Rand sudafricano. Valuta debole. Cosa dice il forex?

rand3

Dopo lo stop al Quantitative Easing, volgiamo uno sguardo al mercato delle valute emergenti. Troppo si è parlato di rublo russo, yen, yuan cinese e le valute-satellite (dollaro neozelandese, dollaro australiano, dollaro canadese). Di altre valute secondarie, non si accenna quasi mai. Noi ci occuperemo anche di esse, visto che il focus degli investitori del forex si sta modificando lievemente, dato che, ora come ora, la volatilità non si disprezza mai.

Oggi ci occupiamo del rand sudafricano.

Plus500
Plus500 è la migliore piattaforma per fare trading di rand sudafricano: clicca qui per aprire subito il tuo conto con 7.000 euro di bonus

Le stime negative sulla crescita economica deprezzano il rand

Il Sudafrica è uno dei paesi dei Brics e sicuramente rappresenta un territorio di non poco interesse per gli accordi sul piano dell’energia e delle risorse naturali.

Risente, ancora, di un gap infrastrutturale e non si è messo al passo delle economie più avanzate.

Siamo abituati ad una valuta debole ed estremamente volatile sul mercato dei cambi data l’assenza di interventi sul mercato di spessore e l’esigua dotazione di riserve di valuta estera di rand sudafricani, dato che sono quasi superflue le manovre di incidenza sul livello dei cambi.

In particolare, i bond esteri, denominati in Rand Sudafricani, in termini nominali, offrono i rendimenti più elevati ma, in termini reali, risentono molto della debolezza relativa della valuta. Non dimentichiamoci, poi, che ci siamo abituati a ragionare che quanto minore è il peso degli interessi a carico del singolo Stato e tanto maggiore è l’affidabilità percepita dagli investitori (paradigma e spread).

Continuiamo ad assistere nello specifico al graduale deprezzamento relativo del rand sudafricano, rispetto all’euro e rispetto, particolarmente, al dollaro Usa (dinamica sottostante), come potete vedere nel riquadro tratto dalla piattaforma Plus 500. Osservando i volumi di contrattazione, ci aspettavamo di vedere un mercato meno denso ed, invece, pare proprio che il mercato dei cambi del rand sudafricano interessi non pochi investitori. Osserviamo, proprio al culmine delle principali scivolate della valuta Rand Sudafricano, una maggiore concentrazione dei volumi.

randsudafricano

Per tale cambio, viene assicurato un leverage molto alto che stimola il forex, malgrado i pips non siano tra i più esaltanti. Spieghiamo meglio cosa vuol dire, in termini di forex.

Se mi pongo al ribasso sul rand sudafricano, decido di vendere allo scoperto (si tratta di Cfd o di derivati che replicano il valore dello strumento sottostante), al prezzo stabilito dal broker. Dovrò riacquistare, chiudendo la posizione in guadagno, ad un prezzo minore.

La leva di 1:200 è tale che, a livello di margine iniziale (ciò che bisogna pagare per puntare su quel quantitativo di titoli), si richiede solo lo 0,5% (solitamente, per altri tipi di strumenti finanziari più solidi le leve finanziarie garantite sono più basse; 1:20 con un margine iniziale del 5%). Chiaramente, i guadagni verranno riportati, in termini dell’intera esposizione, e di conseguenza le perdite, dall’altra parte della bilancia.

rand2

Cosa altro può incidere sul cambio?

Un cambio decisamente volatile. Certamente, il Sudafrica è, d’altra parte, uno dei partner commerciali principali delle economie avanzate. L’assenza di tenuta del cambio non risponde tanto agli interessi dell’economia domestica, quanto all’assenza di spessore della valuta.

Il Sudafrica è tra i principali esportatori di platino e di risorse minerarie. Uno dei settori caratterizzati da un maggiore sviluppo, al punto da incidere su più della metà del Pil, è rappresentato dal terziario.

Il parente del platino è il palladio, sottoderivato del platino. Molte materie prime, compresa questa, che tra l’altro ha risentito dei lunghi periodi di sciopero in Sudafrica, sono attualmente transate ad un prezzo inferiore al costo marginale di produzione (costo per un’unità di produzione). Quindi, le previsioni per tale settore sono senz’altro allettanti, anche se gli investitori sono tutti protesi all’osservazione del mercato del petrolio. Ma c’è una differenza: nei primi casi, il meccanismo di riequilibro naturale di mercato non sarà calmierato da “poteri forti”; nel secondo caso, i supporti del petrolio, ormai, sono letteralmente nelle mani dei paesi produttori. Come non dare uno sguardo, allora, anche alle altre commodities?

