Economia e Finanza

Banca Popolare di Bari: Mercati24 con gli azionisti che non si arrendono

L’Italia non è un Paese per risparmiatori, purtroppo. Lavorare è difficile, le tasse sono altissime e non sempre è facile mantenere e difendere quello che si è così faticosamente messo da parte. Pensiamo a quello che è successo agli azionisti di Banca Popolare di Bari: convinti dagli impiegati della banca di cui si fidavano a investire in azioni dell’Istituto stesso, si sono ritrovati a dover subire prima una durissima svalutazione dei titoli e poi, forse peggio, nella completa impossibilità di rientrare in possesso dei propri soldi.

Ne abbiamo parlato in questo articolo dedicato alla Banca Popolare di Bari che è diventato rapidamente un piccolo punto di riferimento e di discussione tra gli azionisti traditi. E oggi vogliamo dare conto anche di una manifestazione che si è svolta a Bari il 20 ottobre scorso.

Una manifestazione che ha visto numerosi azionisti fottuti (come si sono autodefiniti) protestare sotto la sede centrale della Banca barese. Una protesta pacifica ma forte, fatta da persone che hanno perso magari i risparmi di una vita a causa del consiglio disastroso di un bancario di cui magari si fidavano.

Purtroppo i mezzi di informazione pugliesi sono tutti allineati sulle posizioni della Banca Popolare di Bari e non hanno dato grande risalto alla manifestazione. Per farci un’idea di quello che è successo, possiamo guardare il servizio di una TV locale, Antenna Sud:

Il video è anche molto interessante perché spiega chiaramente quali sono le leve che gli impiegati della Banca hanno utilizzato per vendere i titoli tossici agli ignari risparmiatori: hanno detto loro che i titoli sono sicuri perché non quotati. Al massimo potevano dire che erano meno volatili. Adesso, invece, chi vuole riavere indietro i propri soldi deve aspettare i capricci della Banca.

azionisti banca popolare di bari

La riforma Renzi sulle banche popolari, pur partorita in pesante conflitto di interesse a causa della presenza di Maria Etruria Boschi, è lodevole perché prova imponendo la trasformazione in Società per Azioni impone un livello di trasparenza superiore alle Popolari. Ovviamente la dirigenza di Banca Popolare di Bari ha accusato la riforma di essere la causa prima della svalutazione dei titoli che ha rovinato gli azionisti. Ma questa posizione è assurda. E’ come accusare il termometro di essere causa della febbre.

Il segreto per investire con successo

Il primo segreto per investire con successo, senza cadere nelle fregature in cui sono caduti gli azionisti della Banca Popolare di Bari, è quello di investire con la propria testa, senza cadere nelle trappole tese da malintenzionati. I malintenzionati sono dovunque: sono gli impiegati dalla banca, conosciuti da una vita, che consigliano di investire in azioni illiquide o destinati al crollo e possono essere nascosti dietro un monitor come quelli che hanno fatto credere a mezza Italia che Profit Maximizer funziona.

Mercati24.com è sempre a fianco degli investitori ed è al fianco più che mai degli azionisti fottuti da Banca Popolare di Bari.

Lascia un commento