Come fare soldi nel settore immobiliare

Il film “La Grande Scommessa” uscito da poco al cinema è sicuramente stato uno dei più grandi film finanziari mai usciti prima d’ora, insieme a Rogue Trader, The Wolf of Wall Street e molti altri ancora. Anche noi ne abbiamo parlato tempo fa, con questo articolo che parlava proprio di uno dei termini tecnici utilizzati nei titoli di coda del film: Bespoke Tranche Opportunity.

Il film pluripremiato racconta la storia di come i banchieri hanno diviso, mescolato, e venduto grosse quantità di mutui in prodotti complessi che alla fine hanno fatto schiantare il sistema finanziario globale tra il 2007 e 2008.
I prodotti – titoli garantiti da ipoteca ed obbligazioni garantite – erano così complessi che gli investitori non potevano dire cosa stavano effettivamente comprando: “merda di cane ricoperta di merda di gatto”, per citare il film.
“Il problema con un titolo da ipoteca, rispetto a un prodotto in cui c’è una singola attività, è la trasparenza”, dice Dan Gandesha, il CEO di Property Partner.

La sua startup, è stata resa pubblica poco più di un anno fa, ed è essenzialmente una piattaforma di crowdfunding che consente alla gente di comprare una piccola fetta di una proprietà in affitto per un minimo di 50 euro circa. Sicuramente si tratta di uno dei migliori metodi per investire oggi nel settore immobiliare.

Rispetto ai prodotti bancari stile casinò, che venivano offerti nei giorni pre-2007, ciò che PP offre è “l’estremo opposto”.

Propriety Partner cerca una casa – o meglio un intero fondo e compra spesso in massa – negoziando un accordo con il venditore, e poi distacca la proprietà sul suo sito web una volta che ha fatto l’affare. Propriety Partner poi paga il deposito dal bilancio e sottoscrive l’accordo, ma la vera rivoluzione è che gli investitori non sono costretti a sborsare il prezzo intero, possono comprarne anche una piccola parte. In pratica è il CFD del mercato immobiliare.

Gli investitori ricevono quindi una parte di reddito da locazione, che è proporzionale alla loro partecipazione e che anche beneficierà di un aumento del valore della proprietà. I valutatori indipendenti rivaluteranno periodicamente le proprietà, regolando di conseguenza i prezzi delle azioni.

Propriety Partner si occupa quindi di mantenere la proprietà in affitto, assumendo una società di terze parti per fungere da padrone di casa. La maggior parte delle proprietà della startup sono per adesso a Londra, ma la società sta iniziando ad espandersi, e forse arriverà anche a vendere frazioni di case anche in Italia, anche se già gli italiani possono registrarsi sul sito ed iniziare ad investire. Ecco un esempio di guadagno:

Screenshot 2016-02-03 15.13.48

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *