Criptovalute

Bitfinex: che cos’è e come funziona? Opinioni e Alternative [2020]

Bitfinex è un exchange di criptovalute che può vantare uno dei volumi d’affari più alti a livello mondiale. Attualmente può contare circa il 10% del trading globale in tutto il mondo. 

Azienda caratterizzata da luci e ombre, che comunque non può passare inosservata dall’occhio critico di Mercati24.

In questo approfondimento ci occuperemo quindi di far luce sull’operato di Bitfinex, analizzando l’azienda in maniera approfondita e comparandola con piattaforme autorizzate per investire nel settore crypto come ad esempio eToro, sfruttando il suo strumento di Copy Trading (clicca qui).

I primi problemi per questa piattaforma arrivano già nel 2016, quando 72 milioni di dollari sparirono dai conti dei clienti aperti presso lo scambio.

Secondo gli esperti, uno dei problemi e interrogativi principali di Bitfinex è la criptovaluta interna alla piattaforma (come Ether per Ethereum), denominata “Tether”. Ma andiamo con ordine, e vediamo cos’è e come funziona Bitfinex, partendo dalla sua storia.

Ecco un elenco di piattaforme come eToro che sono ritenute dagli utenti migliori di BitFinex e degli exchange in generale per comprare e vendere criptovalute:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: investous
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Copytrading
  • Protezione dai rischi
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni

    Bitfinex: una storia di scandali

    NB: Per evitare di farti perdere del tempo per leggere le oltre 2000 parole di questa guida, possiamo confermare in esclusiva che la piattaforma di BitFinex è

    1. è stata ed è al centro di alcuni scandali; 
    2. non è regolamentata CySEC; 
    3. c’è il rischio che il suo token Tether non sia garantito da dei capitali; 

    Le migliori piattaforme per comprare/vendere le criptovalute sono quelle totalmente regolamentate in Europa, come eToro, specializzata nel trading di Bitcoin. Apri conto con eToro per comprare/vendere criptovalute oppure clicca qua per leggere la nostra recensione su eToro.

    La storia di scandali di BitFinex inizia nel peggiore dei modi, quando nel 2015, ben 1500 Bitcoin scompaiono durante un hacking della piattaforma.

    Nel 2016 poi, BitFinex venne coinvolto in un altro attacco hacker che portò dunque alla sparizione di Bitcoin per un valore pari a 72 milioni di dollari. Subito dopo il tentativo di hacking, il prezzo del Bitcoin crollò di circa il 20%. Dopo l’attacco, il team di BitFinex bloccò tutti i prelievi ed il trading all’interno della piattaforma.

    Quell’attacco divenne un primato: la più grande violazione di una piattaforma di scambio del Bitcoin e delle criptovalute. Si parla di addirittura circa 120 mila unità di Bitcoin, che al momento avevano un valore di circa 72 milioni di dollari, vennero rubati. BitFinex annunciò l’hacking per la prima volta il 2 agosto 2016.

    Il Bitcoin venne successivamente poi prelevato dai portafogli separati degli utenti. Successivamente la piattaforma BitFinex creò il token BFX, per rappresentare il quantitativo di denaro rubato ai clienti.

    BitFinex: un po’ di storia

    I token BFX hanno un valore di $ 1 e sono stati emessi per tenere conto del valore delle criptovalute dei clienti durante l’hack. Ad aprile del 2017, BitFinex ha poi annunciato di aver riacquistato i token BFX, rimborsando sostanzialmente tutti i fondi che sono stati persi da parte dei clienti.

    Arthur Hayes, il fondatore di BitMEX e molte altre persone, si sono lamentate della mancanza dei dettagli che la piattaforma di BitFinex decise di rivelare circa l’attacco alla piattaforma.

    Hayes, successivamente affermò: “Ci sono molti interrogativi su Bitfinex… Ma ciò potrebbe venire risolto da parte dell’azienda mostrando tutti i dati della piattaforma”.

    BitFinex affermò successivamente di non consentire più la possibilità di ritirare i propri fondi in dollari, dopo che Wells Fargo aveva interrotto i bonifici bancari. Successivamente, BitFinex e Tether decisero di fare causa a Wells Fargo, archiviando però il caso successivamente giorni dopo. 

    Successivamente, i Bitcoin vennero scambiati giorni dopo ad un prezzo superiore di 100 USD rispetto ad altri mercati finanziari. Tuttavia, come risposta, altri utenti decisero di comprare Bitcoin per poi trasferirli presso altri account, aggirando quindi il blocco.

    In seguito al blocco da parte di Wells Fargo, BitFinex affermò che tutti i bonifici internazionali erano stati tagliati fuori dalla banca in Taiwan. Successivamente poi, BitFinex decise di spostare tutti i bonifici presso banche in altri paesi, senza rivelare dunque dove viene depositato realmente il denaro.

    Non per ultimo, a fine 2019 BitFinex è stata oggetto di ben 4 azioni legali separate da Plaintiffs Leibowitz, Young, Faubus e Ebanks in seguito alla denuncia di una frode che la compagnia portò avanti nel 2017, emersa solo di recente grazie alla fuga di informazioni sulle compagnie registrate presso i paradisi fiscali.

    BitFinex, infatti, nel 2017, avrebbe impiegato i propri proventi, mascherando i movimenti grazie ad alcune compagnie fantasma sotto il proprio controllo, per “gonfiare” il prezzo dei Tether e mascherare perdite di oltre 850 milioni di dollari.

    Tether: cos’è e come funziona

    Tether è la criptovaluta ufficiale di BitFinex, il cui valore è basato sul dollaro USA. Secondo Paradise Papers, nel 2014 uno studio legale offshore aiutò BitFinex a registrare il Tether nelle isole vergini britanniche.

    Un Tether ha un valore di “1 dollaro” ma per alcuni analisti sembrano venire creati “dal nulla” e non finanziati veramente dall’azienda.

    Nel novembre del 2017 vennero rubati altri 31 milioni di dollari in criptovalute.

    BitFinex ha subito moltissimi truffe e la criptovaluta del Tether è una delle più controverse sul mercato. Comprare Tether non è la stessa cosa di comprare Ethereum o Bitcoin.

    Il Tether viene infatti gestito centralmente ed ha come collaterale il Dollaro, anche se secondo alcuni report la criptovaluta potrebbe venire emessa “dal nulla”.

    I trader più scaltri, durante gli ultimi anni hanno appreso come muoversi e guadagnare sui mercati in maniera estremamente efficace.

    Questi investitori sono oggi in grado di ottenere un rendimento dal mercato in praticamente qualsiasi scenario: sia quando il prezzo della criptovaluta sale, sia quando scende. Per guadagnare oggi è sufficiente fare la previsione giusta, indovinando correttamente il movimento futuro del mercato.

    Oggi, per chi desidera guadagnare realmente con il Bitcoin deve utilizzare una piattaforma affidabile, e purtroppo oggi ne sono presenti molto poche. Alla fine di questa guida ci occuperemo di analizzare alcune delle migliori in assoluto: eToro (clicca qui per provare il Copy Trading), Investous (clicca qua per visitare la home) e Trade.com (registrati cliccando qui).

    BitFinex: le commissioni

    Non potevamo affatto tacere su uno degli aspetti più odiosi delle piattaforme di exchange, e BitFinex ovviamente non fa eccezione. Si tratta delle commissioni sul trading e sui prelievi che la piattaforma ti impone.

    BitFinex prevede commissioni sul trade che variano in base al volume della transazione effettuata. Per piccoli trade, da 0 a 500.000 dollari, le commissioni variano da 0,1% a 0,2%, in base allo scambio effettuato.

    Per trade di entità superiori le commissioni vanno via via scemando, scendendo, nel caso di importi che vanno dal mezzo milione al milione, a percentuali che variano dal 0,08% al 0,2%.

    Le commissioni più fastidiose, invece, sono quelle sul prelievo. Questo tipo di commissioni varia in base alla criptovaluta prelevata. Le maggiori sono:

    • Bitcoin, prevista una commissione di 0.0004 BTXC;
    • Litecoin, prevista una commissione di 0.001 LTC;
    • Ethereum, prevista una commissione di 0.0053505 ETH;
    • Ripple, prevista una commissione di 0.1 XRP;

    Bitfinex truffa o funziona?

    Qual è la società dietro BitFinex? Questa piattaforma ha sede in paradisi fiscali e quindi non è nemmeno presente nelle liste di regolamentazione CySEC ed autorizzazione CONSOB.

    Una piattaforma d’investimento può essere considerata affidabile ed al 100% sicura solo quando è autorizzata e regolamentata. Una società del genere infatti, è continuamente posta sotto osservazione da questi enti (CONSOB e CySEC).

    Non possiamo tuttavia sapere veramente se BitFinex è veramente una truffa o meno (ci penserà la Magistratura ad emettere la sentenza). La realtà di come stanno le cose è che Bitfinex non ha per adesso mai fornito alcun tipo di prova per dimostrare se i Tether sono garantiti veramente da un capitale reale.

    Sono molte le indiscrezioni che affermerebbero che BitFinex utilizzi Tether per “gonfiare” il prezzo del Bitcoin

    Le autorità americane avrebbe infatti citato gli amministratori di Bitfinex e Tether per fornire delle prove documentali nell’ambito di una inchiesta finalizzata proprio per verificare se ci siano state o meno delle manipolazioni dei prezzi di questo che è il più grande sito internet di scambio e monete virtuali.

    Come investire con le criptovalute in sicurezza?

    Dopo aver analizzato Bitfinex, abbiamo capito che potrebbe non essere una piattaforma adatta a tutti. La mancanza di regolamentazione e i costi di trading proibitivi rendono questo exchange poco conveniente per chi vuole comprare criptovalute.

    Prima di tutto è necessario chiarire che il Bitcoin Investor non ha assolutamente niente a che vedere con il Bitcoin (quello vero). Bitcoin è stata la prima criptovaluta, introdotta da Satoshi Nakamoto nel 2009 e che tutt’oggi continua a contribuire all’evoluzione nel mondo dei pagamenti ed investimenti in generale.

    Il Bitcoin è un asset finanziario estremamente interessante e oggi le persone che sono riuscite ad arricchirsi con il Bitcoin sono veramente numerose. C’è chi si è comprato una nuova automobile e c’è anche chi addirittura è riuscito a comprarsi una casa tutta nuova.

    Per fare un esempio della crescita incredibile di questo asset, basti pensare che nel 2010, quando un ragazzo acquistò con ben 10 mila Bitcoin con due pizze dal valore di 30 dollari, oggi quei 10 mila Bitcoin valgono circa 100 milioni di dollari.

    Ad oggi, l’investimento sul Bitcoin è uno dei modi più semplici ed utilizzati per arricchirsi con il mercato delle criptovalute, ed una delle prime funzionalità di cui accertarsi è la piattaforma da utilizzare. Una piattaforma per l’investimento dovrebbe prima di tutto essere semplice da utilizzare, regolamentata ed al 100% sicura, con una lunga storia alle spalle.

    Bitfinex: esiste una alternativa?

    Adesso che abbiamo visto che la piattaforma di Bitfinex risulta non essere affidabile (e con dei costi proibitivi che non abbiamo nemmeno menzionato), è arrivato il momento di cercare subito una alternativa che sia sicura, affidabile e con costi contenuti.

    Bitfinex è attualmente tra i più grandi exchange presenti al mondo, ma oltre ad essere estremamente difficile da utilizzare, come avete avuto modo di capire, si tratta di una società che ha tantissime zone d’ombra, non regolamentata e con un token (Tether) che non è assolutamente regolamentato. 

    Utilizzare dunque delle soluzioni non regolamentate ha un altissimo livello di rischio per gli investitori che desiderano investire i propri fondi con il massimo della sicurezza. Esistono tuttavia svariate soluzioni per investire in modalità sicura, senza rischio di frode.

    Qual’è quindi una piattaforma per comprare/vendere criptovalute che risulta essere affidabile e regolamentata? Il migliore è etoro

    Registrarsi su eToro in pochi semplici passi

    Contrariamente a BitFinex, eToro è una piattaforma estremamente trasparente e regolamentata non solo dalle principali autorità europee (CySEC, CONSOB, FCA) ma anche da quelle americane (in primis la SEC).

    Registrarsi su eToro è estremamente semplice e ti prenderà meno di un minuto:

    1. Per prima cosa clicca qui. Verrai reindirizzato direttamente alla pagina di registrazione di eToro

    1. Cliccando su Iscriviti subito ti si aprirà la formula di registrazione

    A questo punto ti basterà inserire l’e-mail, inventare un nome utente e scegliere una password. Non scordarti, inoltre, di spuntare i Termini e condizioni di eToro EUROPE LTD e l’Informativa sulla privacy e sui cookie, come un qualsiasi registrazione online.

    Puoi velocizzare ulteriormente il processo accedendo direttamente dal tuo account Google o Facebook.

    Investire in Bitcoin con eToro con il Copy Trading

    eToro non è solo il broker più rinomato al mondo per la sua offerta sulle criptovalute, ma è anche il leader mondiale nel Copy Trading.

    Procediamo per gradi: l’offerta di eToro sulle criptovalute contempla sia la possibilità di operare con CFD criptovalute sia, invece, di procedere all’acquisto diretto, come una qualsiasi piattaforma di exchange di criptovalute.

    Con il Copy Trading, inoltre, potrai copiare le operazioni dei principali investitori che operano sulle criptovalute con eToro, in modo da realizzare automaticamente i loro stessi profitti anche se il tuo livello di conoscenza degli asset in questione è decisamente più basso.

    Vuoi sapere, inoltre, perché eToro è rinomato per il trading in criptovalute?

    Ebbene, nel 2016, quando i Bitcoin registrarono un profitto di circa il 1000%, a chi pensi si siano rivolti tutti gli investitori dell’ultima ora? Si trattava di persone che conoscevano poco o nulla del trading in criptovalute. 

    Esatto: si sono rivolti al Copy Trading di eToro. Prova anche tu a investire in Bitcoin con eToro e affidati al Copy Trading per ottenere profitti straordinari.

    Alternative a eToro: Investous e Trade.com

    eToro non è l’unica piattaforma per investire in criptovalute. Di seguito ti proponiamo altri due broker che presentano un’offerta altrettanto valida:

    Investire in criptovalute con Investous: un offerta a 360°

    Per fare un esempio, un’altra delle piattaforme più affidabili e sicure per investire in criptovalute è quella di Investous (clicca qua per visitare il sito ufficiale). Con questa piattaforma puoi investire e guadagnare con Bitcoin (e le altre criptovalute) in maniera semplice, sicura e senza commissioni.

    La piattaforma di trading Investous risulta autorizzata dalla CONSOB (Authority di Controllo Italiana del settore mobiliare) e regolamentata dall’Authority di Controllo cipriota CySEC. Investous rispetta quindi totalmente le direttive MIFID.

    Con Investous, così come su qualsiasi altro broker serio e rispettabile, per guadagnare con Bitcoin è prima di tutto necessario studiare, fare pratica (tra l’altro, Investous mette a disposizione un conto demo totalmente gratuito) ed essere disciplinati.

    Chi apre un conto su Investous ottiene l’assistenza telefonica di un esperto di trading, il quale illustrerà i passaggi per iniziare subito a guadagnare attraverso gli investimenti in criptovalute. Clicca qua per ottenere l’assistenza gratuita di un esperto di trading su Investous.

    Se credi di essere portato per gli investimenti e se sei realmente intenzionato ad impegnarti, Investous potrebbe fare per te. Se invece pensi di non essere tagliato per impegnarti, forse è meglio che lasci perdere.

    Inoltre, segnaliamo che la piattaforma di Investous mette anche a disposizione un e-book, totalmente gratuito e che è possibile scaricare con un semplice click. 

    L’e-book spiega come guadagnare concretamente sui mercati, attraverso esempi pratici. Risulta essere molto apprezzato sia dai principianti che dai trader con una conoscenza intermedia di questo mercato. Secondo le statistiche, durante l’ultimo mese sono stati effettuati più di 20 mila download del corso. Clicca qua per scaricare gratuitamente il corso di Investous.

    Investous mette a disposizione la possibilità di operare su tutte le principali criptovalute: da Bitcoin a Ripple fino alle meno conosciute come Tezos.

    Trade.com, il broker che ti rende un professionista

    Trade.com è il terzo broker che intendiamo proporti: si tratta di una piattaforma che presenta tutte le principali regolamentazioni europee, con una licenza CONSOB (Italia), CySEC (Cipro), FCA (Regno Unito). 

    È uno dei broker che maggiormente ha investito nel pacchetto formativo da mettere a disposizione dei suoi utenti. Se ti registrerai su Trade.com potrai star sicuro che ti troverai ad operare su una piattaforma che fa di tutto per prepararti a investire sui mercati finanziari, in particolar modo in criptovalute.

    Avrai, infatti, a disposizione, gratuitamente, calendari economici aggiornati e dettagliati in ogni aspetto che riguarda la criptovaluta in questione. News e aggiornamenti costanti su ognuna di esse, fin nei minimi dettagli. 

    Non è raro che gli utenti di Trade.com vengono a conoscenza dei grossi movimenti di criptovalute ben prima dei giornali e degli altri mezzi di divulgazione delle informazioni. Proprio perché il tempo è denaro, specialmente se si parla di criptovalute, l’offerta di Trade.com è di valore inestimabile.

    Oltre a questo, avrai a disposizione video-lezioni e vari e-book su ogni aspetto tecnico dell’investire, dalle strategie di trading alle tecniche di gestione del rischio fino, ovviamente, agli indicatori di trading che maggiormente si adattano ad ogni circostanza e ad ogni critpovaluta su cui Trade.com ti permette di investire.

    Vuoi realizzare investimenti di alto livello e diventare un professionista del settore in poco tempo?

    Prova il pacchetto formativo di Trade.com e registrati sulla piattaforma per riceverlo gratis

    BitFinex: in conclusione

    In conclusione, analizzare BitFinex ci ha fatto rendere conto che, indipendentemente da quanto un exchange possa essere famoso, si tratta di una tipologia di piattaforme di scambio che non potrà mai garantire la piena sicurezza degli investimenti.

    Quello degli exchange è un settore che non è regolamentato come quello dei broker di trading online, né, del resto, offre strumenti, materiali e ottimizzazioni per gli investimenti altrettanto validi e mirati all’operatività.

    BitFinex, in particolare, nonostante sia una delle piattaforme di exchange più importanti se si tiene conto dei volumi di scambio, resta comunque una realtà estremamente compromessa. Numerosi sono gli scandali, numerose le accuse e ancor più frequenti le denunce e le condanne che ne caratterizzano la storia.

    Senza una licenza né un’autorizzazione valida ad operare nei territori dell’Unione Europea, affidarsi a BitFinex non è solo rischioso, ma anche poco conveniente se rapportato alle offerte dei broker di trading online. 

    Lo stesso discorso lo possiamo fare per altri exchange simili come Kraken o Binance.

    Operare con eToro, Investous e Trade.com non solo ti permette di avere maggiori garanzie, ma ti permette di rapportarti con un’offerta pensata appositamente per investire su titoli finanziari come le criptovalute. Non si tratta, dunque, né di un capriccio né di un settore che si apre solo a pochi.

    Il trading online, grazie alle piattaforme che ti abbiamo elencato e descritto prima si apre al mondo professionale degli investimenti finanziari. A questo punto puoi dire di possedere tutte le informazioni principali.

    Fa la tua scelta e preparati a operare sulle critpovalute!

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 1 Media: 1]

    Lascia un commento