Analisi tecnica e analisi fondamentale

I due principali tipi di analisi dei mercati sono l’analisi fondamentale e l’analisi tecnica. Vediamo come funzionano e come fare a utilizzarli per migliorare il trading.

Fare trading significa comprare un bene ad un prezzo e rivenderlo ad un prezzo più alto in seguito, o almeno questa è la definizione più semplice, visto che con tutte le moderne varianti potremmo dire che fare trading significa trarre un profitto dalle variazioni di prezzo di un bene, qualunque sia il bene in oggetto e qualunque sia la variazione di prezzo.

analisi tecnica e fondamentale

Dunque per fare profitti con il trading il segreto è prevedere, in modo affidabile e preciso, l’andamento dei prezzi del bene su cui si vuole fare il trading stesso.

Ed esistono, sostanzialmente, due metodi per prevedere i prezzi: l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale.

L’analisi fondamentale la metto al primo posto, non solo perché io sono personalmente un esperto di questo tipo di analisi, ma perché secondo me è quella che ha i fondamenti scientifici più forti. Di fatto, in questo caso, le previsioni vengono fatte sulla base di precisi modelli che implicano l’analisi dell’economia reale per prevedere l’andamento di un bene, oltre che di eventi geopolitici o di altro tipo che possono influenzare i mercati stessi.

Per capire meglio il concetto, vediamo un esempio concreto: previsione del prezzo di un barile di petrolio. Un analista fondamentale cercherà di utilizzare le previosioni del PIL, la consistenza delle scorte, la presenza o meno di guerre, rivoluzioni e altri rivolgimenti in aree dove il petrolio si produce e via dicendo.

Di fatto cercherà di capire se la domanda di petrolio crescerà o scenderà e se la produzione scenderà o salirà e sarà sufficiente a soddisfare la domanda o meno.

Un analisti tecnico, invece, si comporta in modo diametralmente opposto. L’analista tecnico osserva i grafici dei prezzi e, in base a determinate figure che scorge, fa le sue previosioni. Detta così potrebbe sembrare un’operazione piuttosto stregonesca, ma si tratta di un procedimento con solide basi matematiche, un’extrapolazione. Il metodo funziona perché, in fondo, i mercati funzionano seguendo uno schema predefinito, a grandi linee, e quindi possono essere interpretati in base a questo schema anche per quanto riguarda il futuro.

Quello che è importante sottolineare è che l’analisi ideale si compone sia di analisi tecnica che fondamentale, anche perché di solito l’analisi tecnica risulta più utile per fare previsioni a breve e brevissimo periodo (tanto care ai trader di opzioni binarie) mentre quella fondamentale è più adatta per le analisi di lungo periodo.

Giulio Quinto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *