Analisi prezzo oro

Come di consueto, pubblichiamo la nostra analisi settimanale sull’andamento del prezzo dell’oro:

Movimentazione senza dubbio anomala da parte dell’oro anche in questo 2014, con improvvisi e repentini cambi di direzione. Basti pensare che soltanto nella giornata del 10 luglio si è passati in poche ore da una quotazione di 1328 dollari a 1338 dollari.

Inizia a farsi strada l’idea che nel corso dell’ultimo anno, dietro a questa enorme tenuta del metallo giallo sui mercati internazionali, ci sia l’influenza di alcuni “poteri forti”, in grado di riuscire a controllarne le quotazioni. Una continua tendenza rialzista attesa anche nelle prossime giornate. Superata infatti l’importante quota di resistenza fissata ad un livello di 1340 dollari, il prezzo dell’oro potrebbe spingersi anche sopra quota 1351 dollari, che rappresenta il livello massimo da ottobre 2013.

Viceversa un ritracciamento sotto quota 1330 dollari, potrebbe portare l’oro a spingersi verso area $1323-$1320.

trading oroNel frattempo l’India ha confermato un livello di importazioni dell’oro al 10 per cento, mentre lo stato della Svizzera ha deciso di modificare la propria Carta Costituzionale, sulla base di tre punti fondamentali: portare tutto l’oro Svizzero dentro i propri confini, detenere un ammontare di metallo giallo che corrisponda almeno al 20 per cento del valore delle attività risultanti in bilancio, vietare la vendita delle riserve aurifere di proprietà della ricca Banca Centrale svizzera.

La crescente tendenza rialzista dell’oro, secondo la maggior parte degli analisti, è da ricercarsi anche nel deterioramento delle situazione geopolitica sulla striscia di Gaza, oltre alle sempre forti tensioni sul fronte russo-ucraino. A tutto questo si aggiunge l’Iran, fonte di elevata preoccupazione.

Premesso ciò, occorre considerare gli ultimi sviluppi sulla salute dell’economia del Vecchio Continente, non di certo confortanti. In primis quelli provenienti dal Regno Unito, che ha annunciato un primo rallentamento della crescita.

Non di certo possono essere ritenute incoraggianti le notizie che provengono dalla Grecia, che dopo aver diffuso i primi dati sulla ripresa economica, continua ad essere gravata da un tasso di disoccupazione molto elevato, che nello scorso mese di aprile ha raggiunto il valore record del 27,3 per cento.

Senza dimenticare le notizie pessime che ci giungono dal Portogallo, che nei giorni scorsi ha annunciato che la più importante banca del paese, il Banco Espirito Santo, non è stata capace di pagare i bond in scadenza.

Tutta una serie di situazioni che hanno nuovamente portato in auge gli investimenti nel bene rifugio per eccellenza, qual è appunto l’oro.

Motivi politici, economici e notizie non di certo rassicuranti su guerre e scontri in diverse aree del pianeta, spingono sempre più in alto le quotazioni del metallo giallo, attese perciò in rialzo anche in un prossimo futuro.

2 Responses to Analisi prezzo oro

  1. Conte Zio ha detto:

    Bell’articolo e bella analisi, bravi gli svizzeri che vogliono evitare che la loro ricchezza nazionale venga regalata. La Svizzera è la patria della libertà, libertà e prosperità non possono che andare insieme e soprattutto non possono che accompagnarsi ad un popolo intelligente e capace di meritarsi la libertà.

  2. Foster ha detto:

    Io in questi giorni sto scaldando i motori, ho già fatto un bel deposito su AvaTrade (che per me è il miglior broker per tradare oro) e sono pronto per quando il mercato scatterà. per me è veramente questione di giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *