Che differenza c’è tra investire e speculare?

speculazione

Uno nostro articolo dedicato a speculare in Borsa ha ottenuto un successo discreto e ha anche causato un dibattito tra i lettori. Molti ci hanno inviato email per chiederci lumi etici sulla speculazione, altri sulla differenza che esiste tra speculazione e investimento.

Le persone sane di mente danno sempre un significato molto positivo all’investimento: si tratta di un modo per garantire un futuro migliore alla società e al singolo. Abbiamo escluso ovviamente tra le persone sane di mente gli estremisti e i sostenitori della società chiusa che vedono nell’investimento una minaccia alla loro visione pauperistica della vita.

Se parliamo di speculazione, le cose cambiano: di solito la speculazione è vista con occhi molto negativi, chi specula fa necessariamente del male a qualcuno. Con questo articolo vogliamo ribadire due concetti cardine: tra speculazione e investimento non c’è nessun tipo di differenza. Se proprio vogliamo spaccare il capello, di solito la speculazione è a breve o brevissimo termine, l’investimento è più a lungo termine.

La speculazione può essere sia al rialzo che al ribasso, un investimento finanziario invece è tipicamente al rialzo. In ogni caso le differenze sono minime e i due termini indicano quasi esattamente la stessa cosa.

Detto questo, anche dal punto di vista etico dobbiamo abituarci a considerare la speculazione esattamente come facciamo con gli investimenti. Molto spesso si dice che la speculazione può essere una rovina per determinate classi di persone o per stati interi. Niente di tutto questo è vero. Nessuno ha una forza così grande da determinare l’andamento del mercato con la speculazione. Chi specula semplicemente si approfitta dell’andamento del mercato per fare soldi. Ma il mercato si sarebbe mosso allo stesso modo anche se non ci fosse stata speculazione.

Che colpa ha dunque lo speculatore? Solo quella di fare soldi. E in molti ancora il concetto di soldi è associato al concetto di male. Ovviamente questo tipo di visione non è in nessun modo condivisibile. Tuttavia chi si sente in colpa per i soldi facili guadagnati con la speculazione ha sempre l’opzione di regalare dei soldi in beneficenza per lavarsi la coscienza.

2 Responses to Che differenza c’è tra investire e speculare?

  1. David ha detto:

    Ma lasciate stare questi perdenti che pensano che speculare sia male. I vincenti sanno bene che non lo è. Io poi faccio beneficenza non per lavarmi la coscienza ma per aiutare il prossimo con i tanti soldi che riesco a guadagnare speculando in Borsa.

  2. Andrea ha detto:

    Secondo me è profittevole sia speculare che investire, sopratutto con questi broker che voi consigliate. Ma quando si inizia ad investire più di quello che si è disposti a perdere, è necessario fermarsi. Quindi fate attenzione e seguite sempre Mercati24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *