Criptovalute

Bitcoin crolla ancora: che succede?

La folla dei delusi dal Bitcoin cresce ogni giorno di più: il grande entusiasmo accesso dalla criptovaluta si è ormai quasi completamente spento, il crollo dei valori del Bitcoin da quasi 20.000 dollari ai poco più di 6.500 euro è stato un colpo durissimo per gli investitori (per alcuni, i più furbi ci hanno guadagnato). Ma che succede al Bitcoin?

Non è passato molto tempo (giusto pochi mesi, era il 29 Novembre 2017) da quando proprio su Mercati24.com abbiamo pubblicato un post trionfale per celebrare il fatto che Bitcoin aveva raggiunto 10.000 dollari di quotazione.

Ma i trionfi di Bitcoin non si sono fermati:
la criptomoneta è riuscita a battere tutti i record, raggiungendo a Dicembre il valore mostruoso di 20.000 dolallari. La crescita del Bitcoin ha spinto moltissimi a investire in criptovalute: ma Bitcoin non è nato nel 2017! La criptovaluta è stata proposta da Satoshi Nakamoto nel lontano 2008 e per anni è stata una specie di gioco per NERD.

Poi le cose sono cambiate, a poco a poco: il valore del Bitcoin ha cominciato a crescere, sempre più velocemente, e ha attirato persone alla ricerca di facili guadagni. La presenza di nuovi investitori ha spinto ulteriormente il prezzo del Bitcoin al rialzo, fino a che non si è arrivati appunto alla grande crescita del 2017.

Nel 2018 c’è stato il grande crollo, è inutile nascondersi.

Chi ha comprato Bitcoin a 20.000 dollari, per dire, si è ritrovato con un capitale che adesso vale meno di un terzo dell’investimento iniziale. Una perdita pesantissima, ovviamente chi ha subito una perdita così elevata esce dal mercato (di solito) leccandosi le ferite e maledicendo il giorno in cui si è fatto convincere da qualche amico o parente a comprare Bitcoin, tanto salgono sempre (tipica espressione da imbonitore o agente immobiliare).

L’errore di comprare Bitcoin

L’errore di chi ha comprato Bitcoin è stato grande: e non diciamo adesso che comprare Bitcoin è stato un errore perché il valore della criptovaluta è sceso drammaticamente. Lo abbiamo sempre scritto e ripetuto che comprare Bitcoin era ed è un errore. Basta rileggere i nostri vecchi post.

Attenzione: Investire in Bitcoin o in criptovalute non è un errore: è una scelta di investimento che può comportare delle perdite o dei profitti elevati se l’investimento viene fatto con gli strumenti giusti. Anzi, per completezza dobbiamo dire che il Bitcoin è l’asset finanziario che ha creato più milionari nel corso della storia.

Il grande errore di comprare Bitcoin risiede nel fatto che l’acquisto diretto della criptovaluta è una scelta pessima: il modo migliore per investire in Bitcoin e in criptovalute è acquistare direttamente. Chi ha acquistato Bitcoin ha perso un sacco di soldi ammesso che non abbia subito perso comunque tutti i Bitcoin per l’attacco di un hacker o per una truffa.

L’unico modo conveniente per investire in Bitcoin è utilizzare i CFD: si tratta di strumenti finanziari facili da comprendere e che presentano numerosi vantaggi.

Il primo, immenso, vantaggio dei CFD è che consentono di investire al rialzo, generando quindi un profitto quando il valore del Bitcoin sale, o al ribasso, con profitto nel caso in cui il valore del Bitcoin scende.

Da sempre, abbiamo sempre consigliato di utilizzare i CFD per investire in Bitcoin: chi ha investito con i CFD e ha fatto le scelte giuste al momento giusto, ha guadagnato moltissimo dal crollo del Bitcoin.

Purtroppo molti di coloro che hanno comprato Bitcoin sull’onda delle emozioni lo hanno fatto senza sapere nemmeno quello che stavano facendo. Negli ultimi mesi del 2017 tutti compravano Bitcoin, tutti stavano guadagnando e quindi hanno comprato anche loro. Rovinandosi.

Chi ha utilizzato i CFD ha potuto speculare al rialzo quando il valore del Bitcoin era in forte salita e speculare al ribasso quando Bitcoin ha cominciato a scendere, ottenendo profitti in qualunque situazione.

Tra l’altro i CFD vengono offerte da piattaforme di trading autorizzate e regolamentate e quindi garantiscono la massima sicurezza e affidabilità: il problema degli hacker e delle truffe, infatti, è un altro dei grandi problemi irrisolti di Bitcoin.

Qui sotto, un elenco delle migliori piattaforme per investire in Bitcoin con i CFD:

Broker Vantaggi Deposito min. Inizia
Piattaforma sicura e demo gratuita 100 € Apri un conto
Spread bassi, demo gratis 100 € Apri un conto
Social trading 200 € Apri un conto
Notifiche di trading gratis 200 € Apri un conto
Deposito minimo 10 euro 10 € Apri un conto


Queste piattaforme di trading non sono dedicate solo al Bitcoin o alle criptovalute
: offrono un ampio numero di asset finanziari su cui operare, si può investire in azioni, materie prime, valute. Si tratta di piattaforme di investimento finanziario tradizionale e proprio per questo motivo sono autorizzate e regolamentate, quindi vigilate dalle autorità e sicure. Con queste piattaforme non si devono temere le truffe e si può investire sia al rialzo che al ribasso: si guadagna sia quando il valore del Bitcoin sale sia quando scende.

Segnaliamo alcune caratteristiche interessanti: eToro offre la possibilità di copiare automaticamente gli investitori più bravi (in modo da guadagnare esattamente come un guru del trading online), 24option regala segnala di trading e un corso fatto veramente bene, Iq Option consente di cominciare a investire con un capitale iniziale di appena 10 euro.

Perché Bitcoin è crollato (oggi)

Ma a cosa è dovuto il crollo del Bitcoin di questi ultimi giorni? Purtroppo il 2018 è stato un susseguirsi di cadute e colpi negativi per il Bitcoin, l’ultimo crollo è dovuto ad un grande furto di criptovalute subito dall’exchange Coinrail.

Non è una novità: uno dei primissimi crolli epocali del Bitcoin venne generato dal furto di Bitcoin subito dall’exchange MtGox. Gli exchange, con la loro assoluta mancanza di sicurezza e di regole certe, sono il vero punto debole dell’ecosistema Bitcoin.

Chi si affida ad un exchange per comprare o vendere criptovalute non ha assolutamente nessun tipo di protezione e garanzia: le sue criptovalute potrebbero essere rubate o sparire. A volte si tratta di hacker che riescono a superare le fragilissime barriere protettive, altre volte sono gli stessi responsabili degli exchange che rubano e poi danno la colpa agli hacker.

Non è un caso che abbiamo sempre sconsigliato di comprare Bitcoin (per comprare Bitcoin bisogna per forza pasare dagli exchange) e abbiamo sempre suggerito invece le piattaforme di investimento tradizionali che offrono l’opportunità di investire con i CFD sui Bitcoin.

Previsioni Bitcoin: che cosa succederà adesso?

Che previsioni possiamo fare in questo momento? Che cosa succederà al valore del Bitcoin? Se analizziamo le analisi storiche del Bitcoin, ci stiamo avvicinando ad un momento particolarmente favorevole, l’anno scorso la grande cavalcata del Bitcoin accellerò proprio in questo periodo. C’è anche da dire che Bitcoin ha toccato il fondo: il prezzo attuale del Bitcoin si sta avvicinando al costo di mining. In pratica, se il prezzo del Bitcoin dovesse scendere ulteriormente, non sarebbe più possibile fare mining di Bitcoin in maniera conveniente.

Storicamente, il prezzo del Bitcoin non è mai sceso al di sotto del valore di mining, quindi in teoria ci dovremmo aspettare a breve un rimbalzo. Ma in queste condizioni, dove nessuno capisce bene che cosa stia succedendo, non è possibile assolutamente fare previsioni, nemmeno basandosi su fatti statisticamente molto probabili.

Chi vuole continuare a investire nel Bitcoin deve utilizare gli strumenti giusti come i CFD per sfruttare ogni movimento del Bitcoin, sia al rialzo che al ribasso, per generare profitti.

Bitcoin si porta dietro le criptovalute emergenti

La caduta ormai senza fine del Bitcoin si porta dietro anche le altre criptovalute emergenti: Ethereum, Ripple, EOS; sono tutte in crollo. Anche su queste criptovalute vale lo stesso discorso, non conviene comprare ma usare sempre i CFD per speculare sia al rialzo che al ribasso.

In questo caso è facile fare previsioni da sfruttare per operare con i CFD: il valore delle criptovalute emergenti è correlato al valore del Bitcoin: quando Bitcoin scende, scendono anche le altre criptovalute, quando sale salgono. Questo vale anche a prescindere dalle storie particolari delle singole criptovalute.

Qui sotto le quotazioni in tempo reale di tutte le principali criptovalute:

Quotazioni in tempo reale Bitcoin

Quotazioni in tempo reale Bitcoin Cash

Quotazioni in tempo reale Ethereum

Quotazioni in tempo reale Ripple

Quotazioni in tempo reale NEO

Quotazioni in tempo reale Monero

Quotazioni in tempo reale Litecoin

Quotazioni in tempo reale EOS

Lascia un commento