per incassare queste benedette (maledette) commissioni devono rovinare un cliente, no ci pensano quasi mai due volte. Non importa se il promotore finanziario lavora per Poste Italiane, per MPS, per Mediolanum, per Fineco. Non cambia niente. Molto spesso in rete ci sono giudizi molto negativi sui promotori finanziari Mediolanum. Sinceramente non condivido questo astio nei confronti di Mediolanum, semplicemente perché i promotori finanziari Mediolanum si comportano esattamente allo stesso modo degli altri promotori finanziari. Si comportano male, molto male.

Promotori finanziari indipendenti

Qualcuno dice che è meglio fidarsi di promotori finanziari indipendenti. Effettivamente però non esiste alcuna differenza, se non il fatto che in questo caso, tenderanno a rifilare il prodotto peggiore in assoluto invece del prodotto peggiore di una singola banca. Non è un gran miglioramento, in effetti.

Imparare a fare da soli

La soluzione qual è? Imparare a gestire autonomamente le proprie finanze. Non ci vuole una laurea per riusciare a ottenere rendimenti più che buoni. Certo ci vuole tempo e impegno ma i risultati sono garantiti. E oltre ai maggiori rendimenti c’è anche la possibilità di sentirsi vincenti, guadagnando sui mercati finanziari. Certo è necessario studiare, imparare come funzionano i mercati finanziari. Ma il cammino è veramente tutto in discesa. Per chi volesse provare a fare questo cammino, consigliamo di seguire il corso gratuito di Iq Option.

Iq Option è in effetti la migliore piattaforma per investire sui mercati finanziari in modo diretto, senza commissioni e senza costi. Basta iscriversi ad Iq Option per avere a disposizione un conto demo gratuito e illimitato. Grazie a questo conto è possibile sperimentare l’investimento con soldi virtuali, senza rischi e senza profitti (ovviamente).

Iq Option non pone limiti all’uso del conto demo, in modo tale che chi vuole può utilizzarlo anche per mesi. Inoltre quando si decide di passare a operare con soldi veri, il capitale iniziale minimo è di appena 10 euro.

Iq option è quindi la soluzione giusta per chi vuole evitare di affidarsi a terze persone. Grazie a Iq Option l’investimento nei mercati finanziari è profittevole, facile, piacevole. Clicca qui per il tuo conto gratuito su Iq Option.

Chi fa da sè, fa per tre.

3 Responses to Promotori finanziari: c’è da fidarsi?

  1. Sara Arcona scrive:

    Vedova, 1 figlio disabile, nel lontano 2004 affidai i risparmi di una vita ad un promotore finanziario. Risultato? Persi più di 30.000 euro. Sono in causa da allora, mi è stato offerto un risarcimento di 1200 euro. Ma che ci faccio? Quei soldi erano il futuro di mio figlio quando io non ci sarò più, sono veramente disperata. Vorrei poter tornare indietro e conservare quei soldi sotto il materasso

  2. Dario Biraghi scrive:

    Io al mio (ex) promotore finanziario ho spaccato la faccia a pugni. E non mi ha denunciato, pensate un po’…

  3. Massimo Pini scrive:

    Ho perso 25.000 euro dopo aver sottoscritto un fondo di investimento consigliato dal mio promotore finanziario indipendente. Iscritto all’albo e con tutti i crismi. Poi ho scoperto che incassava commissioni da quel fondo che pensate un po’ perde sempre anche quando la borsa sale. Pensate un po’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *