AdvEZtrader: Cosa sono le opzioni binarie?

opzioni binarieUn’opzione binaria è un nuovo tipo di investimento che potrebbe portarvi a ottenere considerevoli profitti o a perdere tutti i vostri soldi. In altre parole, è tutto o niente. È molto semplice quindi capire cosa siano realmente le opzioni binarie, in questi termini. Però, nonostante l’espressione “tutto o niente”, ci sono alcuni modi che potrebbero farvi guadagnare, anche nel caso in cui il vostro trade non si sia concluso in guadagno. Infatti ci sono diversi broker che offrono percentuali di rimborso, vale a dire che quando concludete un’operazione in perdita, una percentuale del vostro investimento iniziale vi verrà comunque restituita. Vi consiglio EZTrader e per ulteriori informazioni leggete questo articolo.

Fare un trade

Per iniziare a operare, dovete innanzi tutto scegliere un asset. Sul mercato sono disponibili oltre 200 asset con cui operare, ma a seconda del broker che scegliete il numero potrebbe variare. A ogni modo, sia che scegliate una materia prima, una coppia di valute, un titolo o un indice, il secondo passo da compiere implica la scelta del tipo di operazione. E ce ne sono in quantità! La vostra scelta deve essere dettata dall’esperienza acquisita, dalle vostre esigenze e anche dalle aspettative finanziarie che avete. Principalmente, ci sono tre tipi di opzioni. Vediamo quali sono e di cosa si tratta.

  • Opzioni High/Low di solito presuppongono che il trader determini la direzione dell’asset prescelto, sia che salga o che scenda, in relazione allo strike price. Questa opzione è adatta in modo particolare ai principianti perché è relativamente facile e semplice da prevedere. Questo tipo di opzioni si possono presentare con diversi nomi, a seconda della piattaforma che utilizzate; a ogni modo se incontrate opzioni Rise/Fall, Call/Put, Above/Below, Higher/Lower o Up/Down, sappiate che si basano tutte sulla stessa strategia.
  • Opzioni In/Out sono anche conosciute come opzioni Boundary, Range o Tunnel. Questo tipo di operazione implica due strike price, uno sopra il prezzo di mercato e uno sotto, da considerare come i limiti del mercato. Chi investe deve prevedere se il prezzo dell’asset toccherà uno dei due limiti, rimarrà all’interno dei limiti oppure non rimarrà all’interno dei limiti.
  • Opzioni Touch/No Touch implicano l’uso di uno strike price predefinito. Quello che i trader devono prevedere è se i movimenti dell’asset prescelto toccheranno o non toccheranno lo strike price prima che l’opzione scada.

Altri tipi di trade sono variazioni sul tema dei tre appena menzionati. Ad esempio, ci sono le rinomate opzioni a 60 secondi come opzioni a scadenza breve, che permettono guadagni considerevoli in poco tempo. Oppure le opzioni personalizzate come option Builder, che danno ai trader l’opportunità di creare il loro modello di operazione. E come opzioni speciali, facciamo menzione delle opzioni Pair, che richiedono un approccio leggermente diverso, vale a dire prevedere quale dei due asset già selezionati avrà le migliori prestazioni.
Dopo che avete selezionato anche il tipo di operazione che intendete fare, dovete fare la vostra previsione, in base alle conoscenze che avete sul trading e sul mondo della finanza e in base all’esperienza e allo studio che avete circa il mercato. A questo punto tutto quello che vi rimane da fare è stabilire l’importo che volete investire e attendere di vedere se la decisione che avete preso è stata sufficientemente accurata oppure no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *