Riaprono in positivo i mercati europei

mercati europei

Dopo la scorsa altalenante settimana riaprono in buon rialzo i principali listini azionari europei, ancora sotto l’effetto positivo degli ottimi dati sul fronte occupazionale degli Stati Uniti, che ha registrato un incremento di posti di lavoro per un totale di 255.000 posti. Un segnale importante, che rende sempre più probabile l’attuazione di una stretta monetaria da parte della Federal Reserve nella seconda metà dell’anno, manovra che sta di fatto sostenendo anche Tokyo e le altre borse asiatiche (l’indice Nikkei ha chiuso stamattina a +2,44%).

OptionWeb

OptionWeb è dal 2012 uno dei broker leader mondiali nel campo delle opzioni binarie, un partner professionale e navigato con cui investire in completa sicurezza. Dotato di una piattaforma veloce e intuitiva, è da poco disponibile anche su smartphone grazie alla elegante e sempre aggiornata app, che attraverso una vasta gamma di strumenti finanziari permette di sfruttare appieno le tendenze dei mercati. Inoltre OptionWeb vanta una componente formativa unica nel panorama europeo: infatti attraverso corsi, seminari, conferenze, eventi, ebook e un’assistenza sempre garantita ed efficiente, preparara il trader ad affrontare con coscienza e sicurezza tutte i rischi del mercato, accompagnandolo in ogni suo passo. Un brand solido e sicuro, che dal primo giorno di attività agisce secondo la regolamentazione CySec e Consob, in grado di garantire payout fino al 91%. Puoi aprire subito il tuo conto gratis con OptionWeb cliccando qui

Continua la scia positiva anche per Milano, dove dopo tre sessioni consecutive di rialzo Piazza Affari ha aperto stamattina con un +,55% nel Ftse Mib, che è poi arrivato oltre la soglia dell’1%. Anche Francoforte tiene il passo e si mantiene in positivo intorno allo 0,80%, mentre rallenta Parigi, frenata dal calo di Airbus dopo l’annuncio dell’avvio di una indagine nel Regno Unito per presunta frode e corruzione da parte della nota casa produttrice di aeromobili. La Banca centrale francese ha comunque stimato un crescita del Pil dello 0,3% nel terzo trimestre 2016 rispetto al secondo, confermando la solidità del mercato francese.

Dopo i temuti esiti degli stress test condotti dall’Eba continua invece a Piazza Affari il brillante momento delle banche, a cominciare da Mediobanca che ha pubblicato venerdì scorso i conti 2015-16, che si sono dimostrati migliori delle aspettative: l’istituto di Piazzetta Cuccia ha infatti registrato un utile netto di 605 milioni, in progresso del 2% a fronte delle attese stimate intorno ai 570 milioni. Anche il Banco Popolare si conferma in positivo al +4,87%, dopo esser stato promosso nei giudizi della Deutsche Bank in seguito alla pubblicazione dei risultati semestrali. Bene anche la Popolare di Milano a +3,54%, e Banca Carige che ha fondamentalmente confermato le attese degli analisti, annunciando perdite intorno ai 200 milioni di euro nel primo semestre 2016 a causa di ulteriori e maggiori rettifiche sui crediti. Tra i non bancari ottima sessione per le Assicurazioni Generali, in positivo a +2,99%, mentre nonostante l’annuncio dell’acquisizione dell’americana Stella Partners si mantiene poco mosso il titolo di Autogrill, attualmente a -0,06%.

Per quanto riguarda l’estero, la Cina ha registrato a luglio un forte calo delle importazioni
, segnando una netta caduta anche per quanto riguarda l’export. La partenza degli indici europei è stata tuttavia contenuta nelle prime battute dalle statistiche relative alla bilancia commerciale cinese nel mese di luglio: l’incremento del surplus infatti a 52,3 miliardi di dollari è il risultato di un import in netta flessione, a -12,58% contro le attese di -8%, e di un export in calo, confermato a -4,4%.

In Germania invece la produzione industriale è salita dello 0,8% contro le attese dello 0,7%, come confermato dall’Ufficio nazionale di statistica Destatis. A maggio l’indice rivisto ha fatto registrare una flessione dello 0,9% su mese. A giugno la produzione industriale, al netto di energia e costruzioni, ha segnato un incremento dell’1,5 per cento. La produzione di beni capitali è cresciuta del 3,5%, quella dei beni di consumo del’1,2%, mentre quella di beni intermedi e’ calata dello 0,7%, quella di energia del 2,7% e nell’ambito delle costruzioni si è registrato un calo dello 0,5%.

Sul fronte valutario si consolida il rafforzamento del dollaro nei confronti dell’euro, in seguito alla diffusione dei dati sull’occupazione degli Stati Uniti. Il cambio euro/dollaro si attesta infatti a 1,1085 all’apertura della sessione odierna contro 1,1087, mentre ripiega lo yen che si attesta a 113,26 per un euro e a 102,07 per un dollaro. Rimane stabile invece la sterlina, in avvio a 0,8484 pound per un euro, mentre si tratta a 1,3072 dollari per una sterlina. Per quanto riguarda invece le commodity si assiste a un lieve incremento del petrolio, in rialzo dello 0,4% nel contratto Wti a 41,96 dollari al barile.

Sommario Articolo
Nome articolo
Riaprono in positivo i mercati europei
Descrizione
I mercati europei provano a ripartire la situazione resta veramente difficile.
Autore
Nome editore
Mercati24.com
Logo editore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *