The Bitcoin Code: guadagni facili con il bitcoin o truffa?

bitcoin code

Bitcoin Code (TheBitcoinCode) è una truffa oppure è un metodo sicuro per guadagnare soldi facili? Il bitcoin diventa ogni giorno più popolare e sono sempre di più le persone che vogliono guadagnare velocemente facendo trading di bitcoin. Il sito web di Bitcoin Code promette un arricchimento facile e veloce grazie ai bitcoin. Ma Bitcoin Code funziona davvero?

Ci dispiace, ma dobbiamo subito spegnere le illusioni di chi già si vedeva su una spiaggia tropicale o su una barca a vela grazie ai guadagni ottenuti con Bitcoin Code: il metodo Bitcoin Code purtroppo non funziona. Abbiamo parlato di spiaggia tropicale e di barca a vela perché sono le fotografie pubblicate dal sito di Bitcoin Code per sollecitare gli istinti del lettore e fargli intuire che potrebbe diventare ricco velocemente. Segnaliamo che in alcuni siti pubblicitari ingannevoli il sistema è detto TheBitcoinCode ma è la stessa cosa.

Purtroppo, lo ribadiamo, il metodo Bitcoin Code non funziona, perché non è possibile diventare ricchi in poco tempo senza fare nulla. Questo significa che Bitcoin Code è una truffa?


La parola truffa è gravida di conseguenze e non possiamo utilizzarla
: solo dopo che la magistratura avrà condannato, con sentenza passata in giudicato, i creatori di Bitcoin Code, potremo scrivere pubblicamente che Bitcoin Code è una truffa. Per il momento sconsigliamo vivamente tutti coloro che si imbattono in questa pubblicità ingannevole di investire del denaro.

Attenzione: non stiamo dicendo che il bitcoin non possa generare profitti elevati. Anzi, tempo fa abbiamo raccontato la storia di chi è diventato milionario con i bitcoin, in qualche caso anche senza volerlo…

Il bitcoin può generare profitti elevati a patto però di operare in maniera sicura, con piattaforme autorizzate e regolamentate. Giusto per fare un esempio di piattaforma di trading bitcoin che produce ottimi risultati, citiamo eToro.

eToro (clicca qui per il sito ufficiale) è una piattaforma di social trading, autorizzata e regolamentata, che offre il massimo livello di sicurezza e affidabilità. Il fatto che sia regolamentata implica che è continuamente sottoposta ai controlli, spesso asfissianti, delle autorità di vigilanza. In pratica, una piattaforma autorizzata e regolamentata garantisce il massimo livello di onestà. Bitcoin Code non è autorizzata e ovviamente non è controllata da nessuna autorità. Anzi, è molto probabile che entro pochi giorni la CONSOB emetta un avviso per i risparmiatori, per metterli in guardia da Bitcoin Code.

Bitcoin Code (TheBitcoinCode) promette guadagni facili (fino a 13.000 euro al giorno) mentre eToro non promette nulla, anzi ci tiene sempre ad avvisare dei rischi del trading. Se leggiamo le opinioni e recensioni su Bitcoin Code, scopriamo che non solo non si guadagna nulla, ma che è anche impossibile rientrare in possesso del denaro investito. In pratica, ogni euro affidato a Bitcoin Code è un euro perso.

Con eToro, invece, è possibile ottenere ottimi risultati. Questo perché è una piattaforma facilissima da usare. Con eToro è possibile fare trading direttamente sul bitcoin in maniera semplice e accessibile a tutti. Ma che cosa succede per chi non ha mai fatto trading e quindi non sa nemmeno da dove cominciare?

Con eToro cominciare è veramente facile. eToro infatti offre un innovativo sistema chiamato social trading. Questo sistema consente di copiare, in modo completamente automatico, quello che fanno i trader migliori della piattaforma.

In pratica, grazie al social trading di eToro si possono visualizzare i guadagni fatti dagli altri trader
e quindi copiarli in maniera gratuita e automatica. Utilizzare la piattaforma eToro è gratis e non ci sono commissioni di nessun tipo nè costi nascosti.

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui. Oltre ai bitcoin, con eToro puoi operare sulle altre criptovalute, sulle valute, sulle azioni e sulle materie prime. eToro è una piattaforma completa e gratuita. E’ possibile anche operare in modalità demo, cioè con soldi virtuali, per sperimentare i successi con il trading di bitcoin prima ancora di utilizzare denaro reale. Ovviamente anche i profitti ottenuti in modalità demo sono virtuali. Puoi approfondire leggendo la nostra recensione di eToro.

Come funziona Bitcoin Code?

Visitando il sito di Bitcoin Code non si capisce bene come dovrebbe funzionare. In teoria si tratta di un algoritmo in grado di generare profitti elevati partendo dalle oscillazioni delle quotazioni del bitcoin sui mercati finanziari. Tutto quello che si capisce dal sito internet di BitCoin Code è che guadagnare è davvero facilissimo, visto che un video promette guadagni superiori ai 13.000 euro al giorno.

Abbiamo già spiegato che questo tipo di guadagni, per persone che non hanno assolutamente esperienza, sono impossibili. Persino utilizzando una piattaforma seria e che funziona davvero come eToro non si possono guadagnare 13.000 euro al giorno. Figuriamoci con Bitcoin Code.

Ma allora Bitcoin Code non funziona? Dipende dai punti di vista. Se consideriamo il punto di vista dei creatori di Bitcoin Code possiamo dire che devono essere davvero soddisfatti: migliaia e migliaia di persone in tutto il mondo stanno affidando loro dei soldi (da poche centinaia di euro a molte migliaia), soldi che non saranno mai restituiti e che finiscono immediatamente in qualche paradiso fiscale. Per i creatori di Bitcoin Code, il metodo funziona veramente bene e li sta rendendo davvero ricchi.

Il meccanismo di base è uguale a quello di altri sistemi come 1k daily profit o Quantum Code: promessa di profitti elevatissimi che spingono le persone a fidarsi e a depositare denaro che poi sparisce velocemente.

Bitcoin Code recensioni e opinioni

Abbiamo già accennato alle tante recensioni e opinioni che si trovano su internet a proposito di Bitcoin Code. Purtroppo, coloro che hanno provato Bitcoin Code ne sono rimasti delusi. In pratica, tutto il denaro depositato secondo le indicazioni dei creatori di Bitcoin Code è letteralmente sparito nel nulla.

Dalla lettura delle recensioni di Bitcoin Code si capisce facilmente che si perde assolutamente tutto, fino all’ultimi centesimo. E’ ovvio quindi che le opinioni su Bitcoin Code siano pesantemente negative e molte recensioni segnalano anche che è stata fatta una regolare denuncia presso le competenti autorità (Polizia Postale o Magistratura).

Ovviamente fino a questo momento ci siamo limitati alle recensioni reali, di persone vere che hanno provato Bitcoin Code e hanno poi lasciato su Facebook o sui forum la loro opinione. Se andiamo sul sito di Bitcoin Code, invece, possiamo trovare tutta una seria di recensioni davvero entusiastiche come:

“Sono membro di Bitcoin Code da soli 47 giorni ma la mia vita è cambiata completamente! Non solo ho guadagnato i miei primi 100.000 € ma ho anche conosciuto un sacco di persone fantastiche. Grazie Stefano!”

“Mia moglie deve darmi un pizzicotto tutte le mattine quando guardo il conto in banca e dirmi che non sto sognando. Cifre del genere sul MIO conto non ci sono mai state. Il bello è che aumentano in continuazione…un sogno. Adesso so cosa significa non avere un capo e guadagnare decine di migliaia di euro ogni settimana!”

“Ho fatto investimenti in Borsa a livello professionale ma non ho mai visto niente del genere in 10 anni. I miei colleghi mi hanno preso per pazzo quando mi sono licenziato per passare a Bitcoin Code. Adesso, con 384.594 € in più sul conto, mi IMPLORANO di farli partecipare”.

Potremmo continuare con moltissimi altri esempi ma è inutile: si tratta chiaramente di recensioni fasulle, scritte dai creatori di Bitcoin Code per convincere i dubbiosi a investire soldi con loro.

Bitcoin Code: chi è Stefano Savarese

Il metodo Bitcoin Code sarebbe stato elaborato da un genio chiamato Stefano Savarese. Ma chi è? Ecco come si presenta Stafano Savarese sul sito ufficiale di Bitcoin Code:

Ciao – Sono un ex sviluppatore di software per una grande azienda di cui preferisco non fare il nome.
Sono il creatore di un programma per effettuare contrattazioni in Bitcoin che ha generato profitti per 18.484.931,77 € solo negli ultimi 6 mesi.
È un programma che permette di diventare milionari più velocemente di quanto fu possibile con Uber, Facebook e Airbnb.
Se vuoi guadagnare un milione con i Bitcoin, guarda il video in alto e scopri come fare.

La verità è che Stafano Savarese non esiste! Per curiosità abbiamo provato a visitare il sito di Bitcoin Code nelle varie lingue e abbimo scoperto che il nome del creatore del metodo cambia sempre:

ItalianoStefano Savarese
IngleseSteve McKay
SpagnoloSergio Marlón
TedescoSven Hegel
SvedeseStefan Holmquist
NorvegeseSteffen Madsen


Insomma, Stefano Savarese non esiste
. Un’ulteriore prova (ammesso che ce ne fosse bisogno) per stare lontani da Bitcoin Code.

Bitcoin Code gratis

Ma Bitcoin Code è gratis? E’ una domanda che molti lettori ci hanno posto (e in tanti hanno anche cercato su Google Bitcoin Code gratis). Chi ci chiede (o ancora peggio chiede a Google) se TheBitcoinCode sia gratis, probabilmente, non ha capito assolutamente nulla. Ovvio che i creatori di questo sistema falsamente miracoloso non si fanno pagare assolutamente nulla per utilizzare il sistema.

Il loro guadagno sta tutto nel profitto che ottengono dal deposito che si deve fare per iniziare a operare sul mercato. Questo deposito viene completamente bruciato, come abbiamo già capito.

Potremmo descrivere i creatori di Bitcoin Code come venditori di un sogno: il sogno di raggiungere la ricchezza, di uscire dai problemi economici della vita di tutti i giorni, il sogno di riuscire finalmente a fare soldi per vivere felici. Questo sogno però non è assolutamente gratis, anzi, è parecchio costoso.

Visto che il deposito minimo per iniziare a utilizzare Bitcoin Code è di 250 euro, possiamo dire che questo sogno di felicità non è gratis ma viene fatto pagare caro, 250 euro come minimo. Dalle nostre analisi delle recensioni e opinioni su Bitcoin Code risulta però che la maggior parte delle persone ha investito molto di più per iniziare a operare con Bitcoin Code. Questo significa che probabilmente il sogno di facile ricchezza (e ripetiamo fino allo sfinimento, si tratta veramente solo di un sogno) è costato molto di più, anche parecchie migliaia di euro.

In effetti possiamo dire che operare sui Bitcoin con piattaforme veramente serie e affidabili, come eToro, è gratuito. Ma come fa la piattaforma eToro a coprire le sue spese di funzionamento, le spese per lo sviluppo continuo di nuovi servizi e di nuove funzionalità, il personale? I profitti di eToro su ogni operazione fatta sono piccolissimi e sono dovuti ad una piccola differenza tra il prezzo a cui è possibile comprare e il prezzo a cui è possibile vendere il Bitcoin, le altre criptovalute o qualunque altro asset finanziario quotato.

In questo modo il trading online con eToro può essere veramente considerato completamente gratuito e ovviamente non ci sono sorprese, truffe o raggiri. Il denaro depositato si può ritirare in qualunque momento, senza giustificazioni e senza nemmeno alcun tipo di intoppo burocratico. Al massimo bisogna aspettare i tempi tecnici di elaborazione del pagamento, tempi che non dipendono da eToro. Ad esempio, nel caso di un trasferimento con bonifico bancario le banche italiane possono impiegare 2 o 3 giorni per contabilizzare il pagamento, ma questo non dipende da eToro ma dalla estrema ineficcienza delle banche italiane.

Bitcoin Code robot automatico

Secondo la confusa spiegazione (ammesso che possiamo chiarmarla spiegazione) presente sul sito di Bitcoin Code (TheBitcoinCode) si dovrebbe trattare di una specie di robot automatico in grado di operare in modo automatico sui bitcoin. Ma questi robot automatici per il trading funzionano davvero? Anche considerando sistemi costruiti con buona fede e non con il preciso intento di sottrarre denaro, il trading automatico non ha mai dato risultati soddisfacenti se effettuato utilizzando un robot o algoritmo.

L’unica forma di trading automatico che ha dato buoni risultati è il social trading, dove cioè c’è un trader esperto e capace di guadagnare le cui operazioni vengono copiate in modo completamente automatico.

Robot di trading: perché non funzionano ancora

Operare sul Bitcoin, su criptovalute o su qualunque altro asset finanziario quotato in modo completamente automatico grazie ad un robot è un sogno. Ma questo sogno ancora deve diventare una realtà. Per capire che non esistono robot in grado di guadagnare automaticamente con il trading finanziario (non importa se di Bitcoin o di altro asset) basta considerare le grandi banche di investimento di Wall Street. Queste banche pagano milioni di dollari all’anno ai loro migliori trader, professionisti formati nelle migliori università e capaci di prendere decisioni veloci e vincenti.

Questi professionisti del trading hanno sicuramente a disposizione molti software (chiamiamoli robot se vogliamo) ma alla fine la decisione finale la prendono loro, sempre e comunque. Le grandi banche d’investimento pagherebbero stipendi di milioni di dollari ai loro trader se potessero sostiturli completamente con dei robot? Assolutamente no, ovviamente, visto che sono molto ma molto attente ai soldi.

La verità è che gli esseri umani hanno un grande vantaggio sulle macchine: hanno un’intelligenza emozionale e hanno intuizione. Tutto quello che possono fare le macchine è semplicemente elaborare grandi quantità di numeri, quantità di numeri immense in tempi piccolissimi.

Molti tra i migliori guru di eToro, per dire, hanno a disposizione software di elaborazione per i dati dei mercati molto sofisticati. Alcuni di loro più all’antica utilizzano ancora fogli Excel con cui calcolano velocemente i principali indicatori di mercato. E i dati dimostrano che in effetti i trader esperti possono ottenere risultati straordinari.

Attenzione: gli esseri umani sbagliano. Ci sono casi di trader che con i loro errori hanno fatto fallire istituzioni finanziarie secolari. E anche i migliori guru di eToro possono sbagliare, di tanto in tanto. Ma nel caso degli utenti della piattaforma eToro questo non è assolutamente un problema perché c’è un trucco imbattibile per difendersi da questo tipo di situazioni.

Qual è il trucco? Il trucco è copiare un certo numero di guru, ad esempio 5 o 6, invece di uno solo. In questo modo anche nel caso in cui uno dei trader dovesse fare operazione sbagliate (operazioni che causano perdite) i profitti ottenuti con gli altri trader consentirebbe di compensare queste perdite.

Si tratta di un principio finanziario fondamentale, la diversificazione. In altre parole, è sempre meglio non mettere tutte le uova nello stesso paniere.

Bitcoin Code: che fare?

Per tutti coloro che vengono in contatto con la pubblicità di Bitcoin Code, consigliamo di non cadere nel tranello: i soldi facili non esistono e non è possibile diventare ricchi con Bitcoin Code. Al massimo è possibile ottenere profitti con il trading di bitcoin, ma per riuscirci bisogna utilizzare una piattaforma seria e affidabile come eToro. Ma in nessun caso si possono guadagnare subito 13.000 euro al giorno!

Per chi ha già fatto un deposito sulla piattaforma Bitcoin Code, suggeriamo di richiederne l’immediata restituzione. Dalle tante storie trovate su internet, sappiamo già che nemmeno un centesimo sarà restituito, comunque tentar non nuoce. E’ possibile anche fare una regolare denuncia ma anche qui è chiaro che non si ottiene nulla: i soldi finiscono immediatamente in un paradiso fiscale e le autorità italiane non hanno modo di recuperarli.

Il modo migliore per difendersi da Bitcoin Code è la prevenzione: non esiste un metodo per diventare ricchi senza fare niente, senza saper far niente e senza impegnarsi! Tutti i metodi come Bitcoin Code che promettono guadagni facili nascondono delle truffe, le opinioni e i commenti che si trovano su internet non possono che confermarlo.

Bitcoin Code cos’è

Cos’è Bitcoin Code? Chi c’è dietro Bitcoin Code? Come lavorano questi hacker? E come riescono a fare tanti soldi grazie all’ingenuità delle persone? Alla base del successo di Bitcoin Code ci sono due fattori:

  • Il video promozionale
  • La pubblicità

Chi ha creato Bitcoin Code ha saputo utilizzare in maniera sapiente questi due elementi per raggiungere il successo. Cerchiamo di spiegare a fondo i meccanismi sia del video che della pubblicità di Bitcoin Code per aiutare i nostri lettori a capire il pericolo insito in questo sistema miracoloso e, soprattutto, per aiutarli a riconoscere tutte le truffe di questo tipo.

Quando parliamo di successo relativamente a TheBitcoinCode lo facciamo in senso strettamente tecnico: i creatori di questo programma stanno guadagnando quantità illimitate di denaro a spese di coloro che ci credono e cascano nella trappola. Questo è sicuramente un successo, dal loro punto di vista. Dal punto di vista morale il nostro giudizio è chiaro: stanno facendo qualcosa di sbagliato!

La pubblicità di Bitcoin Code

Il successo di Bitcoin Code nasce prima di tutto dal fatto che viene pubblicizzato in maniera estremamente efficace. Ovviamente non vedremo mai la pubblicità in TV di Bitcoin Code. Di solito sono utilizzati alcuni canali più informali come:

  • Pubblicità contestuale
  • email spam
  • Forum
  • Facebook

La pubblicità contestuale è forse il sistema in assoluto più pericoloso: molti siti online di notizie presentano, sotto l’articolo, una sezione in cui ci sono delle notizie correlate. Alcune di queste sono veramente notizie correlate, ma altri sono annunci pubblicitari. Questo sistema pubblicitario, detto pubblicità contestuale, è adottato anche da molti quotidiani online famosi. Molti lettori, particolarmente ingenui, pensano che si tratta veramente di notizie correlate pubblicate dal sito di notizie e quindi possono cadere nella trappola. Altri pensano che se l’annuncio è pubblicato su un sito autorevole, allora non può essere una truffa. E sbagliano di grosso.

Basta pagare su piattaforme automatiche e si può entrare: di solito sono mostrate le pubblicità di chi offre di più. Gli hacker dietro a Bitcoin Code hanno un sacco di soldi da investire e quindi possono pagare moltissimo e far apparire la loro pubblicità dapperttutto. Perché hanno così tanti soldi da investire? Semplice, perché si tengono tutto il denaro che si versa in Bitcoin Code. Visto che il deposito minimo è di 250 euro, incassano come minimo 250 euro da ogni pollo che si lascia spennare (di solito però è molto di più).

Questo significa che possono spendere, ad esempio, 100 euro per attirare ognuno di questi polli e possono comunque ottenere un profitto di 150 euro (ma ripetiamo ancora una volta, ci sono persone che ci mettono migliaia di euro). Tenuto conto che i click sui sistemi di pubblicità contestuale valgono pochi centesimi, con questi 100 euro di budget pubblicitario possono comprare 1000 click. In pratica, a Bitcoin Code basta convincere 1 visitatore su 1.000 a fare il deposito per ottenere un profitto immenso. E sicuramente il numero di persone che crede al video promozionale di Bitcoin Code è sicuramente superiore a 1 su 1.000.

Un secondo metodo utilizzato per promuovere Bitcoin Code è rappresentato dalle mail spam. Come probabilmente sanno quasi tutti, si tratta di mail indesiderate, inviate a milioni e milioni di indirizzi. L’attività è completamente illegale e potrebbe comportare pesanti sanzioni ma a Bitcoin Code probabilmente questo non importa. Tutto quello che conta è poter raggiungere milioni di persone con costo quasi nullo.

Le mail inviate fanno sempre riferimento alla possibilità di arricchimento facile, ad esempio offrono la possibilità di guadagnare 5.900 euro al giorno. Sembrano cifre a caso, ma probabilmente nulla è lasciato al caso e sono cifre pensate per attirare ancora di più l’attenzione. Da che indirizzi provengono queste mail di spam? Dagli indirizzi più vari, di solito si tratta di indirizzi raccolti casualmente su internet che vengono poi utilizzati come mittenti per queste mail di spam. Ovviamente la mail contiene il link al sito di Bitcoin Code dove si trova il solito video.

Un terzo metodo utilizzato per promuovere Bitcoin Code è rappresentato dai forum. Il metodo è estremamente raffinato. Non troviamo post che fanno direttamente pubblicità a Bitcoin Code. Si trovano invece post di persone che si vantano sui forum finanziari di guadagni elevatissimi, di un tenore di vita fuori dal comune, magari di voli in aerei privati e hotel di super lusso ottenuti grazie ad un qualche sistema di trading di criptovalute che però non viene mai spiegato pubblicamente. Quando qualche lettore curioso chiede dettagli, viene contattato in privato e viene mandato sul sito di Bitcoin Code.

Ovviamente in questo caso i truffatori stanno molto attenti a non pubblicare sui forum direttamente la pubblicità di Bitcoin Code perché gli iscritti più esperti potrebbero facilmente rispondere che si tratta di una truffa.

L’ultimo metodo utilizzato per promuovere Bitcoin Code è Facebook. Anche se molti non lo sanno, su Facebook è veramente facile fare pubblicità a pagamento: lo possono fare tutti. Ovviamente le pubblicità vengono controllate prima dallo staff di Facebook e un sistema come Bitcoin Code sarebbe bloccato immediatamente.

Come mai allora Bitcoin Code si continua a vedere? I creatori di Bitcoin Code hanno un sistema geniale per ingannare lo staff di Facebook: si chiama cloaking. Quando i membri dello staff di Facebook arrivano sul sito di Bitcoin Code, viene loro mostrata una versione completamente diversa, dove magari viene venduto un semplice libro. In questo modo lo staff di Facebook approva l’inserzione.

Dopo un po’ se ne accorgono sempre e la bloccano ma per questi hacker non è un problema
: hanno migliaia di utenti Facebook a disposizione e possono riprendere subito. Per arginare il problema in maniera definitiva, Facebook ha vietato tutte le pubblicità relative a Bitcoin, criptovalute e ICO e pare che in questo modo sia riuscito finalmente ad evitare che i truffatori facessero inserzioni. Ma per loro non è un grave danno: possono sempre continuare con la pubblicità contestuale e con le mail indesiderate.

Il video di Bitcoin Code

Il video di Bitcoin Code è fatto bene, veramente bene, lo dobbiamo ammettere. Gli ignoti creatori di Bitcoin hanno investito moltissimo nella creazione di questo video: è tutto pensato nei minimi dettagli in modo da far leva con abilità sulle debolezze psicologiche delle persone. In questo momento di crisi, in effetti, sono in molti gli italiani che hanno bisogno di soldi e che farebbero di tutto per riuscire a risolvere i loro problemi finanziari.

Il video di Bitcoin Code fa leva proprio su questo. Le storie di persone che hanno ottenuto guadagni facili e sicuri grazie al Bitcoin, senza sapere nulla di nulla, hanno una forza straordinaria, soprattutto in un momento in cui i grandi mezzi di comunicazione di massa parlano moltissimo di Bitcoin e di coloro che grazie al Bitcoin sono riusciti a diventare ricchi.

Ma chi è diventato ricco con il Bitcoin non lo ha fatto con sistemi miracolosi: qualcuno è stato semplicemente molto fortunato perché ha cominciato a investire in Bitcoin nel 2011 o 2012, quando il Bitcoin non valeva assolutamente nulla. Altri, la maggior parte, ci hanno creduto, hanno perso tempo per studiare e hanno avuto l’intelligenza di scegliere piattaforme affidabili e sicure per investire in Bitcoin, come ad esempio eToro.

E’ nostra opinione che il video pubblicitario di Bitcoin Code sia stato prodotto con mezzi professionali, soprattutto sono stati utilizzate tecniche di programmazione neuro linguistica in grado di influenzare fortemente soprattutto i più deboli.

Bitcoin Code: iscrizione

Che cosa succede al povero pollo che ha cliccato sulla pubblicità e si è visto il video di Bitcoin Code? Viene invitato a iscriversi al sistema per cominciare. Deve lasciare il suo nome, il suo cognome, il suo indirizzo email e altri dati. A questo punto ha già fatto un danno: questi dati, infatti, potranno essere facilmente rivenduti per fini poco chiari (sapere che degli hacker hanno i tuoi dati personali non dovrebbe farti dormire la notte).

A questo punto che cosa succede?
Succede che alla vittima viene proposto di fare un deposito di denaro (minimo 250 euro) su di un broker non regolamentato. Si tratta di un broker (di cui non vogliamo nemmeno fare il nome) che più volte la CONSOB ha segnalato nel suo bollettino come truffaldino.

Per utilizzare il sistema miracoloso Bitcoin Code
, viene spiegato, bisogna per forza fare un deposito su quel broker. L’ingenuo di turno ci crede e affida il suo denaro ad un’entità finanziaria offshore più volte segnalata dalle autorità di vigilanza come illegale. Ovviamente tuto il denaro trasferito, fino all’ultimo centesimo, è completamente perso.

Chi non cede subito viene sottoposto a chiamate telefoniche continue: all’inizio provano a convincerti con le buone ma chi non cede è convinto anche con minaccie. Molto spesso le chiamate telefoniche sono fatte da persone che hanno accenti dell’Est Europa e parlano in italiano stentato.

Bitcoin Code Cos’è: conclusioni

Possiamo quindi concludere su cos’è Bitcoin Code. Si tratta di un sistema che convoglia il denaro su un broker non regolamentato (segnalato da CONSOB come assolutamente non affiabile). Il denaro che arriva a questo broker sparisce come se fosse un buco nero. Il sistema funziona grazie a:

  1. Pubblicità
  2. Video convincente
  3. Procedura di iscrizione
  4. Broker non regolamentato (illegale)
  5. Deposito di denaro
  6. Chiamate continue dall’Est Europa per ottenere sempre più denaro

Semplice e geniale per chi lo ha inventato, devastante per chi finisce in questa trappola.

Bitcoin Code è un virus?

Alcuni utenti spaventati da Bitcoin Code ci hanno scritto chiedendoci se Bitcoin Code sia un virus. Non ci risulta che Bitcoin Code rappresenti un problema di sicurezza informatica in senso stretto, Bitcoin Code non infatta il computer e non è necessaro alcun antivirus. Sicuramente, però, è molto pericoloso lasciare i propri dati personali a Bitcoin Code perché saranno sicuramente rivenduti.

Anche effettuare un deposito con carta di credito è estremamente pericoloso: oltre a perdere il denaro depositato si rischia che il numero di carta di credito sia rivenduto su qualche forum del dark web.

Bitcoin Code: perché le autorità non intervengono?

Molti di coloro che hanno perso tutto a causa di Bitcoin Code (alcuni hanno perso anche 20.000 euro o più) hanno presentato regolare denuncia alle autorità. Altri se la prendono con le autorità che non bloccano Bitcoin Code. Come mai se così tanti italiani sono caduti nella trappola di Bitcoin Code le autorità non hanno ancora fatto nulla per bloccarli?

Ci sono svariati motivi:

  • Lentezza delle autorità italiane
  • Difficoltà a gestire i crimini telematici
  • Tipo di pubblicità utilizzato
  • Localizzazione geografica


Andiamo con ordine a spiegare questi fattori.
Il primo è chiaro: le autorità italiane non sono certo molto efficienti. Probabilmente le denunce (migliaia) sono ferme presso le varie procure della Repubblica, che sono intasate di processi e indagini e quindi probabilmente non possono dedicare molto tempo alla denuncia di chi ha perso 250 euro con uno strano sistema di guadagno su internet.

Bitcoin Code, tra l’altro, mette in difficoltà le nostre autorità giudiziarie perché è doppiamente innovativo: è una truffa fatta via internet, con un sistema pubblicitario che probabilmente il giudice di turno non è in grado di capire, e mette in mezzo anche il Bitcoin (e anche li, i nostri magistrai probabilmente non sanno nemmeno cosa sia il Bitcoin). Per dire, se gli hacker dietro a Bitcoin Code si fossero dedicati a truffare le vecchiette fingendosi impiegati dall’Enel, probabilmente dopo aver accumulato tante migliaia di vittime sarebbero stati già arrestati.

Ma ci sono anche degli ostacoli oggettivi
. In primo luogo, le autorità potrebbero bloccare il sito ufficiale di Bitcoin Code (come hanno fatto ad esempio per i casino online illegali) ma i creatori di Bitcoin Code potrebbero cambiare indirizzo in pochi secondi. Dovrebbero semplicemente far arrivare la loro pubblicità ad un’altra destinazione. Tecnicamente ci vogliono 5 secondi ed è gratis. Per la magistratura, invece, sarebbe una procedura complessa che comprende l’emissione di un’ordinanza e la sua trasmissione a tutti i provider internet italiani.

E come mai non vengono arrestati o indagati coloro che hanno creato Bitcoin Code?
Sicuramente non sono italiani, forse provengono dalla Russia o da altro paese dell’Est Europa. Di sicuro arrivare a loro è praticamente impossibile. E i flussi di denaro? I soldi depositati da coloro che credono nell’arricchimento miracoloso promesso da Bitcoin Code finiscono rapidamente in qualche paradiso fiscale. E’ tecnicamente impossibile rintracciare la loro destinazione finale.

A coloro che, da bravi italiani, si lamentano del fatto che le autorità non fanno nulla rispondiamo che le autorità hanno probabilmente cose più importanti da fare, ad esempio lottare contro il terrorismo. Tutti potrebbero difendersi da Bitcoin Code e da truffe simili semplicemente ricordando che i soldi facili non esistono…

Bitcoin Code: le nostre considerazioni finali

Ma perché così tante persone stanno iniziando ad utilizzare Bitcoin Code malgrado sia così semplice capire che sia un sistema che in effetti non funziona? Una delle cause è, probabilmenta, la grande ignoranza finanziaria che caratterizza gli italiani. In effetti, nessuno può davvero diventare ricco in poco tempo senza fare nulla, non esiste alcun sistema finanziario in grado di generare questi ritorni.

Questo gli italiani, almeno in maggioranza, non lo sanno: nella nostra cultura i soldi sono un oggetto misterioso, allo stesso tempo desiderati e odiati. Il sogno più grande dell’italiano medio è quello di diventare ricco ma, allo stesso tempo, odia i ricchi e vorrebbe vederli poveri. Questo atteggiamento impedisce di studiare seriamente almeno le basi dell’investimento finanziario.

Gli investimenti finanziari sono visti come qualcosa di magico, basta un tocco della bacchetta magica e i soldi arrivano. Ecco perché così tanti italiani credono a Bitcoin Code e ci perdono milioni di euro.

Ma le cose ovviamente non funzionano così. Un investimento finanziario genera un rendimento quando è fatto in maniera intelligente, puntando accuratamente su asset che sono destinati a crescere. E questa intelligenza, purtroppo, non si può ottenere grazie alla fortuna. E’ possibile copiare quello che fanno gli altri è vero: ci sono persone che fanno un sacco di soldi sui mercati finanziari copiando quello che fanno i grandi investitori come Warren Buffett, altri che usano eToro per selezionare e copiare automaticamente i migliori investitori al mondo.

Senza cultura finanziaria, gli italiani sono destinati a subire continuamente truffe e raggiri di ogni tipo. Dopo Bitcoin Code è arrivato Ethereum Code, dopo Ethereum Code è arrivato Ripple Code. E nel frattempo negli altri paesi la maggioranza delle persone investe in modo serio su asset finanziari sicuri.

36 Responses to The Bitcoin Code: guadagni facili con il bitcoin o truffa?

  1. Marco Tortora ha detto:

    Diciamo la verità: io 13.000 euro non li faccio con eToro in un mese. E sappiamo che eToro è sicuro, affidabile, insomma funziona. Come si fa a credere che si possono guadagnare 13.000 euro al mese con una truffa come Bitcoin Code? Bisogna essere delle capre per crederci.

    • Maurizio ha detto:

      Buona sera, ho fatto il versamento con Bitcoin code, ma non ho ancora firmato la documentazione che devo scaricare e firmare.. Sarà possibile recuperare i soldi versati in quella pseudo banca? Grazie…

  2. Alessandro Perri ha detto:

    Io ci sono cascato, mi sono fatto convincere e ho depositato 500 euro. Ho presentato regolare denuncia presso la polizia postale e presso il reparto frodi della GDF ma in entrambi i casi mi hanno fatto capire che è impossibile recuperare il denaro perso.

    • Marco ha detto:

      Ciao Alessandro. Io al bitcoin mi ci sono iscritto però il deposito non lo fatto. Vorrei sapere se si può cancellare dal programma. Grazie dell’aiuto e mi dispiace per quello che ti è successo

  3. federica ha detto:

    ma scusate però xkè non lo chiudono visto che truffano la gente??? cioè dormono le autorità???

    • Roberto ha detto:

      Chiedilo a Renzi siccome è democratico, dopo aver permesso di far fallire tante banche di chi è la colpa? se a fallire poi è il risparmiatore loro si avvalgono della dicitura RICHIESTO DAL CLIENTE, Renzi e la Boschi non son forse figli di BANCHIERI?…..facile esser democratici col culo degli altri

      • Rob ha detto:

        Che discorsi da sempliciotto populista. Adesso è il presidente del consiglio o di un partito che deve navigare su web e bloccare i siti fraudolenti… Come se non ci fossero leggi contro le truffe, su cui, indovina un po’, bisogna che chi di dovere indaghi e chi è truffato sporga denuncia. Studiati l’abc della divisione dei poteri…

  4. Diana ha detto:

    Purtroppo sono tantissimi i siti che ci derubano i soldi e anche dopo tantissimi denunci alle autorità competenti nazionali in tutto il Mondo e IC3 di FBI, nessuno non li oscura e continuano arricchirsi continuando a rubare con la semplice spiegazione…. hacker….

  5. Francesco ha detto:

    Facebook è tra i principali sponsor di questa società!
    Peccato che blocchino un profilo per una parola un pò bucolica o per un’immagine che rappresenti una mezza tetta!
    Un “loro” cliente come BitCoin può ingannare facilmente migliaia di boccaloni che usano Facebook…

    • pietro de renzio ha detto:

      anche io sono stato truffato da bitcoinkriptobank per 26.000 eur .promettevano il 2,2% al giorno vincolati per 3 mesi scadenza 11 /9 2017.ho presentato denuncia ai carabinieri oltre che ai gestori del dominio ma il sito e’tuttora aperto.la loro sede e’ a Panama.stupenda efficienza della giustizia.informati anche Repubblica Corsera Stampa.nessun cenno

  6. Nicola ha detto:

    Ma eToro se uno vuole anche solo arrotondare lo stipendio quanto si può guadagnare

  7. giorgio ha detto:

    ma da quello che ho capito non cambia nulla rispetto ai casinò on-line od alle macchinette mangiasoldi. a parte l’inganno della pubblicità ingannevole.

  8. Gigi ha detto:

    Ops Ho fatto proprio una bella stron…ta Chiedo scusa ! Per favore annullate il mio commento scritto pochi minuti fa (11 ott 2017 ore 00.17) Giuro che aprendo la pagina non avevo visto che il mio commento del 10/10 alle 20.57 lo avete pubblicato…. Chiedo scusa, ma ho dovuto ricaricare la pagina 3 volte prima di vederlo….
    Grazie
    PS: piccolo suggerimento, perchè non mettete un pulsante Modifica /Annulla così che se qualcuno si accorge di qualche errore possa intervenire ? Grazie

  9. Tiziano ha detto:

    Ma eToro e’ L’unica piattaforma regolare e autorizzata ?

  10. macchiapam ha detto:

    L’aspetto allarmante e decisivo è che da nessuna parte, nonostanti le richieste, è spiegato se e come si possono riconvertire in Euro, e incassare, le somme investite e relative plusvalenze. Alla larga!

  11. Gianni Castiglia ha detto:

    Ho provato a fare trading con eToro come da voi suggerito e sono rimasto profondamente soddisfatto.

    Per quanto riguarda Bitcoin Code ci ho dato un’occhiata al sito per curiosità ed è più che evidente che si tratta di una truffa bella e buona, anzi non so proprio come ci si possa cascare perché è proprio evidente che è una truffa.

  12. Roberto ha detto:

    Ripulire il web da certe immondizie e pubblicità ingannevoli è come chiedere ai nostri politici di fare uscire il film PIIGS in prima serata

  13. piero ha detto:

    Si la bitcoin e una truffa
    spero che trovino un mafioso che li accoppi
    se lo meritano sti truffatori

  14. Mauro ha detto:

    Tutte queste truffe fanno solamente del male all’ecosistema Bitcoin, perchè poi molte persone che si fermano solamente all’apparenza associano molto semplicemente il concetto di Bitcoin a truffa.
    Il fatto è che non bisogna essere superficiali ma bisogna sempre approfondire gli argomenti.
    Il bitcoin è una tecnologia rivoluzionaria che permette di scambiare denaro con chiunque, in qualsiasi parte del mondo, senza restrizioni e praticamente quasi gratis.
    Informatevi per bene, non serve aderire a queste truffe per arricchirsi. Se volete investire in bitcoin, fatelo facendo trading di bitcoin con piattaforme serie come eToro!!
    E soprattutto vi prego di informarvi riguardo a che cos’è. Per fortuna siamo in un’epoca in cui tutte le informazioni sono a portata di click.
    Se non sapete in cosa investite e perdete soldi, dovete solo prendervela con voi stessi.

  15. Stefano ha detto:

    Mi é stato chiesto di fare un versamento poi spariti tutti maledetti bastardi

  16. Roberto ha detto:

    Bitcoin Code.
    Ho fatto la prova più elementare:
    Ho chiesto de effettuare il deposito tramite bonifico. (Offrono le due possibilità: carta di credito e bonifico)
    Non fanno un IBAN per effettuare il bonifico è questo significa che non vogliono essere identificati.
    Fuga……

  17. Ernesto Partenza ha detto:

    Più di una volta ho scritto di voler parlare col Sig.Stefano Savarese di Milamo, perchè appena letto un Suo ling mi sono iscritto, mi dato l’USER, ho dato la password, ho fatto il bonifico e oggi quando vado a vedere come sta la mia posizione , leggo… non sei ancora istritto. Telefono e mi risponde una signorina in lingua inglese che non conosco e non so cosa fare. Prego il Sig. Stefano di telefonarmi, richiamerò io all’ora che Lui mi dice, ma voglio essere rassicurato. Aspetto. Grazie. il mio numero è xxxxxxx.

  18. Ernesto Partenza ha detto:

    Desidero parlare col Sig. Stefano Savarese. Richiamo io all’ora che mi dice lui il mio n.è xxxxxxx

    • Redazione Mercati24 ha detto:

      Gentilissimo sig. Ernesto, il sig. Stefano Savarese purtroppo non esiste, lo abbiamo spiegato nell’articolo. Il nome è inventato perché si tratta di una truffa. Le consigliamo inoltre di non fornire i suoi dati personali a questi personaggi.

  19. alfio ha detto:

    é più di 1 anno che leggo notizie, recensioni, commenti ,su come poter fare soldi facili lavorando solo pochi minuti al giorno……..ma se fosse vero????????
    Niente di più falso!!!!!
    Senza una dovuta informazione professionale navighiamo solo tentando la fortuna.
    Dico a tutti ed anche a me stesso : stiamo bene attenti a tutte queste pubblicità ingannevoli, che con parole scelte bene ci raggirano ha farci pensare in chi sa cosa di inarrivabile. Saluto tutti…….

  20. Gabriele ha detto:

    Ci sono troppi fessi al mondo.
    Mà italia per numero di idioti è prima in classifica.
    Neanche in Kongo ci sono idioti simili.
    Gabriele

  21. lory ha detto:

    hai ragione Gabriele, ma a volte si cade proprio perchè si pensa di poter sistemare una situazione e si finisce poi per perdere tutto

  22. Stanislao ha detto:

    Mi rendo conto soltanto di una cosa:
    l’unico guadagno sicuro è il “LAVORO” il quale ti permette
    di guadagnare onestamente senza truffare gli altri,
    sicuramente non farete 13.000,00 € al giorno ma vi permetterà
    di dormire sonni tranquilli.
    DIFFIDATE dei facili guadagni, le CHIMERE non ESISTONO.
    Ve lo dice una persona che ci è cascata.

  23. Io ha detto:

    Sbeffeggiare a sangue quelli che si sono fatti truffare da Bitcoin Code non è una bella cosa. Pensate se foste nati voi senza cervello? :S 😀

  24. armando ha detto:

    io ho fatto l account e dopo un po ricevo una chiamata da un operatore ovviamente da btc code..bhe in sintesi hai insistito talmente tanto sto coglione che gli ho detto di non voler far nulla e mi ha minacciato..dicendomi che faro la stessa fine dei personaggi di gomorra hahah..in sintesi nessuno vi regala soldi denunciate btc code…

  25. GIUSEPPE LORETI ha detto:

    Porvato solo ad iscrivermi per capire… e sono stato letteralmentte minacciato da una signorina della Bitcoin che non versavo mi avrebbero richiesti risarcimento danni per circa 1500€. la registrazione che dicono loro avvenuta solo con una mail e un numero di telefono senza dare nessun consenso all’apertura di un conto.
    Ma che c..o di roba è
    DA NON PROVARE
    E NATURALMENTE TI CHIAMANO DOPO 2 MIN CHE TI SEI ISCRITTO DA UN PAESE STRANIERO CON RIFERIMENTO DI UN NUMERO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

  26. Gabriella ha detto:

    TRUFFA. Ho iniziato con 250 euro, cifra che potevo rischiare di perdere. Hanno preso dalla mia carta 5.800 euro. Sistema: mentre parlavano con me prelevavano
    soldi, la banca lo comunicava dopo la telefonata, quando il prelievo era stato fatto. Bloccata carta ma troppo tardi. Comunicato con ALONZO bRACCO E gIOVANNI gALLONI,spariti. Farà denuncia.

  27. Andrea ha detto:

    Io ho provato ad iscrivermi poco fa, prima di vedere questo sito e al momento dell’iscrizione mi si apre una pagina dove tradotto in italiano mi dice CHE NON E’ POSSIBILE L’ISCRIZIONE NELLA MIA NAZIONE.
    Per fortuna!!! Che le autorità abbiano fatto il loro dovere?. Non consideratemi un pollo, opero trading in varie piattaforme, ho assistito ad una conferenza sui bitcoin e volevo più che provare, vedere. La cifra che sponsorizzano che la si fa in 24h, io l’ho raggiunta in 4 mesi e con operazioni mirate e non in bitcoin.

  28. massimo ha detto:

    al di la della fregatura palese che si presenta dietro ogni pubblicita di questo tipo (oramai saranno 15/20 anni che ne continuano ad uscire regolarmente) quello che mi lascia perplesso e’ l’ignoranza di chi ci casca… basterebbe un attimo informarsi su cosa sia bitcoin su come funzioni e soprattutto sul perche sia nato per stare alla larga da questi personaggi. Bitcoin e’ nato proprio per evitare queste situazioni, ma la gente invece di capire cosa sia e comportarsi di conseguenza pigra qual’e’ spera che arrivi il messia di turno a regalargli i soldi, e giustamente la pigrizia si paga cara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *