Mercati azionari

Azioni italiane: quali sono le migliori e come investirci

Nonostante negli ultimi anni l’economia italiana abbia faticato a decollare, per le motivazioni che oramai tutti conosciamo, sono diverse le azioni italiane molto interessanti sul mercato.

Oggi cercheremo proprio di capire quali sono le migliori azioni italiane su cui investire, analizzando storia, caratteristiche e possibili previsioni.

Come spesso ripetiamo un asset da solo non basta a fare l’investimento: senza il metodo e gli strumenti giusti non si potrà fare molto in verità

Per questo analizzeremo due diverse metodologie di investimento differenti, entrambe con i loro pro e i loro contro, così da capire quale risulta più funzionale per i nostri scopi.

Possiamo già anticipare che i metodi di investimento che prenderemo in considerazione nella nostra analisi sono gli investimenti diretti classici, magari attraverso banche o istituti di credito, e il trading online, per il quale sarà necessario scegliere un broker con cui operare.

Nel corso di questa guida vedremo anche alcuni dei migliori broker in circolazione, poiché la celta del broker, come i può immaginare, è un passo davvero molto importante per un aspirante trader.

Prenderemo in considerazione 3 dei migliori broker attualmente sul mercato: eToro, Trade.com e Plus500.

Non perdiamoci in ulteriori preamboli e vediamo alcuni motivi per investire in azioni italiane.

Elenco piattaforme gratis per investire in azioni italiane

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    79.20 % dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Perché investire in azioni italiane

    Molti lettori avranno sicuramente dei dubbi sull’investire in azioni italiane, stagnante com’è l’economia del bel paese. Tuttavia i motivi per investire ci sono eccome.

    Prima di tutto non dobbiamo confondere dei piani che sono spesso diversi tra loro. Tanto per intenderci, non è detto che se i consumi siano al ribasso anche in borsa le cose debbano necessariamente andare male.

    E infatti, prendendo in esame l’anno 2019, la borsa italiana non ha per niente sfigurato, anzi.

    I dati ci dicono che non solo il FTSE MIB ha performato meglio di quanto ci si poteva attendere, ma mediamente meglio dell’eurozona.

    Il 2019, infatti, si è chiuso con un 20,3% di guadagni per l’indice Eurostoxx, amplificato dalla performance della borsa di Milano, che ha registrato un guadagno dell’oltre 24%.

    Il clima non è per forza negativo. Certo l’inizio del 2020 non è stato facile per nessuna borsa mondiale o quasi, e l’Italia essendo stata tra i paesi più colpiti non ha risposto nemmeno troppo male.

    Ovviamente la battuta di arresto c’è stata, e va comunque tenuta ben presenta prima di muoversi sui mercati finanziari.

    Al netto di ciò le previsioni rimangono positive ed investire in azioni italiane potrebbe ancora essere una buona idea.

    La domanda da porsi ora è un’altra: dopo aver compiuto questo genere di considerazioni, come investire in azioni italiane nel pratico?

    Nel prossimo capitolo cercheremo proprio di rispondere a questa domanda, cercando di analizzare i due metodi più noti al momento, investimenti diretti e trading online.

    Come comprare azioni italiane: investimenti diretti

    La prima metodologia di cui vogliamo parlare è rappresentata dagli investimenti diretti. Si tratta del metodo tra i più longevi ed utilizzati ancora oggi, e dunque sempre attuale ed efficace.

    Vediamo, allora, pro e contro degli investimenti diretti.

    Il primo vantaggio da annoverare è sicuramente da ricollegare alla sicurezza offerta. In genere, un utente medio può accedere a questa forma di investimento attraverso una banca o un istituto di credito.

    Questi enti sono senza dubbio affidabili, il che è sempre un vantaggio da non sottovalutare quando si investono i propri risparmi.

    Inoltre, l’investimento diretto, oltre ai profitti derivanti la compravendita, ha una seconda modalità con cui guadagnare: i dividendi.

    Comprando delle azioni si diventerà automaticamente soci di quella società, pertanto si accederà alla divisione dei dividendi per la percentuale corrispondente al numero di azioni in proprio possesso.

    Veniamo, ora, agli svantaggi di acquistare con investimenti diretti azioni italiane.

    Generalmente, i costi da sostenere per questo tipo di investimento sono abbastanza alti e poco accessibili per l’utente medio.

    Inoltre le banche, se da un lato di certo garantiscono una certa sicurezza di fondo, presentano anche diverse commissioni, che non faranno altro che aumentare i costi per queste operazioni.

    Ultimo aspetto negativo è che, in caso di fasi laterali del mercato, con gli investimenti diretti ci sarà ben poco da fare.

    Questo perché le azioni generano un valore solo se vendute a prezzi maggiori rispetto al prezzo di acquisto. Vien da sé che se il valore delle azioni scende anziché aumentare, magari a causa di una crisi economica, cosa anche frequente oramai, non si avrà modo di recuperare la situazione.

    Analizzati pregi e difetti di questa forma di investimento, vediamo in cosa consiste il trading online.

    Lista migliori azioni italiane

    Intanto forniamo qui una lista delle migliori azioni italiane per le quali abbiamo anche apposite guide all’investimento nel nostro sito:

    Come comprare azioni italiane: trading online

    Il trading online è ormai una certezza del mondo degli investimenti. Pur essendo un settore giovane, ha ormai un solido ed ampio bacino di utenza, con milioni di persone il tutto il mondo che utilizzano questo sistema per investire sui mercati finanziari.

    Veniamo subito ai vantaggi e gli svantaggi che presenta questo sistema di investimento.

    Partiamo dalle note positive. Il trading online presenta costi ben minori rispetto agli investimenti diretti e questo soprattutto per un motivo: i CFD.

    I CFD, o contratti per differenza, sono uno strumento derivato quasi onnipresente nel trading online, che permette di speculare sulle oscillazioni di valore di un asset senza acquistarlo davvero.

    Ciò ha sia vantaggi che svantaggi. Tra i vantaggi possiamo nominare i costi molto contenuti e una maggiore flessibilità dello strumento. Difatti, non importa se il valore dell’azione scende o sale, poiché le oscillazioni sia negative che positive produrranno ugualmente profitto.

    Tuttavia, non entrando davvero in possesso delle azioni su cui si investe, non sarà possibile accedere alla spartizione dei dividendi. Tuttavia delle eccezioni alla regola, come vedremo, sono presenti.

    Per fare trading online si deve accedere ad un intermediario, detto broker. A differenza delle banche, i broker non applicheranno costi di commissione, almeno per la stragrande maggioranza dei casi.

    Come si potrà intuire, la scelta del broker è molto importante per un trader: nel settore, purtroppo, non mancano broker fraudolenti o di bassa qualità, pertanto prima di depositare i nostri risparmi si dovrà fare molta attenzione.

    A tal proposito, nel prossimo paragrafo parleremo di alcuni broker particolarmente apprezzati nel mondo del trading online per la qualità e la sicurezza offerti: i broker in questione sono eToro, Trade.com e Plus500.

    Comprare azioni italiane con il trading online: eToro

    Il primo broker di cui parleremo è un vero e proprio mostro sacro del settore, un broker che oramai può contare più di 14 milioni di utenti sparsi in tutto il mondo.

    Risultati del genere non si raggiungono per caso, e infatti l’offerta di eToro è tra le più originali e complete dell’intero settore.

    Tra le caratteristiche più interessanti del broker abbiamo la celeberrima Area Social. Grazie a questa features la piattaforma di eToro presenterà molte caratteristiche derivate dal mondo dei social network.

    Un utente eToro potrà comunicare con altri utenti, visitarne i profili e carpirne importanti notizie e strategie. Si tratta di un aspetto da non sottovalutare assolutamente, poiché permette di velocizzare di molto il processo di apprendimento per i meno esperto.

    Correlata all’Area Social abbiamo un altro strumento targato eToro: il Copy Trading.

    È un vero e proprio sistema di trading automatico, il quale permetterà di replicare ogni operazione effettuata da un altro utente.

    Clicca qui per investire in azioni italiane con eToro

    A quest’ultimo, poi, verranno anche corrisposti dei premi in base al numero di follower accumulati.

    Come abbiamo detto, i CFD per quanto siano un ottimo strumento e molto flessibili, non permettono di ottenere i dividendi.

    eToro risolve questa situazione grazie agli investimenti in Real Stock, grazie ai quali si potrà acquistare in senso bene un asset qualsiasi tra quelli previsti.

    Clicca qui per investire in Real Stock in azioni italiane con eToro!

    Concludiamo il nostro discorso su eToro parlando del deposito minimo, che il broker ha fissato a 200 euro. Si tratta di una cifra modesta per quanto non trascurabile, ma comunque in linea con la media del mercato.

    Ricordiamo che il deposito minimo non è una tassa da pagare al broker, ma denaro immediatamente utilizzabile per gli investimenti.

    Comprare azioni italiane con il trading online: Trade.com

    Nel trading online il lato formativo ha un ruolo praticamente fondamentale. Senza un accurato studio della materia non sarà assolutamente possibile ottenere dei risultati.

    Trade.com è un broker perfetto da questo punto di vista. A tutti gli utenti iscritti alla piattaforma viene messa a disposizione una guida gratuita e 15 video lezioni, le quali risultano molto chiare e non eccessivamente tecniche, dunque pensate appositamente per i novizi del settore.

    Clicca qui per ottenere gratis le 15 video lezioni di Trade.com!

    Oltre a ciò, l’offerta di Trade.com comprende diverse piattaforme operative, tra cui spicca MetaTrader4. I lettori di lunga data conosceranno sicuramente questa piattaforma, probabilmente la migliore dell’intero settore.

    Si tratta di una piattaforma esterna, e infatti presente per molti broker diversi, sviluppata dall’azienda MetaQuotes Corp., società leader per ciò che riguarda la progettazione di software per il trading online.

    MetaTrader4 fornisce molti strumenti incredibilmente precisi e di qualità importate, tra cui gli Expert Advisor, un vero e proprio sistema di trading automatico che permetterà di velocizzare molte analisi ed operazioni complesse.

    Al netto di una qualità davvero invidiabile, MetaTrader4 non è una piattaforma molto user friendly. I novizi potrebbero trovare delle difficoltà ad utilizzarla senza preparazione, ma con la giusta pratica non mancherà di regalare grosse soddisfazioni agli utenti.

    Clicca qui e scarica MetaTrader4 per investire con Trade.com!

    Veniamo, adesso, al deposito minimo del broker, corrispondente a 100 euro. Si tratta di una cifra più bassa della media e di certo abbordabile per moltissimi piccoli e medi risparmiatori.

    Comprare azioni italiane con il trading online: Plus500

    Un altro aspetto mai da sottovalutare nel trading online è la semplicità con cui si presenta una piattaforma, soprattutto quando se gli utenti non possono vantare ancora una solida esperienza alle spalle.

    Eccessiva complessità potrebbe distrarre dall’obiettivo primario per ogni trader: investire e studiare i mercati.

    Da questo punto di vista Plus500 presenta una delle migliori piattaforme del settore, semplice ed intuitiva, ma non per questo manchevole dei giusti strumenti per operare.

    Per ciò che riguarda l’offerta di asset di Plus500, possiamo definirla senza problemi quasi mastodontica. Sono più di 2000 gli asset messi a disposizione dal broker, tra cui indici, azioni italiane e straniere, cryptovalute e commodities.

    Clicca qui per investire su oltre 2000 asset con Plus500!

    Tutto ciò solo attraverso i CFD, tuttavia Plus500 riesce a risolvere parzialmente il problema legato ai dividendi.

    Il broker corrisponderà, infatti, dei premi in corrispondenza di eventuali dividendi, ovviamente solo se previsti dalla società in questione.

    Non mancano, poi, una lunga serie di strumenti molto interessanti, come le Opzioni FX, per questo questi esulino dal nostro discorso.

    Iscriviti ora su Plus500 ed utilizza le Opzioni FX

    Le Opzioni FX sono infatti uno strumento molto interessante, tuttavia sono utilizzabili unicamente per il mercato forex.

    Concludiamo il nostro discorso su Plus500 parlando ancora del deposito minimo, anch’esso di 100 euro e dunque sicuramente facile da coprire per molti aspiranti trader.

    Quali sono le migliori azioni italiane da comprare

    Dopo la nostra lunga panoramica sui metodi di investimento con cui comprare azioni italiane, vediamo nel concreto quali sono le società da tenere d’occhio per il prossimo futuro.

    Ricordiamo che questa guida non è da considerarsi come indicazioni agli investimenti. Ogni operazione deve essere ponderata autonomamente e passare per le solite analisi da compiere prima di investire il proprio denaro.

    Fatta questa premessa, possiamo dare uno sguardo alle migliori azioni italiane da comprare. I criteri di classificazione non daranno eccessivo spazio ai dividendi, ma neanche alla volatilità, che come abbiamo visto è ben sfruttabile come i CFD. Tuttavia entrambi questi dati saranno presi in parte in considerazione.

    Ci si è concentrati su società solide che potrebbero incontrare futuri trend positivi, e dunque interessanti da diversi punti di vista.

    Tuttavia, proprio per la flessibilità e i costi di gestione ridotti, il trading online, ad oggi, è un metodo preferibile per investire in azioni italiane.

    Ciò detto, partiamo con la nostra lista, trattando di una società tra le più importanti e longeve tra quelle presenti sulla penisola: Poste Italiane S.p.A.

    Migliori azioni italiane: Poste Italiane S.p.A.

    Poste Italiane S.p.A nasce nel 1862, poco dopo l’Unità d’Italia, proprio per fornire alla nascente nazioni il proprio servizio postale e telegrafico.

    Negli anni le trasformazioni saranno molte, ma per l’attuale organizzazione si dovrà aspettare solo il 1996, quando l’azienda, dopo anni caratterizzati da una forte improduttività, cambiò forma, passando da azienda autonoma a ente pubblico economico, prima di diventare definitivamente S.p.A.

    Le vecchie generazioni ricorderanno sicuramente le criticità di cui l’azienda era vittima. Oggi, al netto di qualche problema che continua a persistere, l’azienda può dirsi effettivamente sana e con interessanti prospettive future.

    Analizzando il grafico tecnico sulle quotazioni dell’azienda negli ultimi anni, ci accorgiamo di due importanti questioni:

    • il trend decennale, nonostante periodi di forte incertezza, è stato generalmente positivo, con picchi interessanti nel febbraio 2020;
    • la crescita poc’anzi descritta è stata interrotta da condizioni di mercato anomale, ossia dalla crisi sanitaria per il coronavirus. Dopo quello che a tutti gli effetti può essere considerato come un imprevisto, la ripresa c’è stata e continua tutt’oggi.

    Poste Italiane ha probabilmente beneficiato delle trasformazioni di cui è stata protagonista tra la seconda metà degli anni ’90 e l’inizio del 2000.

    L’andamento delle azioni societarie può apparire di tanto in tanto zoppicante, tuttavia il trend positivo sul lungo periodo sembra solito, e l’azienda può porsi sicuramente tra le migliori azioni italiane.

    Migliori azioni italiane: Campari S.p.A

    Un discorso simile possiamo farlo anche per la seconda società che vogliamo descrivere in questa guida: Campari.

    Il noto brand italiano può vantare un trend tutto sommato positivo, ma che ha subito una brusca frenata proprio in corrispondenza dell’esplosione della pandemia nel nostro paese nel marzo 2020.

    Dopo l’evento, certo non pronosticabile in nessun modo, la società a ripreso il suo corso. Ricordiamo che si parla comunque di un’azienda di successo in tutto il settore alimentare, senza contare che per ciò che riguarda le bevande alcoliche è tra i discussi leader mondiali.

    Sulla solidità della società c’è poco da dire: impiegata su più settore dell’alimentare, può contare tra le sue fila marchi del calibro di Averna e Glen Grant.

    Quest’ultima, fu acquistata nel 2006, mentre solo più recentemente, nel 2014, andò in porto l’accordo tra i fratelli Averna e il Gruppo Campari, che si accordarono per un prezzo di acquisto intorno ai 103 milioni di dollari.

    Insomma, se altre situazioni anomale non dovessero sconvolgere i mercati in futuro, le azioni Campari potrebbero rivelarsi un investimento decisamente interessante.

    Leggi la guida di approfondimento: comprare azioni Campari

    Migliori azioni italiane: Unicredit

    Passiamo adesso ad un altro tipo di azienda: Unicredit. Il secondo istituto di credito italiano è da anni in una situazione molto particolare, diciamo anche difficile, ma che potrebbe ugualmente essere sfruttata.

    Ma andiamo con ordine.  Dopo i fatti del 2016, che videro un crollo vertiginoso della banca milanese, i successivi aumenti di capitale, pur non raggiungendo la ripresa sperata, riuscirono a recuperare una situazione fattasi tragica davvero velocemente.

    Oggi la situazione è complessa, con Unicredit che alterna buone performance a veri e propri crolli giornalieri.

    Per ciò che riguarda i dividendi, storicamente molto importanti per l’istituto di credito, che non verranno concessi per tutto l’anno 2020.

    La mossa, promossa dalla stessa Banca Centrale Europea, ha l’obiettivo di rafforzare gli assetti patrimoniali di alcuni istituti, e ha incontrato il favore dei vertici di Unicredit, che si sono immediatamente allineati alle direttive.

    Le questioni da analizzare, quindi, sono molte. Abbiamo una società teoricamente sottostimata e che potrebbe in futuro, con le giuste dinamiche finanziarie, tornare a quotazioni ben maggiori.

    Uno sblocco futuro dei dividendi potrebbe attirare il favore degli azionisti e veicolare una futura risalita. I risultati delle ultime trimestrali, inoltre, sembrano incoraggianti, ma attenzione a facili entusiasmi.

    Venendo a questioni più contemporanee, non possiamo non considerare che spesso Unicredit è vittima di una forte volatilità, spiccata considerando il settore di appartenenza.

    Questo può sicuramente costituire un dato preoccupante per coloro che acquistano le azioni Unicredit in modo diretto, ma decisamente interessante per coloro che fanno trading online con i CFD.

    Insomma, Unicredit può offrire svariate possibilità, ma le incognite sono sicuramente diverse. Come sempre si consiglia molta cautela e un continuo monitoraggio della situazione, per non essere mai colti alla sprovvista dalle continue mutazioni dei mercati, settore cangiante per antonomasia.

    Leggi le guide per altri importanti titoli bancari italiani:

    Azioni Italiane

    Azioni italiane: conclusioni generali

    Dopo aver visto 3 delle azioni italiane più interessanti per gli investitori, possiamo trarre diversi spunti dalle nostre analisi.

    Prima di tutto, in seguito alla nostra analisi uno strumento come i CFD, al netto delle eccezioni, ci pare assai più flessibile ed interessante dati gli asset presi in considerazione.

    Soprattutto è interessante la possibilità di investire anche al ribasso, che, come si potrà intuire, si rivelerebbe utile in diverse occasioni.

    Gli investimenti diretti continuano a rappresentare una buona forma di investimento, ma molto statica e certo non per tutti, diversamente dal trading online che prevede costi davvero contenuti.

    Come abbiamo visto, aprire un conto con un broker di qualità, certificato ed affidabile come eToro, Trade.com e Plus500, non richiederà somme superiori ai 200 euro di deposito minimo, somma, tra l’altro, immediatamente utilizzabile per investire nelle migliori azioni italiane in circolazione.

    Detto ciò, chiariamo alcuni punti proprio sul trading online. Il settore è sicuramente aperto a tutti, ma questo non vuol dire che sia semplice approcciarlo.

    Si tratta pur sempre di una forma di investimento, e come tale va onorata con un serio studio della materia e con tanto allenamento pratico.

    Abbiamo visto come, tutto sommato, ottenere una buona preparazione gratuitamente non sia così difficile.

    Per ciò che riguarda l’allenamento pratico, un buon metodo per fare esperienza senza correre rischi è utilizzare uno dei tanti account demo messi a disposizione dai broker.

    Si tratta di vere e proprie simulazioni, utilissime per familiarizzare con il settore, poiché le quotazioni di tutti gli asset ivi presenti sono aggiornate in tempo reale. Questo vuol dire che non ci sono effettive differenze tra le quotazioni per un conto reale e per un conto demo.

    Detto ciò, solo con lo studio teorico della materia e tanta pratica con un buon account demo, si potranno ottenere dei risultati soddisfacenti.

    Domande Frequenti

    Quali sono le migliori azioni di borsa italiana?

    Sicuramente i titoli migliori sono quelli listati nel FTSE MIB, ovvero nel principale indice di borsa italiana. Le azioni italiane più importanti poi sono quasi tutte comprese nel settore energetico dove vantiamo titoli come ENI o Hera, ma anche il settore delle telecomunicazioni è interessante con titoli come Mediaset.

    Conviene investire in azioni italiane?

    La risposta è si perché i titoli italiani sebbene spesso non sono gettonati e forti come quelli di altri paesi sono molto vantaggiosi per investire. Esistono azioni buone per negoziare sul breve, medio e lungo termine in base alle esigenze degli investitori. Il panorama poi è estremamente variegato e permette una perfetta diversificazione del portafoglio investimenti.

    Come investire in azioni italiane?

    Per operare sui migliori titoli italiani oggi non è saggio rivolgersi alle banche. Qui le commissioni sono troppo elevate. Molto meglio cercare di negoziare con piattaforme di investimento online come eToro o Plus500, che sono legali al 100% e senza commissioni fisse di negoziazione.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un commento