Azionario e commodities a picco (Analisi 24 Maggio 2016)

Non è certamente stato l’inizio di settimana migliore da parte dei mercati azionari mondiali, e dei metalli preziosi, in quanto la nuova minaccia dell’innalzamento del tasso d’interesse, sta incominciando a pesare su tutti i mercati finanziari.

L’oro ha continuato a toccare nuovi minimi, mentre il Dollaro USA ha continuato a guadagnare punti. Durante la sessione Asiatica, durante la giornata di martedì, l’Oro è crollato di 4 dollari a 1247, per poi crollare di nuovo fino a 1243. La Federal Reserve, ha ormai preso una posizione abbastanza hawkish, e sta parlando sempre di più per un innalzamento dei tassi già da giugno, oppure da Luglio.

Anche l’argento è in continuo calo, e questa mattina ha per adesso già perso il -0.47%, ed è scambiato a 16.2800, il Platino è rimasto invece abbastanza bilanciato durante la giornata di martedì, dopo un crollo sostenuto durante la sessione di lunedì. Il platino, per adesso, è scambiato a 1013.

L’azionario asiatico è caduto vicinissimo al minimo delle ultime 10 settimane durante questa mattina, in quanto gli investitori sono sempre più preoccupati per un innalzamento dei tassi in arrivo già da questo mese.

L’indice MSCI, uno dei più importanti della regione asiatica, è scivolato dello 0.4 percento, prendendo delle perdite di circa il 5% questo mese, avvicinandosi ai suoi livelli minimi dallo scorso marzo. Il mercato sembra dunque essere sempre più attento , man mano che ci avviciniamo al discorso del capo della Federal Reserve: Janet Yellen.

Il Presidente della Federal Reserve di Philadelphia, Patrick Harker, ha confermato durante la giornata di lunedì, che un incremento del tasso d’interesse a Giugno è probabile, a meno che i dati finanziari non saranno più deboli del previsto. Il Presidente della Federal Reserve di Sain Luise ha confermato che mantenere i tassi troppo bassi per troppo tempo, potrebbe causare un’instabilità finanziaria. Il Presidente della Federal Reserve, Janet Yellen, terrà un discorso presso l’Università di Harvard, durante la giornata di venerdì, il giorno in cui gli investitori verranno a conoscenza della seconda stima sulla crescita USA del primo trimestre.

Sarà una settimana piena di appuntamenti, in quanto gli investitori si aspettano sia i dati sulle nuove vendite di abitazioni, sugli ordini di beni durevoli e della fiducia dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *