Trading

L’ascesa e la caduta delle criptovalute

Il crollo delle criptovalute, dopo la marcia trionfale del 2017 è stato forte. Sembrava che le criptovalute dovessero dominare il mondo della finanza e della tecnologia e invere c’è stata una caduta senza prcedenti. L’ascesa e la caduta delle criptovalute potrebbe essere il titolo di un romanzo epico ma in realtà, probabilmente, è un romanzo a puntate visto che non è ancora detta l’ultima parola.

Le criptovalute sono ormai presenti nei portafogli di moltissimi investitori privati che, a differenza dei fondi istituzionali, non temono la grande volatilità e l’elevato elemento speculativo di questo tipo di investimento. Anzi in effetti molti investitori privati sono attirati proprio da quello che spaventa gli istituzionali e cioè l’elevata volatilità: nessun altro asset finanziario mette a segno variazioni di prezzo giornaliere superiori al 10%, sia positive che negative. Per gli speculatori privati, soprattutto se hanno l’intelligenza di speculare sia al rialzo che al ribasso, è un vero e proprio paradiso.

La caduta delle criptovalute, spiegata bene

La corsa all’oro delle criptovalute, però, non è durata così a lungo come molti degi holders (coloro che comprano Bitcoin e li mantengono nella speranza che il loro valore aumenti) si aspettavano. Il mercato delle criptovalute ha cambiato la sua direzione alla fine di dicemmbre, diffondendo il panico tra i proprietari di criptovalute, soprattutto tra coloro che sono entrati alla fine del bomm, verso dicembre, quando ormai investire in Bitcoin e criptovalute emergenti era diventata una vera e propria moda.

Ricordiamoci quello che stava succedendo a dicembre: TV, giornali, siti internet famosi parlavano sempre di Bitcoin. Gli italiani si erano trasformati in un popolo di esperti in criptovalute, abbandonando almeno per un momento la loro consueta occupazione di commissari tecnici della nazionale. Ma il fenomeno non ha colpito solo l’Italia: in tutto il mondo l’interesse verso il Bitcoin e le altre criptovalute è cresciuto in maniera esponenziale, portando molte persone anche poco esperte ad entrare nel mercato delle criptovalute.

SEMRush (azienda che si occupa di sviluppare strumenti per analizzare e ottimizzare i risultati sui motori di ricerca) ha anche scoperto che l’attuale prezzo di Bitcoin ha una correlazione del 91% con il volume delle ricerche di Google relative a questa criptovaluta.

correlazione bitcoin

Correlazione tra il bitcoin e il volume di ricerca su Google



E qui arriviamo a un punto chiave: tutti coloro che sono entrati nel mercato del Bitcoin dopo la metà del 2017 non hanno idea della ciclicità e dei modelli di questo mercato
. E, a sua volta, spiega molto di quello che succede nel mondo delle criptomonete dall’inizio del 2018. I trader che sono stati sul mercato dall’inizio del 2017, hanno notato la somiglianza, con grande precisione, del movimento dei prezzi del Bitcoin, all’inizio del 2017 e 2018. Allora, cosa diciamo degli entusiasti, che sono stati sul mercato da più di tre anni? per loro, il forte calo di bitcoin da $ 20.000 a $ 10.000 e il successivo declino era più che prevedibile.

Nella comunità dei trader esperti di Bitcoin c’è un detto allo stesso tempo crudele e divertente:

La nuova Lamborghini dei trader di Bitcoin è stata acquistata con i fondi di coloro che sono entrati sul mercato quando il Bitcoin quotava oltre $ 17.000.

Sulla base di questi semplici fatti, possiamo distinguere diversi eventi successivi:

  • Mentre il bitcoin si avvicinava ai $ 10.000, molti dilettanti inesperti hanno cominciato a comprare Bitcoin
  • Allo stesso tempo, molti dei veterani del Bitcoin hanno cominciato a pensare di uscire dall’investimento perché il tasso di crescita era altissimo e si era superata la soglia psicologica di 10.000 $
  • I trader più intelligenti hanno cominciato a pensare ad aprire posizioni ribassiste (per guadagnare con la discesa del prezzo) grazie a piattaforme come eToro o 24option

Separatamente, vale la pena notare un evento come il capodanno cinese; questo evento, durante tutta la vita di Bitcoin ha avuto un impatto significativo sul prezzo, provocando un netto calo e una generale stagnazione del mercato criptato dall’inizio di febbraio alla fine di marzo di ogni anno.

Il grafico sottostante mostra la regressione logaritmica del tasso di crescita dei prezzi Bitcoin e il prezzo medio ponderato del mercato. Il grafico è in scala.

prezzo bitcoin

Ad eccezione del 2014, in generale, il quadro è molto simile
: una volta che il grafico dei prezzi si discosta significativamente sopra il livello del prezzo logaritmico, è inevitabile un periodo di flessione di circa 5-6 mesi, che è semplicemente necessario, al fine di eliminare il surriscaldamento del mercato, ristabilire l’equilibrio tra offerta e rendere il Bitcoin ancora attraente per i nuovi investitori.

Cosa possiamo riassumere da questa osservazione? Bitcoin ha visto un calo maggiore, questa volta più numeri, ma non ampiezza. E ancora vale la pena notare che per i partecipanti al mercato esperti questi eventi erano prevedibili e hanno aperto eccellenti opportunità per registrare profitti, e anche guadagnare di più aprendo posizioni corte (al ribasso) a partire da metà dicembre.

Crollo delle criptovalute e previsioni

Dopo aver svelato così tanti schemi, ogni persona interessata ha una domanda naturale: a che punto è ora il cripto-mercato e cosa ci aspetta nel prossimo futuro?

Applicando semplicemente il modello dell’attuale grafico dei prezzi del tasso Bitcoin sui dati storici, si può capire che ora siamo nell’ultima fase della regressione, nella quale possiamo già considerare i prerequisiti per il recupero e l’ulteriore crescita, tra cui, crescita dei volumi di trading al cambio del tasso e fissazione del grafico dei prezzi vicino ai livelli di supporto chiave formati dalle medie mobili.

E cosa ci aspetta nel futuro prevedibile e fino alla fine del 2018? Ritornando ai cicli annuali dei prezzi di Bitcoin, è possibile affermare con alta probabilità che ci si dovrebbe attendere un significativo aumento dei prezzi non prima di agosto o settembre, quando i mercati finanziari diventeranno pienamente operativi dopo l’estate e il Bitcoin sarà di nuovo attraente per gli investitori.

In generale, per chiamare gli eventi degli ultimi tre mesi il crollo del mercato crittografico è fondamentalmente sbagliato, questa definizione può essere adatta solo a coloro che sono entrati nel mercato surriscaldato a prezzi follemente alti. I trader esperti che hanno utilizzato piattaforme come eToro o 24option per andare al ribasso in questo frangente, invece, hanno accumulato enormi profitti.

La grande lezione del crollo delle criptovalute

Abbiamo analizzato con cura il crollo del prezzo del Bitcoin che si è verificato a partire da Gennaio 2018 e abbiamo anche visto che movimenti di questo tipo si verificano tutti gli anni. Il prezzo del Bitcoin non sale sempre: il Bitcoin in fondo è un asset finanziario e come tutti gli asset finanziari alterna periodi di crescita e periodi di caduta del prezzo.

Tra l’altro nel caso del Bitcoin, i movimenti si ripetono più o meno uguali tutti gli anni e questo rappresenta una grandissima opportunità per tutti coloro che fanno trading. La grande lezione che tutti possono apprendere dal crollo delle criptovalute di quest’anno è che bisogna imparare a guadagnare anche quando il Bitcoin scende, non bisogna fissarsi comprando Bitcoin e mantenendoli in maniera indefinita.

Gli exchange di criptovalute, purtroppo, non consentono di andare al ribasso. Ecco perché è assolutamente necessario utilizzare piattaforme di trading come 24option o eToro che forniscono questa possibilità e garantiscono quindi profitti sia quando il Bitcoin sale sia quando crolla.

Strategie di trading per criptovalute

In un momento in cui il valore delle criptovalute sembra stia crollando, è importante esaminare alcune semplicissime strategie di trading e alcuni consigli di natura psicologica.

Strategia della media mobile


Questa strategia è facile da applicare e ha mostrato un risultato eccellente nel mercato orso tra il 20 dicembre
e la fine di febbraio; In questa strategia sono possibili posizioni sia corte che lunghe, ma che la validità di questo metodo è dimostrata in tutte le direzioni del mercato. Ovviamente per applicarla è necessaria una piattaforma di trading criptovalue che consenta di andare sia al rialzo che al ribasso.

Ecco la strategia:

MA20 (Media Mobile, Moving Average in inglese) è la media mobile con un periodo di 20. Il grafico lo colpisce con sicurezza – vendere, aumentare – comprare. Sotto una svolta sicura intendiamo un intervallo da $ 75 a $ 175, il gioco è fatto, non sono necessari ulteriori ritocchi; quando si controllano questi parametri con dati storici, la strategia mostra una redditività dell’80-95% per 2,5 mesi.

Alcune semplici regole:

  • Non cedere alla pressione: non iniziare a fare trading a meno che non si vedano buone condizioni di ingresso e strategie di uscita. I trading sotto pressione sono spesso in perdita. Aspetta il momento giusto. È meglio essere fuori dal mercato rispetto al mercato con perdite.
  • Acquista sulle voci, vendi sulle notizie: quando le notizie di crescita raggiungono i maggiori siti di notizie non core, per non parlare della TV, è il momento di uscire dalla posizione e di iniziare a speculare al ribasso.
  • Non pentirti e non tornare sui tuoi passi. Hai fatto un buon lavoro, l’hai chiuso con un vantaggio eccellente, ma come sempre, dopo la vendita, il prezzo ha continuato a salire. In primo luogo, prendine atto: questa è la legge di Murphy. In secondo luogo, rileggi il primo punto e non tornare mai in una posizione sotto pressione. Mentre hai un profitto, sei a posto. Meglio iniziare a lavorare sul prossimo trading e non perdere denaro su un terreno pianeggiante.
  • Riduci il tuo ego. Non è se hai ragione o no. Riguarda il profitto. Non sprecare risorse (tempo e denaro) per dimostrare a te stesso che non dovresti aver inserito questa posizione. Ricorda: non c’era un singolo trader che non ha perso denaro. Almeno qualche volta capita a tutti. La cosa principale è ottenere più che perdere.

Migliori piattaforme trading criptovalute

Per chi vuole approfittare della caduta del prezzo delle criptovalute in ogni tipi di circostanza di mercato, è fondamentale operare con le migliori piattaforme di trading per criptovalute. Come si caratterizzano queste piattaforme? Si tratta, per prima cosa, di piattaforme sicure e affidabili perché autorizzate e regolamentate. Inoltre, sono piattaforme che garantiscono la possibilità di speculare anche al ribasso, in modo da ottenere profitti sempre. Tutte le migliori piattaforme sono poi completamente gratuite, senza nessun tipo di costo o commissione. Infine, alcune di queste piattaforme offrono anche servizi esclusivi e utilissimi per i trader.

La tabella qui sotto contiene alcune delle migliori piattaforme per fare trading di Bitcoin e criptovalute:

Broker Vantaggi Deposito min. Inizia
Social trading 200 € Apri un conto
Notifiche di trading gratis 200 € Apri un conto
Spread bassi, demo gratis 100 € Apri un conto
Piattaforma sicura e demo gratuita 100 € Apri un conto
Deposito minimo 10 euro 10 € Apri un conto

Migliori piattaforme per criptovalute: eToro

Tra le migliori piattaforme per criptovalute segnaliamo, prima di tutte le altre, eToro. Si tratta di una piattaforma autorizzata e regolamentata, completamente gratuita e senza commissioni. eToro è semplicissima da usare, anche per un principiante ed è famosa per il servizio di social trading. Come mai questo servizio è così apprezzato? Si tratta delle possibilità di copiare, automaticamente e senza nessun tipo di costo, quello che fanno gli altri trader. E’ naturale che molti principianti utilizzino il servizio di social trading: di solito cercano i trader migliori della piattaforme, coloro che hanno accumulato i guadagni più alti, e li copiano automaticamente.

I guru di eToro (i grandi trader esperti) sono incentivati a farsi copiare perché eToro li paga in base al numero di follower: ecco perché sono così disponibili e sempre premurosi nei confronti dei trader meno esperti!

Ricordiamo che eToro è una piattaforma di trading professionale per criptovalute (e molto altro), è completamente gratuita e non applica commissioni. Si può anche scegliere di operare con un conto demo illimitato e senza vincoli.

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

Migliori piattaforme per criptovalute: 24option

24option è una delle piattaforme più apprezzate a livello europeo per operare su Bitcoin, altre criptovalute ma anche asset finanziari tradizionali. 24option è famosa perché è veramente facile da utilizzare anche per un trader veramente inesperto e perché offre un supporto telefonico gratuito e continuato da parte di veri esperti. In pratica, chi si iscrive su 24option ha la garanzia di essere seguito da un esperto sempre disponibile.

Chi vuole può anche seguire gratuitamente corsi veramente fatti bene che spiegano nel dettaglio come si opera con le criptovalute. 24option è completamente gratuito, senza commissioni e mette anche a disposizione dei trader un conto demo gratuito, illimitato e senza vincoli.

Puoi iscriverti gratis su 24option cliccando qui.

Bitcoin quotazione e valore in tempo reale


Grafico con le quotazioni in tempo reale del Bitcoin.

Lascia un commento