Banca Etruria: tutti assolti. Indignati i risparmiatori

Banca Etruria Tutti Assolti

Novità per la questione Banca Etruria, e questa volta si tratta di qualcosa destinato a far scalpore. Il Tribunale di Arezzo ha infatti assolto i vertici di Banca Etruria sul reato di ostacolo alla vigilanza. La bancarotta però rimane.

Fornasari Bronchi Banca Etruria

Fornasari Bronchi Banca Etruria

La sentenza che riguarda i vertici di Banca Etruria è stata emessa: “Il fatto non sussiste”. Sono stati dunque assolti l’ex presidente dell’istituto Giuseppe Fornasari, l’ex dg Luca Bronchi e il direttore centrale Davide Canestri, che furono dunque accusati di aver fornito informazioni inesatte ed incomplete alla Banca d’Italia. Gli imputati erano dunque ritenuti colpevoli di aver mascherato le reali condizioni economiche in cui si trovava la banca tra il 2011 e il 2013, ostacolando quindi il lavoro di vigilanza della Banca d’Italia e della CONSOB.

Il tribunale ha dato, nonostante tutto, ragione alla difesa, affermando che gli imputati avevano reso noto a Bankitalia gli elementi fondamentali e che era stata la stessa CONSOB ad approvare l’operazione in questione. Si tratta quindi di una sentenza fondamentale in quanto andrebbe a dichiarare il fatto che i vertici di Banca Etruria avrebbero operato nel giusto. Una truffa in pieno stile Dubai Lifestyle App quindi.

Banca Etruria: ancora bancarotta ma nessun ostacolo alla vigilanza

L’Ex dirigenza di Banca Etruria è stata quindi assolta dal tribunale di Arezzo, dall’accusa di ostacolo alla vigilanza. L’istituto di credito è come ricordiamo, una delle quattro banche che furono graziate dal governo durante lo scorso Novembre.

Il tribunale, dando quindi ragione alla difesa, ha chiarito il fatto che gli imputati (i vertici di Banca Etruria prima dello scandalo).

Secondo il GUP, per quanto concerne i crediti deteriorati, tutti i criteri internazionali di contabilità ed accantonamento sarebbero stati rispettati. Il procuratore Rossi ha però affermato dopo la sentenza, che la procura è pronta a ricorrere in appello, e che la sentenza appena data non ha niente a che vedere sull’altra accusa più importante: di bancarotta e truffa.

Le nuove indagini si concentrano infatti sui reati di false fatturazioni e di omessa comunicazione al Consiglio di Amministrazione per quanto concerne il conflitto di interessi in relazione ai fidi concessi dalla banca a società collegabili ad alcuni amministratori. Il punto focale della questione, sono alcune consulenze, così come la liquidazione dell’ex direttore generale Bronchi, i fidi concessi e i premi aziendali concessi, e ovviamente anche la vicenda più importante: la vendita di obbligazioni secondarie a tutti i risparmiatori inconsapevoli dei rischi connessi a tali strumenti finanziari.

Si è creata anche una associazione “Ass. Vittime Salva Banche”, che ha subito affermato che l’assoluzione dei vertici sia “vergognosa ed inammissibile”.

Nuova Banca Etruria

Nel gennaio del 2016 la Nuova Banca Etruria nasce subito dalle ceneri per risistemare il bilancio, chiedendo subito il rientro di fidi e prestiti ai correntisti. Una società immobiliare di Arezzo, imbestialita dal comportamento di Banca Etruria, non ci sta e si adopera per via legali grazie ad un avvocato di Roma esperto in diritto Bancario.

La causa inizia il 16 Aprile 2016, la prima richiesta è l’intimazione alla banca di fornire la sua licenza bancaria. Bankitalia non ha però ancora provveduto a mostrare la licenza. La richiesta del giudice non è stata quindi ancora soddisfatta, l’unico documento ad oggi mostrato da Bankitalia sarebbe quello in cui nel 2015 la Banca Centrale Europea autorizza la creazione di una società ponte per risolvere il disastro delle 4 banche regionali. È stato anche opposto il segreto d’ufficio.

Sommario Articolo
Nome articolo
Banca Etruria: tutti assolti. Indignati i risparmiatori
Descrizione
Banca Etruria: tutti assolti. Indignati i risparmiatori e l'Ass. Vittime Salva Banche.
Autore
Nome editore
Mercati 24
Logo editore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *