Trading

BinckBank Trading

Binckbank trading è il nuovo servizio di investimenti su mercati finanziari offerto dall’omonima banca olandese. Binckbank agisce come broker sin dall’anno 2000, quando già offriva strumenti derivati a banche e aziende. Ora però, in seguito all’acquisizione della finanziaria olandese da parte di Saxo Bank nel 2018, il servizio è stato rinnovato e reso disponibile anche per clienti retail.

Il broker nel tempo ha riscosso un discreto successo arrivando fino alla quotazione presso la borsa di Amsterdam. Nel prosieguo dell’articolo andiamo ad esaminare il servizio trading di Binckbank e tutte le condizioni per usufruirne comprese le commissioni. Inoltre, per permettere al lettore di valutare l’effettiva convenienza del servizio, faremo anche un confronto con il trading online offerto da altri broker come ad esempio Plus500 (clicca qui per visitare il sito ufficiale).

Plus500 è intermediario di livello pari, se non superiore, a Binkbank in Europa (per numero di clienti e volume di trading giornaliero). Per questo si presta molto bene a un confronto. C’è però una differenza sostanziale da chiarire subito: Plus500 non applica commissioni sul trading, Binckbank invece si (scopri qui altri broker senza commissioni).

Binckbank Trading: come funziona

Binckbank ha ideato un servizio che è possibile utilizzare per fare trading online su svariati mercati finanziari. L’offerta del broker si è ampliata molto nel corso del tempo arrivando a comprendere:

  • Oltre 18 mila titoli azionari
  • Titoli di stato e obbligazioni
  • Opzioni (strumento per effettuare investimenti con leva)
  • Futures (strumento mediante il quale le parti si impegnano ad acquistare o vendere, ad una data futura, una certa quantità di attività chiamata “sottostante”).
  • ETF (strumento in tempo reale basato su un sottostante che possono essere comprati o venduti come azioni)
  • CW e Certificates (strumenti derivati per operazioni di vendita e acquisto a scadenza e prezzo prestabiliti)

In quanto a offerta di strumenti operativi, dunque, Binckbank non lascia certo a desiderare con una proposta solida che va incontro alle esigenze di molte tipologie di investitori. Tuttavia, va sottolineata la mancanza dell’offerta di trading in CFD, molto più adatti alla platea del grande pubblico rispetto a strumenti come ETF, Futures etc, davvero molto più complessi da utilizzare.

Binckbank trading: assenza di criptovalute

Tra gli asset di investimento più importanti del momento ci sono anche le criptovalute, le quali non possono essere ignorate dai traders moderni. Binckbank permette il trading su valute virtuali? La risposa è no. Almeno per il momento non è concessa questa possibilità.

Binckbank presenta questo limite, che in realtà è piuttosto comune anche per altri broker bancari (vedi Fineco). Le banche preferiscono consentire il trading su asset più tradizionali, senza sconfinare su sottostanti molto volatili come le criptovalute. Tuttavia, le valute virtuali rappresentano oggi una grande occasione speculativa per i traders, ecco perché invece il broker Plus500 ha dedicato loro ampio spazio sulla sua piattaforma.

Ecco alcuni esempi di criptovalute disponibili per il trading su Plus500:

  • Bitcoin
  • Ripple
  • Ethereum
  • NEO
  • Litecoin
  • IOTA
  • Monero

In pratica, sono presenti tutte le principali criptovalute ad oggi quotate sui mercati finanziari, senza nessuna eccezione. Questo permette ai traders di spaziare e trovare nuovi importanti sbocchi di profitto su mercati volatili e senza commissioni. Clicca qui per scoprire le possibilità di Plus500.

Binckbank trading: tutte le commissioni da pagare

Come abbiamo detto quello di Binckbank trading non è un cattivo servizio per chi desidera fare trading online, tuttavia bisogna sempre fare i conti con le commissioni da pagare, le quali sono abbastanza salate. In base al percorso di trading specifico prescelto dal cliente esiste la possibilità di variare il profilo dei costi. Ecco un quadro generale della situazione:

  • Profilo Fisso Italia Azioni: si tratta del profilo ideale per chi sceglie di operare principalmente sui mercati azionali italiani. Il principio generale è più si opera, meno si paga. Quindi abbiamo: 11 euro di commissione per chi fa meno di 10 operazioni; 9 euro di commissione per chi fa da 11 a 100 operazioni a trimestre; 7 euro di commissione per chi fa da 101 a 1000 operazioni a trimestre; 5 euro per chi fa da 1.000 operazioni in su a trimestre.
  • Profilo Fisso Estero Azioni: questo è il profilo adatto a chi immagina di operare principalmente su mercati esteri, come ad esempio l’azionario statunitense, che è molto redditizio. In questo caso abbiamo: 12 euro di commissione per chi fa meno di 10 operazioni; 10 euro di commissione per chi fa da 11 a 100 operazioni a trimestre; 8 euro di commissione per chi fa da 101 a 1000 operazioni a trimestre; 6 euro per chi fa da 1.000 operazioni in su a trimestre.
  • Obbligazioni, ETF, Certificati: per questi strumenti Binckbank impone lo 0,17% sul controvalore totale degli acquisti. Ci sono comunque dei limiti minimi e massimi: 2,5 euro minimo e 17,5 euro massimo per ogni acquisto sul mercato italiano. Il profilo è identico sulle obbligazioni estere, con un aumento della commissione che lo porta allo 0,18%.

Plus500 trading? Nessuna commissione

Per quanto riguarda il discorso commissioni Binckbank non può reggere il confronto con Plus500. Perché? Per il semplice fatto che Plus500 impone zero commissioni su qualsiasi tipo di strumento o operazione da svolgere. Questo impatta la vita di un traders in due modi:

  1. Forti risparmi: non dover pagare commissioni significa risparmiare molti soldi che altrimenti andrebbero semplicemente perduti per sempre.
  2. Maggiore capitale di investimento: risparmiare significa automaticamente avere più cartucce da sparare sui mercati, con un capitale di trading più consistente.

Clicca qui per visitare il sito ufficiale di Plus500.

Binckbank trading: il conto demo

Tra le possibilità offerte da Binckbank rientra anche un conto demo. Di cosa si tratta? Parliamo di una piattaforma dove si può operare con fondi virtuali e senza commissioni. Si tratta a tutti gli effetti di una simulazione di trading, davvero molto realistica.

Fare operazioni di trading dimostrative significa non mettere a rischio il proprio capitale di investimento. Con un simile strumento si può fare pratica senza temere di perdere denaro e impratichirsi sulla piattaforma. Questa è un’ottima possibilità visto che è ricca di funzioni da apprendere.

Uno strumento come il conto demo è importante dato che permette di vestire i panni del trader anche a chi non lo ha mai fatto prima. La piattaforma permette di osservare i grafici di prezzo in tempo reale che mostrano l’esatto andamento di mercato di titolo, azioni, valute etc.

Continuando sulla scia del nostro confronto, bisogna aggiungere che al pari di Binckbank anche Plus500 ha la sua piattaforma di trading demo. È altrettanto completa e funzionale e per usarla basta procedere a una semplice registrazione qui.

Iscriversi alla piattaforma demo di Plus500 non obbliga a fare depositi o ad operare. Il trading demo è gratuito e disponibile per tutti. Non c’è modo migliore per apprendere le basi del trading online e capire come usare al meglio il proprio capitale di investimento.

Migliori alternative a Binckbank

Per chi guarda a Binckbank come la propria opzione per operare sui mercati finanziari, vogliamo consigliare prima di vagliare le possibili alternative. Sebbene si tratti di una piattaforma affidabile, Binckbank presenta alcuni aspetti che non bisogna tralasciare nelle proprie valutazioni. Non si può dimenticare, infatti, che Binckbank oltre alle commissioni impone anche il pagamento dell’imposta di bollo sul deposito titoli. Questo è un ulteriore costo che grava sulle spalle del trader.

Per chi non può o non vuole accollarsi questi costi, per fortuna le alternative non mancano. Come abbiamo già accennato esistono broker di trading online che non richiedono il pagamento di commissioni, né tanto meno quello dell’imposta di bollo. Questo è possibile perché sono situati all’estero e per questo i clienti di tali broker non sono soggetti al pagamento delle tasse dovute in territorio italiano (che come sappiamo sono sempre un salasso).

3 alternative valide al trading Binckbank

Per trovare broker alternativi a Binckbank bisogna pensare di evitare le banche. Il trading bancario, nonostante possa essere qualitativo, mostra sempre le stesse problematiche relative e commissioni e versatilità operativa. Rivolgendosi altrove, come ai migliori broker di trading online che ora presentiamo, è possibile bypassare tali problematiche, mantenendo comunque alta la qualità.

1 – Trading con Plus500

Nel corso del presente articolo abbiamo proposto Plus500 come broker di confronto rispetto a Binckbank. Questo non è un caso perché parliamo di uno dei maggiori intermediari finanziari a livello europeo. È quotato in borsa e opera nel settore da quasi 15 anni, portando milioni di persone a fare trading sui principali mercati mondiali.

La Plus500UK Ltd è la società che gestisce il marchio del broker e nel panorama del trading è una delle poche che può vantare una quotazione presso la borsa di Londra. Un primato da non sottovalutare. Leggi la recensione di Plus500 qui.

