Mercati azionari

Apple: è il momento di investire?

Apple è una delle più grandi aziende negli Stati Uniti, con una capitalizzazione di mercato di oltre 916 miliardi di dollari a partire dalla metà di gennaio 2018. La società è nota in tutto il mondo per i suoi prodotti iPhone e iPad e per progetti futuristici come l’auto a guida autonoma. È uno stock molto popolare sul mercato, con un volume medio di quasi 29 milioni di azioni Apple scambiate al giorno. Molti addetti ai lavori di Apple possiedono grandi partecipazioni in società, insieme a investitori istituzionali, che hanno posizioni massicce.

Per chi ha deciso di investire in Apple il 2017 è stato un altro anno di soddisfazioni e secondo gli analisti di Morgan Stanley le azioni Apple avranno probabilmente un eccezionale 2018. Apple “rimane la nostra prima scelta nel 2018 tra tutte le società tecnologiche”, ha sottolineato la banca di investimenti chiarendo che la visione ottimistica è in parte dovuta al successo del nuovo iPhone X in Cina. Gli smartphone hanno visto una crescita più rapida degli acquisti rispetto a iPhone 8 e iPhone 8 Plus.Altro motivo che fa ben sperare l’azienda della mela morsicata è che circa la metà degli acquirenti cinesi di iPhone X possedeva in precedenza iPhone 7 o iPhone 7 Plus.

Tuttavia, all’inizio del 2017, le vendite in Cina sono state lente
, spingendo alcuni azionisti a interrogare il CEO Tim Cook sul fatto che la società avesse problemi. Cook ha detto che crede che la Cina sia una grande opportunità per Apple. Nel suo ultimo trimestre, le vendite di Apple nel Paese sono aumentate e molti analisti prevedono che la crescita continuerà a migliorare.

Secondo Katy Huberty, l’analista di Morgan Stanley che ha scritto la nota agli investitori, il numero di persone che passano agli iPhone di Apple in Cina è aumentato. E i dati suggeriscono che più persone in Cina si stanno spostando verso Apple rispetto a rivali cinesi come Huawei e Oppo.
Huberty non ha detto quanti iPhone Xs Apple potrebbero vendere in Cina il prossimo anno, ma la quota di mercato dell’azienda è in aumento. “Questi dati indicano che una penetrazione più rapida di iPhone X, ha accelerato i guadagni della quota di mercato per l’iPhone in Cina”, ha spiegato.

Il prezzo delle azioni di Apple è aumentato del 46% nel 2017
, chiudendo l’anno a 169 dollari per azione, vicino al suo massimo storico di 177 dollari, anch’esso raggiunto nel 2017, quando gli investitori sono saliti sul treno del gigante tecnologico in vista del lancio di iPhone X a settembre.

In un’ottica di diversificazione degli investimenti Apple si conferma dunque un ottimo titolo su cui puntare
. Uno dei metodi di investimento sulle azioni Apple è quello del trading azionario: nel mondo del trading infatti esistono numerose e interessanti offerte per investire online nel settore della tecnologia e diversi partner finanziari offrono questo tipo di investimenti in CFD. In particolare ci sentiamo di consigliare per efficienza e diversificazione del portafoglio TRADE.com, broker regolamentato in grado di offrire una scelta di investimenti tra oltre 2.100 strumenti finanziari. Per limitare i rischi del trading con i CFD, TRADE.com offre ai propri clienti dei veri e propri corsi online per apprendere come operare.

Puoi iscriverti gratis su TRADE.com cliccando qui
. Puoi leggere qui la nostra recensione di TRADE.com.

Intanto alcuni analisti pensano che Apple potrebbe essere la prima azienda a raggiungere 1 trilione di dollari di capitalizzazione di mercato nel 2018, con un salto del 14% rispetto alla situazione attuale.

L’azienda ha da poco annunciato che prevede di contribuire con 350 miliardi di dollari di investimenti all’economia degli Stati Uniti nell’arco di cinque anni, attraverso nuovi posti di lavoro, una seconda sede ed una serie di investimenti.

Apple si aspetta di pagare una tassa di rimpatrio di circa 38 miliardi di dollari, in base alla nuova legge fiscale voluta da Trump. Con oltre 250 miliardi di dollari attualmente detiene il maggior quantitativo di denaro estero rispetto a qualsiasi altra società statunitense. “Un pagamento di quelle dimensioni sarebbe probabilmente il più grande del suo genere mai realizzato”, ha sottolineato Apple. La società ha in programma di creare 20mila posti di lavoro oltre agli 84mila attualmente disponibili. Alcune di queste posizioni saranno nelle sedi esistenti, mentre altre saranno in un nuovo campus che la società vuole aprire prossimamente. La nuova struttura “ospiterà inizialmente il supporto tecnico per i clienti”, secondo il comunicato. Apple ha aperto un nuovo campus a forma di astronave chiamato Apple Park nel 2017, che ha richiesto anni di lavoro prima di essere completato.

Al di fuori dei suoi campus, Apple intende investire 10 miliardi di dollari nei data center e si è impegnata ad utilizzare “il 100% di fonti di energia rinnovabile” nei suoi data center e nel suo nuovo campus.

Le spese di Apple per i prossimi cinque anni includeranno anche maggiori risorse assegnate al suo Advanced Manufacturing Fund, che investe in produttori nazionali. Inizialmente, la società aveva pianificato di investire 1 miliardo di dollari attraverso il fondo, ma ha detto che avrebbe aumentato la cifra fino a 5 miliardi di dollari.

“Le spese di capitale pianificate negli Stati Uniti, gli investimenti nella produzione americana nell’arco di cinque anni e un pagamento dell’imposta record al momento del rimpatrio degli utili all’estero rappresenteranno circa 75 miliardi di dollari del contributo diretto di Apple”, ha affermato la società. Infine, Apple prevede di aumentare la spesa per il suo programma ConnectED, che aiuta i bambini nelle scuole ad apprendere tramite la tecnologia.

Lascia un commento