Come funziona il mercato delle materie prime

trading materie primeLe materie prime, chiamate anche in gergo “Commodities“, sono lo strumento finanziario scelto dai traders di tutto il mondo. Infatti, nel portfolio di qualsiasi trader professionista, è necessario che sia presente anche una piccola o grande percentuale di investimenti in materie prime, in modo che la diversificazione del portfolio sia efficace.

Perché scegliere proprio il mercato delle materie prime

Plus500
Plus500 è uno dei migliori broker per il trading online di materie prime: clicca qui per aprire subito un conto.
Nel mondo degli investimenti finanziari, la quantità di sottostanti disponibili è senza dubbio incredibilmente vasta. Basti pensare a quante azioni nella Borsa di Milano sono presenti, centinaia, se non migliaia. Chi si avvicina invece fin da subito al mondo delle materie prime, scoprirà che sono presenti principalmente tre commodities principali:

  • Oro
  • Argento
  • Petrolio

Ci pare quindi ovvio affermare che nel mondo delle materie prime c’è senza dubbio più chiarezza. I mercati principali sono tre e quindi sarà più difficile, se non praticamente impossibile, farsi ingannare dalla complessità della piattaforma, a differenza degli altri investimenti, come ad esempio il forex oppure l’azionario.

Le commodities sono uno degli strumenti di investimento più nobili

Fare trading nel mercato delle commodities non significa andare in un casinò e puntare tutto sul rosso. Le materie prime, sono dei mercati che rappresentano dei metalli e risorse molto preziose, sulle quali girano gran parte delle attività mondiali presenti oggi. Tradare i mercati finanziari significa investire sugli equilibri che sono presenti tra la domanda e l’offerta che vengono generate sui mercati, grazie anche alle numerose news macroeconomiche che vanno inevitabilmente ad influenzare il mercato delle commodities, creando ottime occasioni di mercato, per poter portare preziosi pips (e quindi, euro) nel nostro conto.

Come prevedere i prezzi delle commodities

Il mondo del trading in generale è molto semplice da prevedere. Bisogna semplicemente essere bullish in un mercato rialzista, ed essere bearish in un mercato ribassista. A parte gli scherzi, per tradare il mercato delle commodities, solitamente ci si affida a due correnti di pensiero, che andranno a congiungersi naturalmente. Queste due correnti di pensiero vengono generalmente chiamate Analisi Tecnica e Analisi Fondamentale.

Che cos’è l’analisi fondamentale nelle materie prime

L’analisi fondamentale è quel tipo di analisi che va a studiare il comportamento del sottostante in base alle news macroeconomiche che vengono puntualmente rilasciate sui mercati. L’analisi fondamentale su una data maniera prima, influenza drasticamente il prezzo della materia prima in questione.

Che cos’è l’Analisi Tecnica delle Materia Prime




L’analisi tecnica nei mercati delle materie prime è invece quello studio che va ad utilizzare tutti i grafici, gli strumenti di analisi tecnica come i supporti e le resistenze, oppure anche studi come le Onde di Elliott, che sono molto importanti, in quanto i sostenitori della teoria che le materie prime sono principalmente comandate da movimenti ciclici, sono in molti.

Le principali categorie di materie prime

Abbiamo detto nelle righe precedenti, che le materie prime sono principalmente tre (Oro, Argento e Petrolio), ma per i più esigenti, per le persone che vorrebbero avere un portfolio più ampio di materie prime, è possibile dividere addirittura in tre grandi settori il mondo delle materie prime:

Energia (Greggio, Gas Naturale, Benzina e molti altri) Metalli (Oro, Argento, Platino, Rame e molti altri) Carni Agricoltura (Mais, Riso, Caffè, Cotone, Zucchero e molti altri ancora)

Il mercato delle materie prime, sia nel passato che nei giorni nostri, ha avuto e ha un impatto economico tremendo sulle nazioni e sulle persone. Pensate che addirittura i futures sul riso venivano tradati in Cina ben 6000 anni fa. Le mancanze di materie prime hanno fatto incominciare conflitti aspri, come ad esempio nella Seconda Guerra Mondiale, quando il Giappone si avventurò in paesi stranieri per prendere petrolio e altre materie prime), quando invece l’eccesso di queste materie prime ha avuto un impatto devastante sull’economie di stati, svalutando il prezzo delle materie prime principali.

Come le aziende utilizzano in maniera intelligente le materie prime

E’ interessante studiare il comportamento delle aziende per carpire quanto sia essenzialmente importante il mondo delle materie prime per l’economia. Le materie prime vengono utilizzate dalle aziende per far progredire il proprio business a prezzi esigui. Ad esempio, le aziende aeree sono un esempio di industria che deve assicurarsi grandi quantitativi di benzina a prezzi stabili per scopi di pianificazione. A causa di questa necessità, le compagnie aeree fanno hedging comprando carburante a prezzi fissi (per un periodo di tempo) in modo da scampare alla volatilità di mercato del greggio e delle benzina, che potrebbero far diventare i loro conti molto più volatili e rischiosi per gli investitori.

La nostra conclusione sul mercato delle Materie Prime

Crediamo che il mercato delle materie prime sia uno dei migliori strumenti di investimento, ma che tuttavia non sono ancora considerati in maniera seria dagli investitori. Infatti è pratica comune dell’investitore senza esperienza tradare in maniera affrettata mercati come quello del Gold, che forse potrebbe essere non proprio semplice per l’amatore, in quanto mercati di questo tipo hanno dei pesanti movimenti continuativi unidirezionali. Tuttavia, occasioni come quelle del mercato dell’Oro, vengono sfruttate con sapienza dagli esperti dei mercati. Per quello siti come il nostro hanno un’esperienza a dir poco fondamentale, per istruire ed informare il trader alle prime armi, ma anche il professionista che vuole sempre essere aggiornato sulle novità dei mercati.

Usando i futures delle materie prime, oppure usando le materie prime come strumento di hedging, gli investitori possono rifugiarsi contro la volatilità dei prezzi. La crescita della popolazione, con approvvigionamenti limitati dei beni dell’agricoltura, possono fornire opportunità per portare i prezzi dell’agricoltura verso l’alto. La domanda invece per i metalli industriali può portare ad opportunità per fare soldi scommettendo su incrementi dei prezzi futuri. Quando invece i mercati sono ribassisti, le materie prime possono fungere da rifugio sicuro per i propri investimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *