Volatilità generalizzata sui listini europei, ma il trend rimane positivo

mercati finanziari

Volatilità diffusa sui mercati europei in questa sessione finale della settimana, in attesa dei dati americani sul mercato del lavoro. Si tratta di un dato importante in grado di fornire una fotografia fondamentale dell’economia USA e che soprattutto influenzerà le prossime scelte della Federal Reserve. Le borse europee si muovono in ogni caso in territori positivi, fatta eccezione per Piazza Affari che rimane a -0,12%, complice la delusione per il dato sul Pil del secondo trimestre.

OptionWeb

Affidare in sicurezza i propri capitali nelle mani di un intermediario capace e fidato è il primo e forse più importante passo che un trader deve intraprendere. Primo broker di opzioni binarie a offrire il trading su Forex, OptionWeb sin dal suo primo giorno sul mercato opera direttamente sotto licenza dell’Unione Europea (regolamentazione CySec) e di Consob, potendo offrire così al cliente una totale sicurezza e trasparenza, e ponendolo sempre nelle condizioni ideali per potersi muovere con coscienza sul mercato. Visitate il sito OptionWeb per seguire uno dei pratici seminari online, o per aprire un conto demo gratuito per mettervi alla prova senza rischi, maturando esperienza e professionalità insieme al broker leader europeo nell’acquisto di opzioni binarie.

Continua l’ottimo momento di Fiat Chrysler Automobiles
, che se pur oggi ha mostrato un lieve calo cedendo l’1,49% vanta ottimi numeri relativi alle immatricolazioni di agosto che confermano la solidità della società. Fca è infatti riuscita a battere per l’ennesima volta il mercato con vendite di auto in progresso del 24,1%, contro il +20,12% generale. A frenare gli investitori ci sono però i timori legati al tema delle emissioni nocive di gas, che proprio in questi giorni pare stia evolvendosi.

Secondo la stampa tedesca infatti il Ministro Federale dei Trasporti avrebbe avanzato alla commissione europea contestazioni formali nei confronti dei sistemi di riduzione delle emissioni montati sui motori turbodiesel di Fiat e Jeep. Si tratta di un’iniziativa nata in seguito allo scandalo Volkswagen, e di fronte alla quale la stessa Fiat Chrysler Automobiles si è rifiutata di scendere a compromessi, negando la propria partecipazione al contraddittorio circa i risultati dei test condotti dai tedeschi. Per questo motivo il titolo ha vacillato negli ultimi giorni, anche se gli analisti di ICPBI mantengono l’indicazione di Buy sulle azioni Fca, commentando che “la complessità della materia del contendere, su cui si innestano evidenti interessi nazionalistici, costituisce un elemento di incertezza che pesa sul titolo”, ma evidentemente la fiducia rimane alta.

Appena sopra lo zero Telecom Italia, che dopo la notizia della confermata fusione tra 3 e Wind si mantiene a +0,12% a 0,8175 euro confermandosi debole, nonostante le recenti e ottimistiche dichiarazioni dell’ad Flavio Cattaneo, che ha previsto un terzo trimestre di “ampia soddisfazione per gli azionisti”. Sale invece Eni a +1,12% a 13,59 euro, dopo la conferma del successo del test attuato al pozzo Zohr, da cui secondo le stime verranno prodotti fino a 7 milioni di metri cubi di gas al giorno.

Volatili oggi anche i titoli bancari, con Monte dei Paschi di Siena a +0,29% a 0,24 euro mentre si attendono novità circa la possibile conversione delle obbligazioni subordinate in mano agli istituzionali, un’operazione che ridurrebbe notevolmente l’ammontare dell’imminente capitalizzazione, per ora fermo a 5 miliardi di euro. Si aspettano nuove dichiarazioni anche da Jean Pierre Mustier, il numero uno di Unicredit alle prese con la riorganizzazione della storica banca e del nuovo piano industriale che a breve verrà annunciato, mentre il titolo Unicredit si attesta a -0,9% a 2,336 euro ad azione. Male invece la Stmicroelectronics protagonista di una performance particolarmente negativa che porta il titolo a -2,84% a 6,5 euro, in seguito al taglio di giudizio da parte degli analisti di Bofa Merrill Lynch, che hanno cambiato le raccomandazioni da Neutral a Underperform.

Sul mercato valutario si mantiene stabile l’euro nei confronti del dollaro e delle altre principali valute mondiali. Continua invece il rialzo dei prezzi del greggio mentre risale lo spread nel giorno della pubblicazione dei dati sul Pil del secondo semestre: il divario tra Btp e Bund a dieci anni è risalito infatti in area 123 punti, mentre come già preannunciato il 12 agosto l’economia italiana è rimasta immobile tra aprile e giugno. L’aumento del Pil è stato in realtà migliore delle aspettative, attestandosi a +0,8% contro lo 0,7% previsto, e lo scorso mercoledì il Governo ha confermato le precedenti stime di crescita per il Pil 2016 a +1%.

Infine fremono gli investitori americani in attesa dei dati statunitensi sul mercato del lavoro ad agosto, dati da cui dipendono in gran parte anche le future manovre di politica monetaria della Federal Reserve, che come di recente confermato dalla presidente Yellen alzerà il costo del denaro entro dicembre se l’economia si dimostrerà in crescita. Al momento secondo le recenti indiscrezioni i risultati sarebbero comunque soddisfacenti, con circa 180mila posti di lavoro creati ad agosto.

Sommario Articolo
Nome articolo
Volatilità generalizzata sui listini europei, ma il trend rimane positivo
Descrizione
Mercati volatili ma il trend di fondo resta (per ora) positivo.
Autore
Nome editore
Mercati24.com
Logo editore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *