AlphaBay Market è una truffa bitcoin?

AlphaBay Market

Il mondo del bitcoin non è fatto solo da guadagni facili e studenti che diventano milionari per caso. I bitcoin, infatti, possono essere utilizzati per fare speculazioni finanziarie utilizzando piattaforme autorizzate e regolamentate, è vero. Ma purtroppo la maggior parte del trading di bitcoin si svolge ancora utilizzando piattaforme deep web, molto pericolose: la probabilità di subire truffe è veramente elevata. La storia di AlphaBay Market ne è una dimostrazione.

Per chi si avvicina per la prima volta al mondo del bitcoin, il rischio di subire truffe è veramente elevato. Truffe con i bitcoin ce ne sono tantissime, purtroppo. Il deep web, la parte più oscura e pericolosa di internet, non è un luogo virtuale facile. Ecco perché tutti coloro che vogliono guadagnare con i bitcoin ma non vogliono rischiare nulla devono scegliere esclusivamente piattaforme di trading autorizzate e regolamentate, costantemente controllate dalle autorità.

Ma che cosa è successo a AlphaBay Market? Si tratta, o meglio si trattava, della più grande piattaforma bitcoin dopo la chiusura SilkRoad da parte dell’FBI. Ebbene, negli ultimi giorni il sito è stato messo online e sono letteralmente spariti depositi che ammontano a 1.479 Bitcoin, una somma che equivale a quasi 4 milioni di euro.

Negli stessi giorni, si è registrata sulla Blockchain un trasferimento di esattamente 1.479 Bitcoin: la trasparenza del protocollo bitcoins ha consentito di individuare subito la transazione anche se non essendoci alcuna autorità di regolamentazione, i legittimi proprietari dei bitcoins non ne potranno mai recuperare il possesso.

Si tratta chiaramente di un Exit scam: la piattaforma ha accumulato i bitcoin degli utenti per un certo periodo e poi ha semplicemente chiuso senza lasciare traccia. I bitcoin, probabilmente, sono stati scambiati contro denaro reale che poi è finito in un conto cifrato in qualche paradiso fiscale.

Operare con i bitcoin senza truffe

Per tutti coloro che vogliono investire sui bitcoin il consiglio è quello di utilizzare esclusivamente piattaforme autorizzate e regolamentate. Queste piattaforme sono sottoposte al controllo continuo da parte delle autorità e possono quindi garantire sempre la massima sicurezza e affidabilità.

Tra le migliori piattaforme per il trading di bitcoin, segnaliamo:

  • Plus500: una delle migliori piattaforme finanziarie a livello europeo. Plus500 è completamente gratuita, senza commissioni e senza costi. Offre la possibilità di operare in modalidtà demo, cioè con soldi virtuali e senza rischi. Puoi iniziare con Plus500 cliccando qui.
  • eToro: è una piattaforma di trading di bitcoin davvero speciale. Oltre a essere completamente gratuita e a funziona veramente bene, è la prima piattaforma di social trading al mondo. Questo significa che è possibile copiare, in maniera automatica, quello che fanno i trader più bravi per ottenere da subito profitti elevati. Il social trading, inoltre, è anche un modo perfetto per imparare il trading, perché si può vedere in tempo reale quello che fanno i più esperti. Puoi iniziare con eToro cliccando qui.
  • Markets.com: è una delle piattaforme più antiche e prestigiose. Markets.com offre un’interfaccia estremamente intuitiva, grazie alla quale anche i principianti possono ottenere da subito un buon livello di successo. Markets.com offre ottimi corsi di trading, sia dal vivo (corsi che si svolgono nelle principali città italiane) che via internet. L’iscrizione è completamente gratuita e non ci sono costi di nessun tipo. Puoi cominciare con Markets.com cliccando qui.

Le piattaforme che abbiamo elencato sono solo alcune tra quelle che offrono la possibilità di operare sui bitcoin ma sono decisamente le migliori perché gratuite e sicure. Chi sceglie queste piattaforme ha la certezza matematica che non sarà in nessun caso truffato.

AlphaBay Markets: dettagli

AlphaBay Market è (era) un mercato online darknet operante sulla rete Tor. Pre-lanciato nel novembre 2014 e lanciato ufficialmente il 22 dicembre 2014, ha visto una crescita costante, con 14.000 nuovi utenti nei primi 90 giorni di funzionamento. Il sito web Gwern.net, principale fonte di informazione affidabile sulla parte oscura di internet, ha collocato AlphaBay Market nel primo livello dei mercati per quanto riguarda la probabilità di sopravvivenza a 6 mesi e ha dimostrato di avere successo. Nell’ottobre 2015, è stato riconosciuto come il più grande mercato on-line darknet secondo Dan Palumbo, direttore di ricerca della Digital Citizens Alliance. Purtroppo le previsioni di Gwern.net e i bitcoin dei clienti sono stati rubati in questi giorni.

I servizi non standard comprendono contratti digitali personalizzabili per costruire reputazione. Nel maggio 2015 il sito ha annunciato un contratto digitale integrato e un sistema di garanzia. Il sistema contrattuale consente agli utenti di impegnarsi e di accettare di fornire servizi in futuro, secondo i termini del contratto.

Oltre al bitcoin, AlphaBay Markets gestiva anche Monero, una criptovaluta considerata ancora più anonima e affidabile del bitcoin.

Nel corso della sua storia, conclusa con una beffa per chi aveva depositato bitcoin, AlphaBay ha avuto una lungua scia di problemi. Nell’aprile del 2016 il software di AlphaBay è stato compromesso, con il furto 13.000 messaggi. Nel gennaio 2017 l’attacco è stato ripetuto. In questo caso furono rubati ben 200.000 messaggi privati oltre che a informazioni personali degli iscritti.

In molti casi, poi, AlphaBay Markets è stato utilizzato per la vendita di account rubati o di altre informazioni frutto di azioni di hacker. Infine, Il giornale britannico Daily Mail ha sottolineato che AlphaBay Market potrebbe essere legato alla mafia russa. Insomma, se vuoi guadagnare con i bitcoin stai molto attento a chi affidi i tuoi soldi…

One Response to AlphaBay Market è una truffa bitcoin?

  1. Marcello Coiana ha detto:

    Ma come si fa ad affidare i soldi a piattaforme così? Io intanto mi godo i profitti che sto facendo con eToro in modo automatico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *