Rai: arriva il canone in bolletta

canone rai bolletta

420 milioni di euro. Questa è la cifra stimata da R&S Mediobanca che potrebbe essere recuperata dallo Stato italiano grazie all’inserimento del canone televisivo nella bolletta elettrica. Si tratta di una stima ‘classica’, in quanto la prospettata riduzione del canone da 135 euro a 100 euro porterebbe nelle casse dello Stato soldi sicuri, ai quali va tolta la classica percentuale del 5% che rappresenta l’incidenza della possibile evasione secondo il modello di calcolo inglese.

Cifre considerevoli, se si considera che a fronte degli 1.56 miliardi di euro introitati nel corso dell’anno dalla Rai, 600mila non sono stati incassati a causa del mancato pagamento del canone. Il canone pagato da tutti e il tasso di evasione al 5% sulla base del modello inglese porterebbero quindi la televisione di Stato ad accumulare ben 2.8 miliardi di euro in totale, soldi che includono gli introiti pubblicitari e che avvicinano la Rai alle somme guadagnate dalle sorelle europee come France Tv.

In attesa di controllare se la manovra sarà fruttuosa, Mediobanca ha fotografato la situazione attuale del canone nel nostro paese, rilevando che una famiglia su tre non lo paga. Quello italiano si propone essere il tasso di evasione maggiore in Europa, sebbene la somma richiesta sia fra le più basse. Dal 26% di persone che nel 2013 non pagavano il canone si è passati al 30.5% del 2014. Le regioni in cui si evade di più sono quelle del sud, con il 37% degli abitanti che non pagano il canone, seguite dal centro con il 29% e il nord con il 26%. A Milano il 42% delle famiglie non paga il canone, mentre a Roma si parla di una percentuale del 32%. Fra le province meno virtuose troviamo Catania, Crotone e Napoli, dove stando alle stime effettuate più della metà degli abitanti non assolve il pagamento, mentre le città più ligie sono Ferrara, Rovigo e Bolzano.

Se si analizzano i numeri, il canone Rai viene proposto al costo di 113.50 euro e rappresenta lo 0.43% del Pil procapite. In Europa le cose sono diverse, il quanto la BBC richiede un tributo di 175.30 euro, mentre il contributo per la tv di Stato tedesca ammonta a 215.80 euro. Simile alla situazione italiana è quella francese, dove lo Stato chiede 133 euro per la tv nazionale. In Francia e in Germania la tassa è associata alla residenza e la percentuale di evasione è praticamente pari allo zero, mentre in Gran Bretagna, dove il canone è legato al possesso dell’apparecchio televisivo, si parla della classicissima evasione del 5%.

One Response to Rai: arriva il canone in bolletta

  1. Conte Zio scrive:

    Insomma, gli italiani se lo prendono nel culo per l’ennesima volta.

    I parassiti della rai stappano bottiglie di champagne e ridono dei coglioni che li mantengono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *