Economia e Finanza

Calendario Economico: Scopri come utilizzarlo al meglio

Uno degli aspetti cruciali per determinare il successo nella nostra attività di investimento risiede nella capacità di saper leggere (ed interpretare) il cosiddetto calendario economico.

Questo strumento, nella sua semplicità, offre indicazioni utilissime ai Trader per l’operatività giornaliera. Inoltre, indica lo stato di salute del mercato attraverso i dati rilasciati quotidianamente.

Come funziona il calendario economico? Come saperlo leggere al meglio? In questo articolo forniremo tutte le indicazioni più importanti per integrare questo strumento nella nostra attività di investimento e per sfruttarlo al meglio.

Ricordiamo che questa funzionalità è spesso integrata nelle Piattaforme offerte dai migliori Broker. In altre parole, non occorrerà registrarsi su portali a pagamento per ottenere le informazioni che il nostro Broker ci fornirà gratuitamente.

Ecco la lista di operatori che offrono il calendario economico integrato nella piattaforma:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: investous
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Copytrading
  • Protezione dai rischi
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni

    Calendario Economico: Come funziona

    Questa funzionalità consiste nel selezionare i dati e gli eventi più rilevanti in uscita ogni giorno. Suddivisi in base all’orario di rilascio, forniscono quindi un quadro completo su ciò che accadrà durante la giornata di trading.

    Ecco un esempio visivo:

    Partendo da questa base possiamo già comprendere meglio la struttura di un calendario economico. Di seguito tutti i dati presenti:

    • Data e ora
    • Valuta di riferimento
    • Impatto previsto
    • Tipologia di News
    • Dati precedenti, previsti ed attuali

    Prendiamo a riferimento il calendario economico di eToro visualizzato sopra per spiegare passo dopo passo come interpretarlo al meglio.

    Data e ora

    Il primo errore da non commettere sarà quello di impostare il fuso orario sbagliato. Per quanto di default viene inserita l’ora presa dal nostro IP del computer, è sempre bene controllare questo valore. Soprattutto se si utilizzano calendari economici esterni alla Piattaforma, c’è il rischio di lavorare su orari “sballati”. Questo aspetto soprattutto nel Forex assume molta rilevanza.

    In sostanza, per quanto questo aspetto su eToro viene ottimizzato in automatico, a livello generale è buona norma controllare sempre il fuso orario di riferimento ed eventualmente settarlo correttamente.

    Valuta di riferimento

    Questo aspetto circoscrive la news in uscita alla valuta di riferimento, in modo da poter verificare su di essa gli impatti positivi o negativi a seguito del rilascio del dato. Trattandosi di news a stampo macroeconomico, l’impatto principale lo si ha sulla nazione in oggetto e di conseguenza sulla sua valuta.

    Non dimentichiamo che il Forex (mercato valutario) si basa su coppie valutarie. Quindi, anche se la news andrà ad impattare il Dollaro, dobbiamo tenere ben presenti gli effetti anche sulle altre valute correlate. Nel caso di Eur/Usd, ed esempio, l’impatto sarà inevitabile anche per l’Euro.

    In generale, in un’economia sempre più interconnessa, difficilmente una news di grande impatto avrà conseguenze solo su un singolo Stato. Per questo motivo, il calendario economico va interpretato anche sulla base delle conseguenze generali di un dato rilasciato.

    Impatto previsto

    Non tutte le news in uscita hanno lo stesso impatto sui mercati. Alcune sono dei veri e propri “market mover“, mentre altre non andranno ad influire più di tanto. Tuttavia, si tratta comunque di dati che devono necessariamente essere rilasciati pubblicamente.

    Per capire subito quali notizie creeranno una forte volatilità sui mercati, i fornitori di calendari economici tendono a differenziare le news con una scala da 1 a 3. Nel caso di eToro, ci sono 3 tori che suddividono in questo modo le varie notizie:

    • 1 toro: impatto basso
    • 2 tori: impatto medio
    • 3 tori. impatto alto

    Alcuni trader filtrano le news selezionando solo quelle ad alto impatto. In questo modo ci si concentra solo su quelle più importanti, tralasciando movimentazioni minori di mercato che rischiano di deconcentrare il Trader nella sua operatività.

    Tipologia di News

    La sezione più ampia è dedicata proprio alla tipologia del dato: Pil, occupazione, tassi di interesse ed altro ancora. nei prossimi paragrafi analizzeremo nel dettaglio tutti i valori più importanti.

    Adesso ci limiteremo a specificare che nel rigo centrale è descritto ciò che verrà reso pubblico attraverso il rilascio di dati ufficiali.

    Dati precedenti, previsti ed attuali

    La colonna di destra è sempre occupata da questi tre dati che rappresentano ciò che andrà effettivamente a muovere il mercato.

    Si parte dai dati passati, solitamente sulla colonna di destra. Nel mezzo, troviamo le previsioni su quel dato specifico, ovvero ciò che gli analisti si aspettano. Infine, la colonna più a sinistra sarà quella che verrà riempita solo una volta che il dato viene pubblicato.

    Occorre effettuare un’importante considerazione. Spesso, a fare la differenza non è la discrepanza tra dato passato e futuro, bensì tra quello previsto e quello rilasciato. Tenere in considerazione questo aspetto è fondamentale per operare con successo.

    Molti Trader alle prime armi commettono l’errore di considerare dati passati ed attuali, dando meno importanza alle previsioni. Questo è un grande errore, in quanto storicamente i mercati finanziari si nutrono di previsioni! Spesso sono proprio le aspettative e le relative previsioni di Borsa a muovere un Asset (nel bene o nel male).

    Un esempio pratico? Bene, ipotizziamo che il PIL degli Stati Uniti nell’anno precedente era in salita del +1% e le previsioni lo indicano a +1,8%. Quando il dato viene rilasciato, il valore si attesta su un +1.5%. In teoria, essendo comunque superiore all’anno precedente, il Dollaro dovrebbe rafforzarsi. Al contrario, con buona probabilità, assisteremo ad un Dollaro in discesa. La motivazione risiede proprio nel fatto che il dato rilasciato è inferiore alle previsioni.

    Calendario_Economico

    Calendario Economico: I dati più rilevanti

    Adesso che abbiamo ben chiaro cosa rappresenta e come leggere il calendario economico, passiamo in rassegna i dati che hanno il maggior impatto sui mercati finanziari. Per intenderci, quelli che eToro segna con la grafica dei 3 tori.

    Questi eventi spesso sono dei veri e propri “market mover”, ovvero hanno la capacità di -fare- il mercato, nel senso di cambiarne la tendenza ed indicare la direzionalità. Ecco quali sono.

    PIL

    Probabilmente l’indicatore quantitativo più importante per misurare l’economia di una nazione. Il PIL è l’acronimo di Prodotto Interno Lordo, ovvero tutta la ricchezza generata all’interno di una nazione. Questo dato viene rilasciato ufficialmente ogni trimestre ed è fortemente in grado di influenzare la valuta di una nazione.

    La correlazione è diretta, ad esempio un Pil positivo negli States porterà ad un rafforzamento del Dollaro. Al contrario, un calo del Pil si rifletterà con una caduta del Dollaro nei confronti delle altre valute.

    Infine, questo valore è indicato anche con GDP, ovvero Gross Domestic Product.

    Tassi di interesse

    Ecco un altro appuntamento molto atteso dai Trader di tutto il mondo. Quando i Banchieri centrali annunciano i nuovi tassi, ovvero il costo del Denaro, state pur certi che sul mercato ci sarà una volatilità molto forte.

    In questo caso, un rialzo dei tassi implica un’economia in salute; ne consegue un rafforzamento della valuta in questione. Discorso opposto in caso di taglio dei tassi.

    Celebri i discorsi di Mario Draghi quando era a capo della BCE, con migliaia di investitori pronti a tradare non appena veniva ufficialmente rilasciato il dato. Anche la FED con Jerome Powell o la Banca centrale del Giappone sono in grado di influenzare notevolmente l’andamento valutario sui mercati.

    Noi di Mercati24 ci sentiamo anche di suggerire un importante aspetto: l’attenzione ai discorsi post-rilascio. Questo perché non appena il dato viene pubblicato sui calendari economici, c’è sempre un breve discorsi dei banchieri centrali. Molti analisti sono abituati a leggere tra le righe e sulla base di quanto detto, il prezzo continuerà ad oscillare violentemente. Non a caso, questi Banchieri sono sempre molto misurati con le parole.

    Leggi anche: Directa Trading.

    Disoccupazione

    Un altro grande indicatore per l’economia di un Paese. Ogni mese vengono rilasciati questi dati e l’evento più atteso è sicuramente il “non-farm payroll” Statunistense. Di cosa si tratta? Questo dato include tutti gli occupati negli States al netto dei lavoratori stagionali del settore agricolo. Da anni è preso come vero riferimento per tastare il polso all’economia a stelle e strisce.

    Specifichiamo che questi dati hanno un impatto minore sull’Euro, poiché i valori dei singoli Stati (positivi o negativi) avranno un impatto comunque relativo sull’Eurozona. A livello generale, oltre ai già citati USA, questo dato è molto seguito in Giappone ed in Australia, con una buona correlazione con l’andamento della valuta.

    CPI

    Questo acronimo indica Consumer Price Index, ovvero l’indice dei prezzi al consumo. Come mai è importante? Per via del fatto che è un rilevatore di inflazione. Come sappiamo, un tasso di inflazione in leggera salita implica un’economia in marcia.

    In generale, un dato abbastanza alta di questo indicatore porta ad un rafforzamento della valuta in esame. Ovvio, il valore non deve essere troppo alto altrimenti l’inflazione diventerà difficilmente gestibile!

    Calendario Economico: Strategia operativa

    Ecco il momento più atteso dai trader in erba: come operare con queste news macroeconomiche? Ebbene, la tecnica è abbastanza intuitiva. Chiariamo anche che esiste una categoria di Trader che si dedica esclusivamente a negoziare sui mercati a seguito del rilascio di queste news.

    Tuttavia, specifichiamo che come per qualsiasi strategia da implementare, lo Step principale è quello di aprire un conto Demo per operare con denaro virtuale. Nelle fasi centrali del calendario economico la volatilità schizza alle stelle, rendendo complicata l’operatività per un esordiente. Per questo motivo, noi di Mercati24 consigliamo caldamente di iniziare con una Demo, prendere dimestichezza con le news e solo in seguito aprire un conto reale.

    Ecco quindi il primo Step:

    Dopo aver completato la registrazione (bastano pochi minuti) possiamo accedere agli Step successivi:

    • Aprire il calendario economico
    • Selezionare almeno 5 cross valutari per negoziare, qualche esempio: Eur/Usd; Usd/Jpy; Aud/Usd; Eur/Gbp

    Tenere quindi sotto controllo le news ad alto impatto ed attendere che si arrivi a ridosso dell’orario di rilascio.

    Bene, dal momento che prevedere il dato è impossibile, oltre al fatto che potrebbe scostarsi dalle previsioni e quindi generare un andamento imprevisto sui mercati, ecco una soluzione efficace:

    • Aprire un CFD pendente rialzista: 20 pips sopra il prezzo corrente
    • Aprire un CFD pendente ribassista: 20 pips sotto il prezzo corrente

    Ovviamente questi due ordini li inseriamo a mercati circa 5 minuti prima del rilascio del dato. In seguito, quando il valore sarà reso pubblico, il prezzo si muoverà con forza in una delle due direzioni. Qualora dovesse toccare uno dei nostri ordini pendenti, provvederemo subito a chiudere l’altro. Se la volatilità è forte, con una movimentazione anche di 50/60 pips, sarà importante chiudere la nostra operazione e portare a casa il profitto prima che il mercato inverta la tendenza.

    Per maggiore chiarezza, ecco un riassunto per punti:

    • Aprire due ordini pendenti, uno Long ed uno Short
    • Quando il dato viene rilasciato, verificare se uno dei due pendenti viene preso
    • Chiudere la posizione in profitto quando la volatilità si attenua

    Per mettere subito alla prova questa ottima strategia di trading basata su dati macroeconomici, basterà scaricare la versione Demo di eToro e testare ogni giorno questa operatività. I dati ad alto impatto sono numerosi ed ogni giorno c’è modo di testare e fare esperienza. Per iniziare subito, ecco il Link:

    Scarica la Demo di eToro per operare con i dati macroeconomici

    Conclusioni

    Il calendario macroeconomico è uno strumento fondamentale per ogni Trader. Offre una panoramica completa su tutto ciò che accade sui mercati, dando modo di pianificare la giornata operativa nel miglior modo possibile.

    Come analizzato, questo calendario raccoglie tutti i dati e gli indicatori più importanti per l’economia di una nazione. Il loro rilascio porterà inevitabilmente ad una forte volatilità sui mercati, con ripercussione principalmente sulla valuta in oggetto.

    Per fare trading al meglio, c’è un’ottima strategia molto utilizzata dai trader professionisti che abbiamo descritto in questo articolo. Come sempre, la raccomandazione è fare Test su conto demo, in modo da operare con denaro virtuale e fare pratica. Solo in seguito, con €200 sarà possibile effettuare un deposito minimo per operare su eToro nelle reali condizioni di mercato.

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Si applicano termini e condizioni
    Cos’è un calendario economico?

    Consiste in un calendario dove giorno per giorno sono raccolti tutti i principali indicatori in fase di rilascio.

    Come si legge un calendario economico?

    L’aspetto cruciale consiste nel vedere lo scostamente tra il dato attuale con il valore previsto e quello precedente.

    Quali sono i principali indicatori del calendario economico?

    Su tutti, il PIL, il rilascio dei tassi di interesse ed i dati sull’occupazione.

    Il calendario economico è integrato nella Piattaforme di trading?

    Non tutte offrono questo servizio. In Italia c’è eToro che dispone di un calendario integrato.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un commento