Grazie a un servizio clienti puntuale e all’avanguardia e a una piattaforma veloce e affidabile Plus500 si presenta come eccellente alternativa al trading bancario, riuscendo ad offrire ai suoi clienti un’operatività priva di commissioni e spese, dove si paga soltanto lo Spread.

L’iscrizione a Plus500 si può fare in pochi semplici passi che danno accesso diretto a tutte le funzionalità del broker.

Clicca qui e iscriviti ora a Plus500.

2 – Trading con eToro

In questa guida non avevamo ancora nominato eToro, ma possiamo dire fin da subito che è un broker che non ha nulla da invidiare a Plus500 o Binckbank per quanto riguarda il trading. Per caratteristiche la sua offerta è molto simile a quella di Plus500. La qualità è la stessa e rimane anche l’assenza di spese e commissioni. La differenza sta tutta nella tipologia di piattaforma creata da eToro (visita il sito ufficiale di eToro qui).

Parliamo di un software alternativo e all’avanguardia che integra alle normali funzioni di trading anche alcune caratteristiche “social”. Il broker ha deciso di rendere l’esperienza di negoziazione dei suoi utenti interattiva e coinvolgente, aggiungendo delle funzioni simili a quelle dei social network alla sua piattaforma.

A fianco al social trading eToro ha inserito anche un’altra grande novità: quella del Copy Trading. Con questa funzione è possibile iniziare a copiare gratis e automaticamente le operazioni che fanno altri utenti scoperti con il social trading, detti “Guru eToro” (scopri la guida ai guru qui).

Clicca qui per scoprire la piattaforme di eToro e fare Copy Trading.

3 – Trading con 24option

Infine è possibile proporre come alternativa anche 24option, che si pone anch’esso sul livello degli altri 2 broker. Da sempre attivo in Italia, offre servizi interessanti e molto interattivi. La sua caratteristica principale è la particolare attenzione riservata al cliente in ogni fase della sua esperienza di negoziazione.

In modo particolare 24option cura il trading del cliente mettendo a sua disposizione alcuni servizi esclusivi allo scopo di migliorare i suoi risultati nell’operare su qualsiasi titolo o mercato finanziario. Ecco due esempi di servizi offerti ai nuovi clienti:

  • eBook di Trading: con gli ebook è possibile imparare a fare trading sui mercati finanziari più velocemente e in maniera efficace. Questo è uno strumento fondamentale specialmente per i traders che sono ancora alle prime armi e non sanno bene come prendere decisioni in fase di negoziazione. Clicca qui per scaricare subito gli eBook di 24option.
  • Segnali di Trading: per chi non è pratico di trading esiste anche la possibilità di approfittare dei pratici segnali di trading. Si tratta di notifiche da ricevere su smartphone o piattaforma che indicano al trader su quali asset operare, in quale momento e come farlo nel migliore  dei modi.

Iscriviti ora a 24option qui e scopri segnali di trading.

Binckbank trading: i vantaggi

Esistono alcuni vantaggi anche per il trading Binckbank come:

  • Trading a leva finanziaria: usato per aumentare il potere d’acquisto del trader.
  • Ordini automatici: sulla piattaforma si possono impostare i classici ordini operativi Stop Loss e Take Profit.
  • Varietà di mercati: con 18 mila titoli azioni il trader ha davvero molte possibilità di investimento.
  • Grafici Tecnici: con i grafici di prezzo di Binckbank è possibile tenere sotto controllo le proprie operazioni a dovere, con possibilità di modificare molte opzioni.

Binckbank trading opinioni e recensioni

Saxo Bank ha acquisto Binckbank per la cifra di 476 milioni. Pur non trattandosi di una cifra esorbitante, basta a rendere la dimensione raggiunta da questo broker bancario. Secondo le opinioni e recensioni su Binckbank di analisti ed esperti di trading il broker è solido e affidabile e soprattutto non è una truffa.

Nonostante ciò, noi di Mercati24, non ci sentiamo di dire che il trading con questo broker sia realmente conveniente. L’aspetto che ci porta ad affermare una cosa simile è quello delle commissioni. Nel fare una valutazione consigliamo di porsi una semplice domanda. Perché fare trading a pagamento quando esiste la possibilità di farlo gratis?

Binckbank trading: conclusioni

Sebbene Binckbank abbia lavorato molto bene dal 2000 ad oggi sopravvivendo anche a crisi finanziarie, questo broker non sempre è riuscito a stare al passo con la concorrenza dei moderni broker per il trading online.

Aspetti come l’attenzione alla formazione del trading, la possibilità di fare trading a marginazione usando strumenti a leva e il servizio di short selling depongono sicuramente a favore di Binckbank. Tuttavia, la mancanza di strumenti operativi come i CFD e l’assenza di funzioni moderne come i segnali di trading o il social trading, fa propendere molti utenti per la valutazione di alternative come Plus500.

Il nostro voto
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento