Mercati azionari

Berkshire Hathaway Azioni: investire in Warren Buffett

La Berkshire Hathaway è una delle holding che registra più investitori ogni anno, e non per caso una delle più grandi aziende al mondo; del resto, il suo AD è nientemeno che Warren Buffett, uno degli uomini più ricchi al mondo.

Il fatturato complessivo della Berkshire Hathaway si aggira intorno ai 150 miliardi di dollari USA, e il valore di mercato stimato è di circa 400 mila milioni di dollari. È ai primissimi posti tra le aziende di Fortune 500.

L’azienda ha ottenuto negli ultimi 40 anni una crescita del 20% circa per tutti i suoi azionisti, investendo grandi capitali e con un indebitamento minimo.

Dopo la crisi finanziaria, il rendimento è migliorato costantemente. Dal 2000 al 2010 ha avuto un rendimento del 76%, superiore rispetto al -11% dell’indice principale d’America, S&P500.

Warren Buffett

Inizialmente, Berkshire Hathaway aveva essenzialmente un nucleo assicurativo, espandendosi negli anni con un portafoglio che spazia in vari settori e in moltissime imprese.

Oggi come oggi è possibile investire in Berkshire Hathaway grazie ai broker di trading online. Ormai si tratta di una possibilità aperta a tutti. Con il broker eToro si possono comprare e vendere le azioni dell’azienda di Warren Buffett anche copiando professionisti che già vi investono.

Il sistema di Copy Trading permette di fare investimenti replicando sul proprio portafoglio operazioni fatte da altri operatori di eToro. Sul sito ufficiale del broker di possono fare anche prove gratuite di questo innovativo e legale sistema di investimento (clicca qui per visitare il sito di eToro).

Lista delle migliori piattaforme finanziarie legali per investire in azioni Berkshire Hathaway:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    79.20 % dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Berkshire Hathaway Storia

    La storia della Berkshire Hathaway ha origine nel 1839, quando era ancora una società tessile, fondata da Oliver Chace con il nome di Valley Falls, nel Rhode Island. Nel 1929 l’azienda si fonda con la Berkshire Cotone Manufacturing Company fondata nel 1889, nel Massachusetts.

    Buffett da giovane

    Buffett da giovane

    Anni dopo, nel 1955, l’azienda si fonde ancora e diventa finalmente Berkshire Hathaway, e aveva 15 stabilimenti con oltre 12 mila dipendenti, e 120 milioni di dollari in entrate.

    Il 1962 è l’anno in cui arriva Buffett, che inizia a comprare le azioni delle Berkshire Hathaway. Ne acquista così tante da prenderne la gestione, controllare la società e sedare i litigi con gli Stanton.

    Dal 1967, Buffett incomincia a spostare le attività nel settore assicurativo, già alla fine degli anni 70 Warren Buffett, acquista una quota di partecipazione in Geico, che è tutt’oggi parte del core business delle operazioni della Berkshire. Il 1985 è l’anno della chiusura del settore tessile della Berkshire Hathaway.

    Berkshire Hathaway Azioni

    Esistono solamente due tipi di azioni Berkshire Hathaway:

    – Azioni Berkshire Hathaway Class A (BRK.A)
    – Azioni Berkshire Hathaway Class B (BRK.B)

    La differenza principale tra le azioni Berkshire Hathaway classe A e quelle di Classe B è prima di tutto il prezzo. A causa della differenza di prezzo, le azioni di classe B offrono una maggiore flessibilità per gli investitori e forniscono anche un beneficio fiscale potenziale.

    Azioni-Berkshire-Hathaway-Class-A

    Warren Buffett ha dichiarato che le azioni di classe A non potranno mai avere un frazionamento azionario. Crede che il prezzo elevato del titolo, attrae gli investitori focalizzati sui profitti a lungo termine piuttosto che su movimenti di prezzo a breve termine.

    Nel dicembre 2014, Berkshire Hathaway Classe A (BRK.A) era scambiato per quasi 250.000 $ ad azione.

    Berkshire hathaway Italia assicurazioni

    Berkshire Hathaway è presente anche in Italia, con un servizio assicurativo. BHItalia® è un marchio registrato della sede secondaria italiana di Berkshire Hathaway International Insurance Limited (BHIIL).

    La capogruppo dell’azienda di Berkshire Hathaway International Insurance Limited è ovviamente Berkshire Hathaway Inc., con sede negli Stati Uniti d’America.

    Vengono offerti molti prodotti per autoveicoli, moto, imbarcazioni e altri tipi di veicoli.

    Dal giorno 22 Dicembre 2014 BHItalia®, ha smesso di fornire o rinnovare polizze individuali di Responsabilità Civile Veicoli a Motore e Corpi Veicoli Terrestri. Quindi, al momento non è possibile sottoscrivere nuove polizze, o rinnovarle. È possibile tuttavia contattare il servizio assicurativo di Berkshire Hathaway per qualsiasi informazione:

    BHItalia®
    Corso Italia 13, 20122 – Milano MI

    Tel: 02 49524986
    Fax: 02 49524987

    E-mail: direzione(at)bh-italia.com

    Grafico Quotazione Berkshire Hathaway B

    Il grafico delle azioni Berkshire Hathaway B (BRK.B) si prefigura come un ottimo investimento.

    Grafico-Berkshire-Hathaway-B

    Andamento del titolo Berkshire Hathaway

    Il titolo azionario, dal 1996 ad oggi, ha avuto una crescita costante. Uno dei fattori più importanti da tener conto per effettuare delle previsioni sulle azioni Berkshire Hathaway è quello del rilascio di bilanci ufficiali (annuali, semestrali, trimestrali) che possono fornire informazioni importanti in tal senso.

    Obiettivi per gli anni futuri, possibilità di acquisizioni, ampliamenti ecc. È importante dunque seguire sempre con molta attenzione anche le possibili fusioni con altre entità societarie.

    Se si vuole prevedere a breve termine l’andamento delle azioni Berkshire Hathaway, sarà importante tenere conto degli eventi della società, come i fattori societari nel momento stesso in cui vengono annunciati.

    I risultati del bilancio sono molto importanti, in quanto incidono sull’andamento a breve termine del titolo. Gli eventi di economia internazionale, possono premiare o penalizzare le economie di vari paesi (come con Brexit o durante la crisi finanziaria del 2008).

    E anche gli istituti con un core business incentrato al settore assicurativo, come Berkshire Hathaway BRK, potrebbero essere sottoposti a controlli sempre più severi.

    Come interpretare il titolo?

    Per quanto concerne invece l’andamento a lungo termine delle azioni Berkshire Hathaway, prima di investire in azioni Berkshire Hathaway, andrebbero dunque osservati gli ultimi bilanci e rendiconti della holding.

    Buona norma è anche consultare i resoconti e le sintesi degli analisti, che solitamente effettuano un punto della situazione, sottolineando i possibili cambiamenti nella struttura della holding, che influiscono sull’andamento del titolo azionario.

    Nuove acquisizioni, fusioni, nuovi servizi offerti e nuovi paesi per l’espansione. Importante considerare anche le filiali aperte e quelle chiuse, in modo da avere una panoramica della continuità dell’azienda.

    La lettera annuale agli azionisti di Berkshire Hathaway, scritta e firmata ogni anno da Warren Buffett, è sicuramente un ottimo metodo per conoscere tutte le informazioni su questo titolo azionario.

    Intorno a Febbraio, viene inviata la lettera scritta da Buffett, che riassume tutti i traguardi raggiunti durante l’anno precedente.

    La lettera di Buffett non è solo un resoconto delle operazioni di Berkshire, ma una vera e propria visione sul mondo, sull’economia e sulla finanza da parte di uno dei migliori e più saggi investitori al mondo.

    Berkshire Hathaway portfolio

    Berkshire-Hathaway-Portafoglio

    Ci sono circa 6 aziende completamente possedute da Berkshire Hathaway, come la compagnia assicurativa GEICO, la catena Dairy Queen, Bankamin Moore Paints, Netjets, Duracell, Fruit of the Loom.

    Inoltre, esiste anche un portfolio di azioni possedute in parte da Berkshire Hathaway, e che quindi rappresenta anche l’andamento di BRK.A e BRK.B.

    Lista aziende con partecipazione della Berkshire Hathaway

    Azienda
    Simbolo
    Holdings
    Prezzo
    Valore Holding
    Percentuale
    Kraft Heinz Co
    KHC
    325,634,818
    $88.34
    $28,766,579,822
    26.41%
    USG Corporation
    USG
    39,002,016
    $28.83
    $1,124,428,121
    26.38%
    DaVita HealthCare Partners Inc
    DVA
    38,565,570
    $77.73
    $2,997,701,756
    18.64%
    American Express Company
    AXP
    151,610,700
    $63.61
    $9,643,956,627
    15.92%
    Phillips 66
    PSX
    78,782,000
    $76.61
    $6,035,489,020
    15.02%
    Moody’s Corporation
    MCO
    24,669,778
    $103.01
    $2,541,233,832
    12.50%
    Verisign, Inc.
    VRSN
    12,952,745
    $84.69
    $1,096,967,974
    12.02%
    Axalta Coating Systems Ltd
    AXTA
    23,324,000
    $27.84
    $649,340,160
    9.67%
    Wells Fargo & Co
    WFC
    479,704,270
    $48.94
    $23,476,726,974
    9.46%
    The Coca-Cola Co
    KO
    400,000,000
    $45.69
    $18,276,000,000
    9.21%
    International Business Machines Corp.
    IBM
    81,232,303
    $160.28
    $13,019,913,525
    8.41%
    Deere & Company
    DE
    23,280,994
    $83.64
    $1,947,222,338
    7.36%
    Liberty Global plc – Class A Ordinary Shares
    LBTYA
    16,094,575
    $31.61
    $508,749,516
    6.38%
    WABCO Holdings Inc.
    WBC
    3,237,094
    $92.97
    $300,952,629
    5.91%
    Torchmark Corporation
    TMK
    6,353,727
    $62.24
    $395,455,968
    5.29%
    U.S. Bancorp
    USB
    85,063,167
    $41.25
    $3,508,855,639
    4.93%
    Restaurant Brands International Inc
    QSR
    8,438,225
    $41.90
    $353,561,628
    4.17%
    M&T Bank Corporation
    MTB
    5,382,040
    $119.46
    $642,938,498
    3.39%
    General Motors Company
    GM
    50,000,000
    $30.76
    $1,538,000,000
    3.24%
    Media General Inc
    MEG
    3,471,309
    $17.89
    $62,101,718
    2.71%
    Goldman Sachs Group Inc
    GS
    10,959,519
    $162.54
    $1,781,360,218
    2.62%
    Bank of New York Mellon Corp
    BK
    20,827,212
    $39.69
    $826,632,044
    1.93%
    Graham Holdings Co
    GHC
    107,575
    $508.50
    $54,701,888
    1.91%
    Suncor Energy Inc. (USA)
    SU
    30,000,000
    $28.41
    $852,300,000
    1.82%
    Wal-Mart Stores, Inc.
    WMT
    55,235,863
    $73.70
    $4,070,883,103
    1.76%
    NOW Inc
    DNOW
    1,825,569
    $20.54
    $37,497,187
    1.70%
    Liberty Media Group
    LMCA
    10,000,000
    $19.94
    $199,400,000
    1.49%
    Liberty Global plc – Class C Ordinary Shares
    LBTYK
    7,714,316
    $30.91
    $238,449,508
    1.25%
    Kinder Morgan Inc
    KMI
    26,533,525
    $20.90
    $554,550,673
    1.17%
    Costco Wholesale Corporation
    COST
    4,333,363
    $166.94
    $723,411,619
    0.99%
    Verisk Analytics, Inc.
    VRSK
    1,563,434
    $85.60
    $133,829,950
    0.93%
    Twenty-First Century Fox Inc
    FOXA
    8,951,869
    $28.12
    $251,726,556
    0.47%
    Mastercard Inc
    MA
    4,934,756
    $91.45
    $451,283,436
    0.45%
    Visa Inc
    V
    10,239,160
    $78.14
    $800,087,962
    0.43%
    Verizon Communications Inc.
    VZ
    15,000,928
    $55.84
    $837,651,820
    0.36%
    Apple Inc.
    AAPL
    9,811,747
    $98.79
    $969,302,486
    0.18%
    Lee Enterprises, Incorporated
    LEE
    88,863
    $2.04
    $181,281
    0.16%
    Sanofi SA (ADR)
    SNY
    3,905,875
    $41.97
    $163,929,574
    0.15%
    General Electric Company
    GE
    10,585,502
    $32.63
    $345,404,930
    0.11%
    Mondelez International Inc
    MDLZ
    578,000
    $45.68
    $26,403,040
    0.04%
    Johnson & Johnson
    JNJ
    327,100
    $123.18
    $40,292,178
    0.01%
    Procter & Gamble Co
    PG
    315,400
    $85.87
    $27,083,398
    0.01%
    United Parcel Service, Inc.
    UPS
    59,400
    $111.50
    $6,623,100
    0.01%
    Charter Communications, Inc. – Class A
    CHTR
    10,326,803
    $239.11
    $2,469,241,865
     
    Liberty Media Corporation – Series C
    LMCK
    20,000,000
    $19.84
    $396,800,000
     

    Tra tutte queste aziende di cui la Berkshire possiede azioni, quali sono le più importanti?

    1 – Coca Cola

    • AZIONI POSSEDUTE: 400.000.000
    • VALORE DI PARTECIPAZIONE: 17.700.001.000 DOLLARI
    • PERCENTUALE DEL PORTAFOGLIO: 10,36

    La Coca-Cola (KO, 43,26 dollari) e l’American Express sono tra le aziende più famose e celebrate del Berkshire.

    Buffett, un fan sfegatato della Cherry Coke, ha iniziato a investire in azioni KO subito dopo il crollo del mercato azionario del 1987. Nella sua lettera del 1988 agli azionisti del Berkshire, Buffett disse che si aspettava di mantenere il titolo “per un lungo periodo”. Tre decenni dopo, si è dimostrato fedele alla sua parola. Berkshire è il maggiore azionista di KO con il 9,3% delle sue azioni in circolazione.

    La Coca-Cola ha fatto una breve apparizione come componente della Dow Jones Industrial Average negli anni ’30. Le azioni sono state aggiunte al Dow nel 1987, e da allora sono rimaste un membro forte.

    Anche se la performance azionaria di Coca-Cola non ha impressionato – il suo rendimento totale del 121% nell’ultimo decennio è ben al di sotto del rendimento del 211% dell’S&P 500 – è stato il sogno di un investitore di reddito. Il produttore di bevande ha aumentato il suo dividendo annuale per 58 anni.

    2 – Bank of America

    • AZIONI DETENUTE: 925.008.600
    • VALORE DI PARTECIPAZIONE: 19.637.932.000 DOLLARI
    • PERCENTUALE DEL PORTAFOGLIO: 11,50%

    Dovrebbe essere chiaro ormai che Buffett è pazzo per le azioni delle banche. E mentre la Bank of America (BAC, 21,44 dollari) ha faticato quest’anno, la seconda banca più grande della nazione per patrimonio rimane il gioiello della corona delle partecipazioni dello zio Warren nel settore finanziario.

    L’interesse di Buffett per BAC risale al 2011, quando si è precipitato a puntellare le finanze dell’azienda sulla scia della Grande Recessione.

    In cambio dell’investimento di 5 miliardi di dollari nell’azienda, il Berkshire ha ricevuto azioni privilegiate con un rendimento del 6% e warrant che danno al Berkshire il diritto di acquistare azioni ordinarie BofA con un forte sconto. (L’Oracolo di Omaha ha esercitato questi warrant nel 2017, ottenendo un profitto di 12 miliardi di dollari).

    Warren Buffett ha lasciato andare 2,2 milioni di azioni BAC nel quarto trimestre del 2019, ma ciò ha rappresentato una riduzione di appena lo 0,2%. La quota rimanente di 925 milioni di azioni ammonta a circa 19,6 miliardi di dollari.

    Quindi, BofA rimane un grande affare per il Berkshire, con oltre l’11% del portafoglio. Nel frattempo, il Berkshire è il maggiore azionista della Bank of America, con il 10,6% delle azioni in circolazione.

    3 – Apple

    • AZIONI DETENUTE: 245.155.566
    • VALORE DI PARTECIPAZIONE: 62.340.609.000 DOLLARI
    • PERCENTUALE DEL PORTAFOGLIO: 36,49%.

    “Non penso alla Apple come a un titolo. Penso ad essa come al nostro terzo business”.

    Questa è una delle tante canzoni di elogio che Buffett ha lanciato per la Apple (AAPL, 307,71 dollari), che rimane il re delle azioni Buffett. In effetti, le azioni Apple rappresentano più di un terzo del valore del portafoglio del Berkshire.

    L’Oracolo di Omaha si è dilettato solo occasionalmente in titoli tecnologici. Ma ha comprato Apple con decisione, ed è più che felice di discutere il suo ardore per l’AAPL. Come ha detto più volte su CNBC, ama la potenza del marchio Apple e il suo ecosistema di prodotti (come iPhone e iPad) e servizi (come Apple Pay e iTunes).

    “E’ probabilmente il miglior business che conosco al mondo”, ha detto Buffett a febbraio. “E questo è l’impegno più grande che abbiamo in qualsiasi attività, tranne che nelle assicurazioni e nelle ferrovie”.

    Buffett ha dato il suo primo assaggio all’inizio del 2016, e da allora il produttore di iPhone è diventato l’azienda più grande del Berkshire Hathaway. Infatti, nonostante la vendita di circa 3,7 milioni di azioni nel quarto trimestre del 2019, Apple rappresenta quasi il 30% del valore totale del portafoglio azionario di Berkshire Hathaway.

    Con oltre 245 milioni di azioni, BRK.B rimane il terzo investitore di Apple. La holding possiede il 5,4% di tutte le azioni AAPL in circolazione. Solo Vanguard e BlackRock – giganti dell’universo dei fondi indicizzati a gestione passiva – detengono più azioni Apple.

    4 – American Express

    • AZIONI DETENUTE: 151.610.700
    • VALORE DI PARTECIPAZIONE: 12.979.391.000 DOLLARI
    • PERCENTUALE DEL PORTAFOGLIO: 7,60

    A Buffett piace dire che il suo periodo di detenzione preferito è “per sempre”. Basta guardare i componenti che possiede sul Dow Jones American Express (AXP, 82,22 dollari) per capire quanto abbia presto sul serio gli investimenti a lungo termine.

    Buffett ha raccolto la sua partecipazione iniziale nella società di carte di credito nel 1963, quando una American Express in difficoltà aveva un disperato bisogno di capitali. Berkshire lo obbligò, ottenendo condizioni favorevoli sul suo investimento. Buffett ha ricoperto il ruolo di cavaliere bianco molte volte nel corso degli anni, anche durante la crisi finanziaria del 2008, come mezzo per ottenere partecipazioni in buone aziende con uno sconto. (Pensate: Goldman Sachs e Bank of America).

    Berkshire Hathaway, che possiede il 18,8% delle azioni di American Express in circolazione, è di gran lunga il maggiore azionista della società. La n. 2 Vanguard possiede il 6,3%. Buffett ha elogiato il potere del marchio AmEx all’assemblea annuale di Berkshire del 2019. “È una storia fantastica, e sono contento che ne possediamo il 18%”, ha detto.

    Un rendimento totale del 1,040% nell’ultimo quarto di secolo farebbe gola alla maggior parte degli investitori d’altronde.

    Approfondisci: comprare azioni Visa,

    5 – Wells Fargo

    • AZIONI DETENUTE: 323.212.918
    • VALORE DI PARTECIPAZIONE: 9.276.210.000 DOLLARI
    • PERCENTUALE DEL PORTAFOGLIO: 5,43%

    Warren Buffett potrebbe essere stanco della Wells Fargo (WFC, 23,36 dollari), la quarta banca più grande della nazione per patrimonio, ma intanto continua a detenerne azioni.

    La Wells Fargo, che è nel portafoglio del Berkshire dal 2001, si è trasformata in un peso intorno al collo di Buffett dal 2016, quando numerosi scandali sono riemersi in superficie.

    La banca ha aperto milioni di conti falsi, ha modificato i mutui senza autorizzazione e ha fatto pagare ai clienti un’assicurazione auto di cui non avevano bisogno. Il processo di risanamento è stato lento e ha richiesto non uno, ma due amministratori delegati. Le azioni del WFC, nel frattempo, sono rimaste in ritardo rispetto ai suoi colleghi per un bel po’ di tempo.

    Buffett ha venduto le azioni WFC in numerosi trimestri dall’inizio del 2018, anche se ha tenuto duro nel primo trimestre del 2020. Mentre la maggior parte delle vendite precedenti sembrava essere un’operazione di routine per mantenere la posizione al di sotto della soglia regolamentare del 10% di proprietà massima per le banche, Buffett ha ceduto più di 55 milioni di azioni, o quasi il 15% della sua posizione, alla fine dello scorso anno.

    Berkshire rimane il maggiore azionista della Wells Fargo con il 7,9% delle azioni in circolazione, anche se Vanguard, al 7,7%, sta colmando il divario da diversi trimestri.

    Aziende controllate direttamente da Berkshire Hathaway

    Di seguito, esaminiamo in dettaglio 5 delle più grandi acquisizioni dell’azienda. Inoltre, elenchiamo le prime 5 partecipazioni nel portafoglio azionario del Berkshire da 248 miliardi di dollari, che Buffett considera come acquisizioni parziali.5

    1 – GEICO

    • Tipo di attività: Assicurazione
    • Costo di acquisizione: 2,3 miliardi di dollari
    • Data di acquisizione: 2 gennaio 1996
    • Ricavi (esercizio 2019): 35,6 miliardi di dollari
    • Utile al lordo delle imposte (esercizio 2019): 1,5 miliardi di dollari

    GEICO, l’acronimo di “Government Employees Insurance Company”, originariamente serviva i dipendenti federali e le forze armate. GEICO aveva un vantaggio competitivo essendo il primo grande assicuratore a commercializzare direttamente ai clienti.

    Warren Buffett ha acquistato circa la metà delle azioni della GEICO nel corso di alcuni decenni fino al 1996, quando ha acquistato la restante metà della società.

    La GEICO era solo uno degli affari assicurativi di Buffett, avendo acquistato per la prima volta la National Indemnity nel 1967. Poiché i premi assicurativi vengono riscossi in anticipo, e pagati solo quando e se succede qualcosa, le compagnie assicurative si tengono strette una quantità enorme di denaro per coprire i pagamenti futuri.

    Buffett ha utilizzato questo “galleggiante assicurativo” per fare grandi investimenti, che è una delle chiavi del suo successo. Il flottante totale per tutte le attività assicurative del Berkshire era di 130 miliardi di dollari alla fine del 2019.

    2 – Burlington Northern Santa Fe Corporation (BNSF)

    • Tipo di attività: Ferrovia Merci
    • Prezzo di acquisizione: 34,5 miliardi di dollari
    • Data di acquisizione: 12 febbraio 2010
    • Entrate annuali (esercizio 2019): 23,5 miliardi di dollari
    • Utile al lordo delle imposte (esercizio 2019): 7,3 miliardi di dollari

    Il BNSF è stato creato nel settembre 1995, quando la Burlington North Inc. e la Santa Fe Pacific Corp. si sono fuse. Entrambe le società sono il risultato di precedenti fusioni ferroviarie, e BNSF ha ora 32.500 miglia di binari, per lo più attraverso gli Stati Uniti centrali e occidentali.

    3 – McLane Co.

    • Tipo di attività: Servizi della catena di fornitura
    • Prezzo di acquisizione: 1,5 miliardi di dollari
    • Data di acquisizione: 23 maggio 2002
    • Ricavi (esercizio 2019): 49,8 miliardi di dollari
    • Utile al lordo delle imposte (esercizio 2019): 2,6 miliardi di dollari

    McLane è stata fondata nel 1894 come un piccolo negozio di alimentari. Nel corso del tempo, è cresciuta fino a diventare una grande azienda specializzata nella fornitura di prodotti a negozi di alimentari, farmacie, catene di ristoranti e minimarket.

    Nel 1990 è stata acquistata da Walmart, uno dei suoi maggiori clienti. Berkshire l’ha acquistato da Walmart e attualmente gestisce più di 80 centri di distribuzione in tutti gli Stati Uniti.

    4 – Precision Castparts Company (PCC)

    • Tipo di attività: Produzione di componenti industriali
    • Prezzo di acquisizione: 37,2 miliardi di dollari, incluso il debito
    • Data di acquisizione: 29 gennaio 2016
    • Ricavi (esercizio 2019): 10,3 miliardi di dollari
    • Utile al lordo delle imposte (Esercizio 2019) – sconosciuto

    Fondata nel 1953, PPC produce parti metalliche per diversi settori industriali. Al momento dell’acquisizione, circa il 70% del suo fatturato proveniva dall’industria aerospaziale, mentre il 17% proveniva dalla produzione di turbine per le aziende di produzione di energia. Il resto proveniva da altri clienti industriali. Rimane la più grande acquisizione che il Berkshire abbia mai effettuato.

    5 – Lubrizol

    • Tipo di attività: Azienda chimica specializzata
    • Costo di acquisizione: 9,7 miliardi di dollari
    • Data di acquisizione: 16 settembre 2011
    • Ricavi (esercizio 2019): 6,5 miliardi di dollari
    • Guadagno al lordo delle imposte: sconosciuto

    Lubrizol è stata fondata nel 1928 come azienda di prodotti petroliferi a base di grafite. Il successo del suo olio motore “Lubri-Zol” lo portò a cambiare il suo nome nel 1934 in Lubri-zol, lasciando cadere il trattino.

    Lubrizol è stata quotata in borsa negli anni ’60 e si è espansa in una varietà di aziende chimiche in tutto il mondo prima di essere acquistata dal Berkshire nel 2011.

    Come accennato, il Berkshire possiede anche importanti partecipazioni azionarie in grandi aziende statunitensi per un valore totale di centinaia di miliardi di dollari. Ecco uno sguardo ai primi cinque.

    Come investire in Berkshire Hathaway

    Giunti a questo punto, è bene puntualizzare subito che l’obiettivo di ogni investitore che desideri investire nelle azioni Berkshire Hathaway, deve seguire tre principi:

    • Semplicità
    • Velocità
    • Economicità

    Broker Plus500: investire in Berkshore Hathaway e non solo

    Inutile dire, che la piattaforma per acquisto (o vendita, in quanto potrete tranquillamente anche vendere allo scoperto le azioni BRK.B o di qualsiasi altro tipo) di azioni che rispetta in toto questi tre principi, è Plus500. Plus500 è il miglior broker per investire su azioni, forex, materie prime.

    E’ facilissimo da usare, anche per chi non ha mai operato sui mercati finanziari. Per iniziare subito con Plus500, clicca qui.

    Per fornire subito un assaggio di quanto sia semplice investire in azioni Berkshire Hathaway, ecco una schermata di come funziona su Plus500:

    Come-Investire-Berkshire-Hathaway

    Basta premere sul un bottone… E il gioco è fatto. Sarà possibile investire in BRK come un vero trader professionista, senza troppi problemi.

    Il titolo azionario BRK.B è già nel nostro portafoglio da qualche giorno, e inizia già a fruttare molto bene. Per tradare subito azioni Berkshire Hathaway clicca qui: è facile, sicuro, conveniente.

    Operare su Berkshire Hathaway con eToro

    Per investire efficacemente in Berkshire Hathaway come su moltissime altre azioni, si può puntare direttamente sul broker eToro. Si tratta di uno degli intermediari finanziari migliori in assoluto. Questo broker consente di iscriversi e iniziare a negoziare con un deposito minimo di soli 200€.

    eToro è un broker con una piattaforma molto fornita e studiata per essere usata da qualsiasi investitore. Con eToro sia i principianti che i traders più esperti hanno vita facile anche grazie al fatto che il broker ha grafici di prezzo in tempo reale sempre aggiornati.

    Ma l’aspetto che più interessa gli investitori è la possibilità di negoziare su azioni anche copiando investitori professionisti già affermati. Moltissimi investitori di successo si affidano a eToro per piazzare investimenti a mercato, e altrettanti li copiano nelle loro operazioni di mercato.

    Clicca qui per provare l'esclusivo servizio del copy trading di eToro.

    ForexTB per negoziare azioni

    Un broker di ultima generazione davvero preparato per l’investimento azionario è anche ForexTB. Si tratta di un intermediario regolamentato proprio come eToro e come Plus500 con un’offerta molto vantaggiosa per negoziare sui mercati finanziari.

    ForexTB consente di iscriversi e aprire un conto reale a partire da soli 250 euro di deposito minimo. Significa che sia grandi che piccoli investitori avranno così accesso a titoli importanti come quello di BerkShire, ma anche a titoli più piccoli ma sempre vantaggiosi per investire.

    Inoltre ForexTB offre un eccellente corso di trading online, l’ideale per chi è principiante e non s ancora come dominare i mercati finanziari e necessita di formazione. Clicca qui per ottenere il corso gratis ora.

    Berkshire Hathaway
    Comprare azioni Berkshire Hathaway conviene?

    L’azienda di Warren Buffett, l’oracolo di Omaha non può certo mancare nel portafoglio di un buon investitore. Si tratta di un colosso finanziario che ha partecipazioni nelle migliori aziende al mondo.

    Dove investire in Berkshire Hathaway?

    Oggi si può negoziare nelle azioni di questo colosso, all’interno di piattaforme di trading finanziario come eToro o ForexTB senza pagare commissioni.

    Previsioni su Berkshire Hathaway?

    Per capire come si muoverà il titolo nei prossimi anni bisogna guardare alle performance di tutte le aziende coinvolte, in primis le più volatili, ovvero quelle del settore tecnologico.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    2 Commenti

    • Che dire, TOP articolo pure con BRK, e ottimo consiglio di fare trading con PLUS, un broker veramente valido che uso ormai da 6 mesi! Sempre meglio.

    • la descrione del vostro articolo e’ stato fatto in modo molto corretto e intelligente da capire per tutti che vogliono fare trading

    Lascia un commento