Per quanto riguarda i poteri di ripresa del rand sudafricano, il ri-apprezzamento relativo (sempre limitato dallo scarso potere di intervento della Banca centrale) non può che dipendere, più che dallo stato delle finanze e dai fondamentali “nominali” dell’economia, dalle risorse “potenziali” di crescita. Chiaramente, se chi fosse interessato ad un grosso volume di scambi di materie prime dal Sudafrica avrebbe, come sembra, la possibilità di condizionare, al ribasso i cambi, sicuramente ciò rappresenta un’opportunità. Ecco perché il cambio sarà sempre un eterno swing tra ribassi e rialzi, sempre se non riusciamo a concepire una politica economica differente in cantiere, fatta di poche promesse e di tanti fatti.

Vuoi fare trading sul rand? Clicca qui e apri il tuo conto gratuito. Gratis per te un bonus fino a 7.000 euro.

Rand Sudafricano Oro

rand sudafricano oroLa quotazione del rand sudafricano è strettamente legata anche alla quotazione dell’oro. In effetti il Sud Africa è un paese ricchissimo di risorse minerarie in generale e di oro e diamanti in particolare. Gli investitori che vogliono puntare sull’oro fisico minimizzando i problemi legali e/o fiscali apprezzano particolarmente le emissioni di Rand in monete d’oro. La più famosa delle monete d’oro, ricercatissima dagli investitori, è il Krugerrand. Questa moneta venne introdotta nel 1967 in onore del mitico presidente della Repubblica libera del Transvaal Paul Kruger, eroe della libertà sudafricana e costretto in esilio dalla barbara aggressione inglese. Il Krugerrand è una moneta da investimento destinata più che altro agli scambi con l’estero, pesa 33,93 grammi e contiene esattamente un’oncia di oro. Come curiosità, riportiamo che questa moneta non riporta la valuta e cioè Rand Sud Africa.

Rand sudafricano previsioni 2016

L’economia sudafricana sta conoscendo un pauroso declino a seguito dei cambi politici seguiti alla fine dell’apartheid. La corruzione dilagante, l’assoluta incapacità organizzativa delle nuove classi dirigenti e l’accanimento contro le antiche elite stanno distruggendo quella che un tempo era l’economia più fiorente dell’Africa. Se non fosse per le ingentissime risorse minerarie il Sud Africa sarebbe già ridotto alla fame. Per questo motivo le previsioni per il rand Sudafricano per il 2016 non possono che essere pessime. Tra l’altro con la fine progressiva delle politiche di quantitative easing, le valute dei paesi emergenti sono destinate a perdere parecchio valore.

6 Responses to Rand sudafricano. Valuta debole. Cosa dice il forex?

  1. Conte Zio scrive:

    Ma guarda io aspetto con gioia il crollo del Sud Africa. Era uno dei paesi più prosperi al mondo per chi voleva lavorare (non per i parassiti, ovvio) e sta precipitando, tutto in nome di discutibilissime scelte ideologiche. Che sprofondi, quando imploderà stapperò una bottiglia buona.

  2. Gabriele verderi scrive:

    è pensabile a un rand più debole di quello attuale?

    • Robero scrive:

      Potrebbe arrivare anche a 14,69 io purtroppo ho preso bei al 8′,50% scad 2024 con cambio a 13.08 e adesso sono sotto dell’11%. Intanto vado a cedole poi spero recuperi nei prox anni.. In caso peggiore alla scdenza riacquisto rand.

  3. alessandri mauro scrive:

    sara possibile una rivalutazione nei prossimi 3 anni?,quali segnali?

  4. mark scrive:

    Io credo che possa assesta si sui 16… io appena stacca la cedola lo taglio del 50% così tra cedola e perdita in c/c faccio una patta..

    • Pinny scrive:

      Si sono d’accordo con te…

      Comunque aggiungo, il Sud Africa lo hanno ridotto proprio a schifo, un tempo era una potenza regionale e adesso è diventato il biafra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *