Bitcoin: crollo imminente o rally infinito?

Bitcoin crollo imminente o rally infinito?

Il Bitcoin entra di diritto nella lista degli investimenti più “caldi” di quest’anno. Con un valore in continuo aumento e una base utenti che sembra non volersi arrestare, il Bitcoin continua ad essere uno di quegli investimenti che sembra non voler subire una battuta d’arresto. Vediamo insieme perché e se questo mercato continuerà a salire, oppure se crollerà all’improvviso.

Il Bitcoin ha infatti triplicato il suo valore durante quest’anno, con un picco massimo di oltre 2960 dollari durante la sessione di martedì scorso, testando il livello di 3000 Bitcoin per un dollaro, un vero e proprio record.

In questi mesi in cui i prezzi sono aumentati “esponenzialmente” la volatilità ha continuato ovviamente a caratterizzare l’andamento del Bitcoin e a questi livelli di prezzo sembra molto probabile un rintracciamento o addirittura un crollo. Sembra tuttavia che i grandi appassionati del Bitcoin credono che ogni crollo sia una grande opportunità di riacquisto, mediando quindi praticamente al ribasso.

Secondo Brian Armstrong, il fondatore di Coinbase, “Il Bitcoin sta attraversando la terza o quarta bolla”. Le onde di altissima richiesta del Bitcoin tendono quindi ad aumentare in maniera estremamente alta la volatilità del Bitcoin, nuovi flussi di capitale e quindi sempre più persone intorno a questa cripto-valuta che fino a qualche anno fa era semi-sconosciuta.

Cos’è il Bitcoin

Il Bitcoin è una criptovaluta lanciata dall’alter ego Satoshi Nakamoto nel 2009. La sua peculiarità è di essere una criptovaluta non controllata da qualsiasi governo oppure entità.

I Bitcoin sono una moneta elettronica, nota come ‘criptovaluta’. Bitcoin. Si tratta di una forma di denaro pubblico digitale che viene creato da accurati calcoli matematici e mantenuto efficiente da milioni di utenti di computer chiamati “minatori”.

I Bitcoin sono, in sostanza, convertiti in lunghe stringhe di codice che hanno valore monetario.

Sono stati vari i motivi che hanno portato a rendere la valuta di Bitcoin protagonista dei media.

Dal 2011-2013, alcuni truffatori hanno reso famosi i bitcoins acquistandoli in lotti da milioni di dollari in modo da poter spostare i propri soldi lontano dalla legge. Negli anni successivi, il valore dei bitcoins è aumentato in maniera incredibile, superando i rendimenti di qualsiasi altro mercato finanziario.

In definitiva, però, i bitcoins sono molto controversi perché portano il denaro lontano dalle banche federali centrali e lo rendono “anonimo” senza alcuna autorità centrale. I conti Bitcoin non possono essere congelati o esaminati dal fisco, e le banche sono completamente inutili per i bitcoins, in quanto tutto avviene tramite una rete peer-to-peer (una serie di computer collegati tra di loro). Gran parte dei governi e delle banche centrali, vedono il Bitcoin come “delle pepite nel far West” anche se in ultimamente, alcune nazioni come il Giappone, hanno regolamentato il Bitcoin.

Cercare di capire il numero di utenti che sta dietro al Bitcoin è a dir poco impossibile, ma ogni volta che il prezzo del Bitcoin continua a muoversi verso l’alto, è normale che sempre più persone decidano di entrare all’interno di questo mercato finanziario. Il Bitcoin è stato nel passato un mercato finanziario colpito da molti problemi, come traffico di droga, ransomware e truffe varie. Tuttavia risulta un investimento molto appetibile per tutti quegli investitori che non si fidano della propria moneta.

ICO: presente e futuro di Bitcoin

Gli imprenditori all’interno del mercato mondiale, hanno iniziato a promuovere molte altre criptovalute attraverso l’ICO “Initial Coin Offerings” una sorta di metodo “underground” rispetto ai fondi venture capital. Molti investitori acquistano questi “gettoni” attraverso proprio il Bitcoin oppure tramite Ethereum. Questo trend ha quindi consentito al Bitcoin di aumentare molto in valore, grazie allo stimolo di domanda.

Come accennavamo poco fa,l’Agenzia di stabilità finanziaria del Giappone ha iniziato a riconoscere la criptovaluta Bitcoin come una vera e propria metodologia di pagamento legale e regolamentata. Gli investitori nel mondo Bitcoin hanno quindi reagito portato nuovo capitale. Anche svariate aziende ormai accettano il Bitcoin, come la compagnia aerea Peach oppure la Nippon Gas Co.

Secondo CoinMarketCap, il numero di transazioni che vengono effettuate ogni giorno all’interno di questo mercato finanziario è aumentata in maniera esponenziale: il numero di transazioni giornaliere sulla rete è quasi triplicato da 100.000 di due anni fa a circa 300.000 di oggi.

Inoltre secondo l’autorevole fonte di CoinMarketCap, la valuta può contare ora un valore totale di mercato di 46 miliardi di dollari, in crescita dai 15,3 miliardi di dollari di fine 2016.

Tuttavia è pur sempre un valore minore rispetto ai 1500 miliardi di dollari che sono presenti nel mondo. Così come i 65 miliardi di dollari della quota di mercato che può vantare PayPal, senza contare gli altri giganti presenti nel mondo come Goldman Sachs.

Gli appassionati di Bitcoin sostengono che questa criptovaluta sia ancora agli inizi del suo sviluppo, e che il prezzo potrebbe raggiungere i 100 mila dollari per Bitcoin in pochi anni.

Il Bitcoin potrebbe inoltre evolversi in materia prima, una sorta di oro 2.0. Una sorta di nuova riserva digitale che possa fornire riparo dalle fasi di alta volatilità.

Gli appassionati sono quindi convinti che quello che abbiamo visto di Bitcoin sia soltanto l’inizio di ciò che riusciremo a vedere nei prossimi anni.

Il cammino del Bitcoin è quindi ancora lungo, nonostante la pericolosità molto accentuata della possibile bolla finanziaria che sta attraversando questa criptovaluta.

Fortunatamente, attraverso piattaforme di trading come Markets.com, è possibile investire in bitcoin sia al rialzo, che al ribasso sul mercato del Bitcoin.

Clicca qui per aprire un conto gratuito con Markets.com >>

Per iniziare a fare trading ed investire nel Bitcoin il miglior broker è quello regolato CySEC di Markets.com, che permette di acquistare e vendere allo scoperto i CFD del Bitcoin. Clicca qua per fare trading oggi con Markets.com.

Segnaliamo anche la piattaforma di investimenti regolamentata CySEC Plus500, che consente di investire in Bitcoin. Si tratta di una modalità estremamente valida per iniziare, molto semplice. Clicca qua per aprire GRATIS un conto demo con Plus500.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *