Investimenti

Come investire con successo e senza fregature

Come si fa a investire con successo e senza fregature? Il mondo della finanza, oggi come oggi, può sembrare complesso e pericoloso ma in realtà è possibile ottenere ottimi risultati evitando le truffe e le fregature (che purtroppo ci sono). E non serve essere esperti: tutti ce la possono fare a patto di dedicare tempo ed energie.

Che cosa significa investire? Investire significa utilizzare il proprio denaro per ottenere un profitto. Spesso si pensa che investire sia complicato e che sia adatto solo ai più esperti. Si pensa anche che per investire ci vogliono delle somme molto elevate. Tutto falso. Si può iniziare a investire anche con soli 10 euro e si può partire da zero, ovviamente dedicando tempo ed energie allo studio.

I rischi di investimento

Prima di iniziare il nostro articolo è bene mettere in evidenza un punto fondamentale: investire può comportare dei rischi. Per prima cosa, non tutti gli intermediari sono onesti e alcuni sono dei truffatori veri e propri. Può capitare di affidare il proprio denaro ad uno di questi intermediari e di perderlo tutto.

Per questo motivo è importantissimo affidarsi esclusivamente a piattaforme e intermediari che operano rispettando la normativa italiana ed europea: bisogna, ad esempio, selezionare esclusivamente operatori che siano autorizzati e regolamentati.

Ma i rischi collegati agli investimenti non sono solo le truffe: bisogna sempre considerare anche i costi dell’investimento stesso. Chi si affida a fondi di investimento, ad esempio, deve tener conto che esiste una commissione, di solito molto pesante, che non è affatto legata alle performance ottenute ma viene pagata a prescindere.

In generale, possiamo dire che uno dei maggiori rischi legati agli investimenti è quello di delegare senza capire. Molto spesso ci si fida del bancario di turno ma non si pensa che il bancario ha un solo obiettivo: incassare ricche commissioni a fine mese. E le commissioni sono pagate dalla banca in base ai prodotti piazzati alla clientela. La storia recente italiana (chi non ricorda lo scandalo di Banca Etruria?) dimostra che questi prodotti venduti dalle banche in modo così insistente possono provocare la perdita completa del capitale.

Rischiare il proprio denaro affidandosi a questi personaggi è un errore che può costare carissimo
. Chi ha creduto ai bancari di Banca Etruria, per dire, ha perduto tutto. In moltissimi altri casi le perdite sono state tutto sommato accettabili. Ma investire significa generare profitti con il proprio denaro, non perderlo!

Alla base dell’investimento: consapevolezza e studio

Per chi vuole investire, soprattutto se si dispone di piccoli capitali, bisogna partire da un punto fondamentale: chi fa da sè, fa per tre. Farsi infinocchiare dal bancario di turno o da un promotore finanziario (non sappiamo quale delle due figure sia peggiore) non è una bella esperienza. Chi vuole investire deve prendere letteralmente in mano il proprio denaro e il proprio destino e cominciare a studiare.

Ovviamente se il capitale a disposizione è di parecchi milioni di euro è sempre possibile contrattare un consulente finanziario indipendente, cioè un professionista che non guadagna commissioni dalla vendita di prodotti finanziari spazzatura ma viene pagato direttamente dall’investitore per fornire i propri consigli oggettivi.

Utilizzare questo tipo di servizi può essere una buona idea ma se non si dispone di un capitale di parecchi milioni di euro difficilmente si possono ammortizzare le elevatissime parcelle richieste da questo tipo di professionisti.

Imparare a investire: migliori corsi

Il primo passo per investire in maniera consapevole è imparare a investire. E’ uno sforzo non indifferente, su questo non ci sono dubbi, ci vogliono ore di studio ma è più facile di quello che comunemente si pensa. Tutti possono imparare a investire, non è necessario una laurea in materie finanziarie e si può cominciare a studiare nei ritagli di tempo.

Ma come si impara a investire dal punto di vista pratico? Una delle migliori piattaforme di investimento a livello europeo, 24option, offre la possibilità di seguire gratuitamente corsi che spiegano, passo a passo, come funzionano i mercati finanziari e come si può investire in modo semplice. I corsi sono disponibili gratuitamente per tutti gli iscritti: puoi iscriverti gratis ai corsi di 24option cliccando qui.

In effetti, per chi vuole imparare a investire 24option offre anche la possibilità di ricevere gratuitamente la consulenza telefonica di veri esperti. Si tratta di un servizio estremamente utile per coloro che vogliono iniziare a investire in modo autonomo. Puoi iscriverti gratis su 24option cliccando qui.

Imparare a investire dai migliori

Seguire i corsi di 24option è un’ottima idea per imparare a investire ma esiste anche un altro metodo, ugualmente buono. Si tratta di imparare a investire copiando quello che fanno i migliori investitori. Come è possibile?

Semplice, grazie ad eToro che è una delle migliori piattaforme di investimento a livello europeo ma è anche un social network. In pratica, grazie a eToro è possibile interagire con gli altri investitori e, soprattutto, è possibile copiare in modo completamente automatico e gratuito tutte le loro operazioni.

eToro mette a disposizione un’interafaccia veramente semplice
che consente di ricercare gli investitori che nel passato hanno guadagnato di più. Una volta trovati questi investitori (detti investitori professionali) si può iniziare a copiarli, con un semplice click. In questo modo tutte le operazioni che faranno questi investitori esperti saranno replicate.

Che cosa ci guadagnano questi grandi guru dell’investimento a farsi copiare? Soldi. Infatti eToro paga gli investitori più esperti in base al numero di follower che ottengono.

Utilizzare eToro ha un duplice vantaggio: da una parte si possono ottenere profitti da subito, senza aspettare di imparare bene a investire. Dall’altra, è possibile imparare a investire osservando quello che fanno i grandi esperti. Tra l’altro, questi esperti sono di solito estremamente disponibili a rispondere ad ogni tipo di domanda e richiesta: abbiamo già spiegato che eToro li premia in base al numero di follower che riescono a ottenere.

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

Come investire piccole somme mensili

Imparare a investire non è difficile: abbiamo visto che ci sono 2 modi per imparare adatti a tutti anche a chi non ha assolutamente nessun tipo di esperienza o di formazione. Ma per cominciare a investire servono tanti soldi? Di solito si pensa a investimenti che richiedono molte migliaia di euro per iniziarie (se si va in banca di solito è così) ma in effetti è possibile iniziare con molto meno. E’ possibile investire piccole somme, molto meno di quanto solitamente si pensa.

Pensiamo, ad esempio, a Iq Option, piattaforma di investimento estremamente apprezzata a livello europeo e particolarmente user friendly. Ebbene, questa piattaforma consente di iniziare a investire con un capitale iniziale di appena 10 euro. Puoi iscriverti gratis a Iq Option cliccando qui.

Anche le piattaforme di cui abbiamo parlato prima (<a href=”http://partners.etoro.com/B315_A77607_TClick_SMercati24ComeInvestire.aspx” Target=”_Top” rel=”nofollow”>eToro e 24option) consentono di cominciare con un capitale estremamente contenuto. In ogni caso, i servizi di formazione sono disponibili gratuitamente, anche per chi non deposita assolutamente nulla.

La tabella qui sotto mostra il deposito minimo di alcune tra le migliori piattaforme di investimento a livello europeo.

Broker Vantaggi Deposito min. Inizia
Social trading 500 € Apri un conto
Notifiche di trading gratis 200 € Apri un conto
Spread bassi, demo gratis 100 € Apri un conto
Trend dei Traders 100 € Apri un conto
Deposito minimo 10 euro 10 € Apri un conto


Scegliere una piattaforma che richiedere solo un piccolo investimento è un grande vantaggio
. Molti investitori principianti iniziano con un piccolo investimento iniziale e poi, eventualmente, aggiungono altre piccole somme mensili. Alcuni investitori investono solo una piccola somma iniziale e poi si limitano a reinvestire i profitti ottenuti dal primo investimento.

Come investire i soldi senza rischi

Il sogno di tutti gli investitori è investire soldi senza rischi. E’ davvero possibile? Dipende dal significato che attribuiamo alla parola rischio. Se per rischio parliamo di truffe, comportamenti scorretti o costi elevatissimi, allora è molto semplice evitare questi rischi: basta selezionare piattaforme di investimento autorizzate e regolamentate, che siano indipendenti e non legate alle banche (i cui comportamenti scorretti sono ormai noti).

Se invece per investire soldi senza rischi si intende la possibilità di ottenere profitti sempre e comunque, allora no, non è teoricamente possibile investire soldi senza rischi.

Ogni investimento ha un rischio, più o meno grande: di solito il rendimento dell’investimento dovrebbe essere legato proprio ai rischi collegati. Questi rischi dipendono dal fatto che i mercati finanziari hanno un certo grado di imprevedibilità. Chiunque promette guadagni facili e senza rischi è un truffatore. Non è un caso che le piattaforme di investimento più serie (24option, eToro, Iq Option) avvertono sempre l’investitore dei potenziali rischi.

Se invece si va in banca a chiedere consigli di investimento si ricevono sempre rassicurazioni
: i loro prodotti sono sempre sicuri al 100%, più sicuri dei titoli di stato. E poi si vede come va a finire: di solito si perdono soldi, altro che investimenti senza rischi.

Investimenti migliori

Quali sono le caratteristiche fondamentali dei migliori investimenti? Ecco alcuni punti fermi su cui basarsi per la scelta del miglior investimento:

  • Zero costi o commissioni
  • Gestione in prima persona (senza promotori finanziari o bancari in conflitto di interesse)
  • Possibilità di imparare a gestire autonomamente i propri investimenti
  • Elevati ritorni sul capitale investito
  • Possibilità di investire piccole somme

E’ facile rendersi conto che investire soldi con le bnache italiane non consente di raggiungere nessuno di questi obiettivi. I costi e le commissioni sono sempre molto elevati, c’è sempre un bancario o un promotore finanziario che offre prodotti complicatissimi che di solito fanno perdere soldi, e i ritorni sugli investimenti sono bassi, di solito anche negativi. Poi quando si va a protestare, magari con il direttore di banca, ci si sente dire che la colpa è della crisi. E poi arriva immancabile la proposta di sottoscrivere un nuovo prodotto finanziario miracoloso in grado di far recuperare tutte le perdite e generare profitti.

Peccato che questi fantomatici strumenti finanziari sono miracolosi solo per le banche e per i bancari (che a fine mese incassano sontuose commissioni su questo tipo di prodotti. Altro che migliori investimenti…

Anche operando online bisogna mettere in conto di pagare elevate commissioni: andate a vedere le commissioni di Trading delle Poste, giusto per fare un esempio…

Investire in Bitcoin e altre criptovalute

Nel corso degli ultimi tempi, moltissime persone hanno cominciato a investire in Bitcoin e altre criptovalute. Di fatto, il Bitcoin è uno degli investimenti con il ritorno più alto della storia. Nel caso del Bitcoin bisogna tener presente che si tratta di un asset finanziario estremamente innovativo e che quindi ci sono dei rischi elevati: molti exchange di Bitcoin non sono affidabili, alcuni nascondono delle vere e proprie truffe.

La soluzione? Chi vuole investire in Bitcoin deve scegliere piattaforme autorizzate e regolamentate, perché queste sono le uniche che forniscono garanzie contro le truffe. Le migliori piattaforme di investimento, per fortuna, offrono la possibilità di investire in Bitcoin: ad esempio è possibile investire in Bitcoin con eToro (clicca qui) o con 24option (clicca qui).

Come investire in un’attività

Fino a questo momento abbiamo parlato esclusivamente di investimenti finanziari. Come si fa a investire in un’attività? Nell’attuale contesto italiano, investire in un’attività è particolarmente complesso. La pressione fiscale sulle attività produttive è elevatissima, le leggi e i regolamenti sono così tanti che è praticamente impossibile rispettarli tutti e, di fatto, ogni visita da parte di qualche autorità di controllo si traduce in una multa (o nella richiesta di denaro per mettere tutto a tacere).

La cosa peggiore è che in Italia chi investe in un’attività è visto come un nemico del popolo, da affamare con le tasse e da additare al pubblico disprezzo come evasore fiscale, a prescindere.

Per questo motivo, è sconsigliabile investire in un’attività in Italia in questo momento. Moltissimi giovani italiani, di fatto, stanno aprendo le loro attività all’estero proprio per evitare questo clima assolutamente inadatto a fare impresa. Ma come si fa a investire in un’attività?

  • Il capitale non è l’aspetto più importante: ci vuole coraggio e determinazione
  • Bisogna puntare a quello che si sa fare veramente
  • Investire in un’attività è un inferno nei primi due anni: pochi profitti, zero vita sociale e famigliare. Bisogna saperlo prima.
  • Bisogna avere chiaro un modello di business che funziona e soprattutto, pensare in funzione dei soldi: aprire il chiosco sulla spiaggia caraibica non sempre è il miglior investimento economico, anche se può sembrare molto romantico (che poi uno si annoia pure a vivere sempre ai Caraibi e poi c’ la terribile stagione degli uragani)
  • Bisogna valutare accuratamente se operare con un socio oppure no: un socio può aiutare moltissimo ma molte volte può trasformarsi in un vero e proprio incubo. E’ tipico il caso dell’imprenditore inesperto che si fa derubare completamente dal socio più navigato.

Con questo non vogliamo certo scoraggiare chi decide di investire in un’attività: può rivelarsi una scelta vincente e per di più crea lavoro e genera crescita economica. Ma investire in un’attività può essere complesso e bisogna impegnarsi veramente tanto per riuscire a ottenere risultati.

Investire in immobili per affittarli

Per decenni l’investimento preferito dagli italiani è stato quello immobiliare. Ha ancora senso investire in immobili per affittarli? Come succede per le attività, investire in immobili in Italia non è conveniente. Le tasse sono ormai elevatissime e sono destinate ancora a crescere di molto, malgrado le promesse elettorali.

Ancora peggio, in Italia affittare un immobile significa perderne il controllo per sempre. I pagamenti avvengono secondo il buon cuore dell’inquilino. Ci sono sicuramente inquilini onesti ma ce ne sono anche molti altri che decidono, semplicemente, di non pagare. Sfrattare un inquilino che non paga, in Italia, è praticamente impossibile.

Ecco perché non è assolutamente conveniente investire in immobili da affittare in Italia. Ci sono paesi esteri, in effetti, in cui è molto conveniente questo tipo di investimento. Per chi fosse interessato, è importante puntare a paesi in cui la proprietà privata è rispettata e le tasse basse. Di solito, inoltre, è conviente investire su immobili di pregio o di fascia alta, meno soggetti a cadute di prezzo nelle fasi discendenti del mercato (perché è falso che il prezzo degli immobili sale sempre).

Lascia un commento