Bitcoin entra nel 2016 in pompa magna

Non potete più negare il successo di Bitcoin e della tecnologia Blockchain, che è forse l’unica vera innovazione da quando è stato inventato Internet nel 1993 in un laboratorio del CERN in Svizzera. Satoshi Nakamoto è un genio quanto lo fu Tim Berners-Lee che lavorò all’invenzione del web su un computer Next, utilizzato come primo server web, e su questo sono d’accordo le più grandi banche al mondo. Tra l’altro, la SEC USA ha ufficializzato l’adozione della tecnologia blockchain a uso finanziario, che insieme grazie alla Linux Foundation, colossi della finanza e varie aziende IT come IBM, verrà utilizzata per i numerosi business delle banche.

Il 2016 è iniziato da poco, ma ormai tutti a Wall Street sono al corrente del fatto che Bitcoin, e la tecnologia che sta dietro di esso, ovvero il Blockchain, è “il nuovo internet.

I prezzi di Bitcoin nel 2015

I prezzi di Bitcoin nel 2015

Il 2015, anno che si è appena concluso, è stato l’anno del blockchain per le banche.

Plus500
Plus500 è la migliore piattaforma di negoziazione BitCoin: clicca qui per il tuo conto gratis

Le istituzioni finanziarie sono diventate ossessionate per capire come utilizzare il blockchain – il software che sta alla base di bitcoin, la moneta del futuro – e si sono concentrati a 360 gradi nel mondo di Bitcoin, dai contratti “intelligenti” per l’emissione di azioni, fino alle tecnologie per i pagamenti di compensazione.

Blockchain è il nome per il software che sta alla base di Bitcoin, e che utilizza la crittografia complessa all’interno di “un libro mastro” pubblico e distribuito – copiando la lista movimenti, che è di fatto pubblica, in più punti – per regolare, registrare e abilitare le transazioni con il bitcoin. In effetti, essa consente agli utenti – la “folla” – di utilizzare questo sistema monetario, senza alcuna banca centrale o regolatore. E’ tutto alla luce del sole, basta scaricare il software Bitcoin-Qt e scaricare oltre 50 gigabyte di blockchain (esistono anche client “light” come Multibit HD), per iniziare subito a ricevere e mandare pagamenti.

Oltre le 40 migliori banche di investimento hanno aderito ad un consorzio a livello globale, cercando di studiare come la tecnologia può essere adattata alla finanza tradizionale. Pensate che addirittura Goldman Sachs ha dichiarato che la tecnologia potrebbe cambiare: “Beh, tutto”.

Il Futuro di Bitcoin

Il futuro di Bitcoin, non lo possiamo ovviamente sapere, ma resta il fatto che è molto difficile trovare un investimento che ha performato bene quanto Bitcoin nel 2015. La moneta virtuale è passata da 200, ad oltre 400 in soli 365 giorni, aumentando quindi di oltre il 100%. E’ un risultato epocale, che è la cartina tornasole di tutta l’attenzione delle banche verso questo pianeta in fase di espansione, e che finalmente non è più da associare al mercato nero di internet nel dark web, tipo “Silk Road”. E’ necessario però fare molta attenzione alle tante truffe che, sfruttando il successo dei bitcoin, tentano di sottrarre denaro agli sprovveduti con la promessa di facili guadagni. La più famosa di queste truffe è OneCoin.

 

One Response to Bitcoin entra nel 2016 in pompa magna

  1. Daniela Marra ha detto:

    Il problema di fondo dei bitcoins è che sfugge alle mire fameliche dei governi, sempre più a corto di risorse per mantenere la loro corte dei miracoli di politicanti falliti, sindacalisti avidi, migranti, criminali più o meno riciclati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *