Mercati azionari

Comprare azioni Campari: ecco come investire bene nel titolo

Autentico portavoce dell’eccellenza italiana nel suo settore, la Campari Group è uno dei leader mondiali nel settore delle bevande alcoliche, un’azienda che ha fatto storia. In questa guida vedremo se comprare azioni Campari risulta essere una operazione vantaggiosa o meno.

Si tratta di un titolo centenario, che ha mostrato negli anni una gestione estremamente solida e la capacità di espandersi in un settore, quello degli alcolici, da tempo molto delicato e saturo.

Investire in azioni Campari, dunque, significa relazionarsi con un leader di settore, una ottima opportunità potenziale per iniziare a fare trading online sul mercato azionario su azioni italiane.

Per questo motivo in questa guida approfondiremo non solo le prospettive e lo stato di salute della Campari Group, ma analizzeremo anche in che modo è possibile sfruttare le potenzialità del titolo investendo online.

Infatti per poter comprare azioni Campari è necessario affidarsi ad un intermediario finanziario o, come lo si chiama in gergo, un broker. Ognuno di questi mette a disposizione dei propri clienti delle offerte diverse che permettono di sfruttare aspetti diversi dello stesso titolo.

Ti anticipiamo che i migliori che prenderemo in considerazione sono: eToro, Trade.com e Plus500. Nei prossimi paragrafi scoprirai per quale motivo.

Nel frattempo ti basti sapere che si tratta di piattaforme che hanno una regolare licenza CySEC e sono regolamentate dalla CONSOB. Questo li rende broker sicuri e affidabili al 100%.

Elenco migliori piattaforme per azioni Campari

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo gratis
  • Corso trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    79.20 % dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita Illimitata
  • Deposito minimo basso
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Campari Group: dal 1860 ad oggi

    L’attuale Campari Group S.p.A. affonda le proprie radici nella Milano del lontano 1860. Un’azienda, dunque, più vecchia dell’Italia stessa.

    Il fondatore, Gaspare Campari, decide di aprire prima una distilleria e poi un Caffè a Milano, nei pressi della Galleria Vittorio Emanuele II. All’apertura segue immediato successo grazie a due prodotti in particolare: il Bitter e il Cordial.

    Sarà tuttavia il figlio Davide Campari a portare l’azienda allo sviluppo industriale: nel 1904 vengono aperti i primi stabilimenti di Sesto San Giovanni e la società cambia nome in Davide Campari & C. S.p.A.

    Il lancio della nuova bevanda nel 1932, il Campari Soda, vide la partecipazione del famoso artista futurista Fortunato Depero. La società vide un periodo di particolare fortuna per tutta la metà del Novecento, con numerose acquisizioni e il consolidamento della propria posizione di mercato.

    La svolta nella vecchia conduzione aziendale si ha nel 1982, anno in cui i discendenti di Gaspare e Davide Campari vendono la società a Erinno Rossi e Domenico Garavoglia. Il periodo dei Garavoglia porta la Campari ad assumere il ruolo di leader mondiale di settore, tramite l’acquisizione di numerose piccole concorrenti, tra cui:

    • Le attività italiane della Koninklijke BolsWessanen NV, che le ha permesso di controllare il 20% del mercato degli alcolici e il 23% degli aperitivi;
    • La Barbero, con i marchi Aperol, Barbieri, Mondoro e Serafino;
    • Skyy Spirits LLC, ribattezzata Campari America nel 2009;
    • Marchio Zedda Piras (Sella&Mosca e Glen Grant);
    • Wild Turkey;
    • Lascelles, leader dei rum giamaicani;

    In tempi recenti la società ha concluso le sue ultime due importanti acquisizioni: il Cognac Bisquit per 52,5 milioni di euro e la Philippe de Rothschild France Distribution, ribattezzata campari France Distribuition.

    Leggi anche le guide: comprare azioni Walmartcomprare azioni Amazon

    Comprare azioni Campari: come fare?

    Adesso che si sono comprese le dimensioni del mercato del Campari Group è giunto il momento di dedicarci all’aspetto pratico: come investire sulle azioni Campari?

    Si tratta di un titolo particolare, inserito all’interno di un settore, quello delle bibite, che non subisce le stesse variazioni repentine che, invece, possono interessare titoli del settore tecnologico.

    Inoltre Campari Group è una società che ha una storia imponente alle sue spalle e numerosi successi a sorreggerla. Questo rende le sue azioni ideali per due tipi di investimento.

    Il primo tipo prende in considerazione l’acquisto diretto e l’investimento per lunghi periodi di tempo. Si acquistano le azioni Campari grazie a offerte come le Real Stocks di eToro e si attende che il loro valore cresca nel tempo. Nel mentre si ricavano profitti periodici dal rilascio dei dividendi.

    La società è solita, infatti, rilasciare dividendi annualmente, con rendimenti a dir poco interessanti. Ad esempio i dividendi rilasciati il 20 Aprile 2020 avevano un rendimento dello 0.86%.

    Investire sul lungo termine sulle azioni Campari è un ottimo modo per assicurarsi una rendita passiva.

    Il secondo tipo di operazione, invece, prende in considerazione la speculazione sul breve/medio periodo, agevolata dal fatto che il titolo tende a presentare trend molto ben definiti e chiari segnali di ingresso sul mercato.

    Questo tipo di investimento può essere realizzato con le offerte sui CFD di Trade.com o Plus500.

    Ma vediamo più nel dettaglio le offerte delle piattaforme.

    Migliori broker per comprare azioni Campari

    Comprare azioni Campari è un’operazione che consigliamo di svolgere solo grazie ai broker di trading online. Il motivo?

    Ebbene, investire su questo titolo grazie alla mediazione bancaria può costare molto caro. Le banche, difatti, impongono commissioni su ciascuna operazione. Per i titoli come Campari, quotati a Piazza Affari, tali commissioni possono raggiungere anche i 10€ per singola operazione.

    Questo significa che su un investimento di 1.000€, il 2% viene sottratto dalla banca (10€ per aprire la posizione e altrettanti per chiuderla). Se paragonata con le condizioni di investimento dei broker, questa è un’offerta totalmente inaccettabile e poco conveniente.

    I migliori broker di trading online di cui ti parleremo a breve, infatti, ti permettono di investire a zero commissioni (come nel caso delle Real Stocks di eToro) o pagando il solo Spread (differenziale tra bid e ask).

    Lo Spread viene calcolato in pips, ove ciascun pip rappresenta la 5° o la 4° cifra utile della quotazione del titolo. Se rapportata con i 10€ per singolo movimento, appare chiaro si tratti di un enorme vantaggio.

    L’obiettivo di ogni investimento è ricavare profitti e non ha senso lasciare che le banche ne sottraggano una parte considerevole.

    I migliori broker con cui comprare azioni Campari, dunque, sono:

    eToro: Real Stocks e Copy Trading

    eToro (visita il sito ufficiale) è un broker ibrido: la sua offerta, infatti, si struttura secondo 3 diverse linee guida.

    Da un lato abbiamo gli investimenti sul lungo termine, resi possibili dalle Real Stocks che permettono di comprare reali azioni per investire sul lungo termine e ricavare profitti addizionali dai dividendi (clicca qui per l’offerta completa).

    Dall’altro lato, invece, vi è un’offerta completa di CFD, strumenti derivati ottimali per la speculazione sul breve termine.

    Comprare azioni Campari con eToro, dunque, apre la strada ad entrambe le possibilità, in modo da investire sul lungo periodo e sfruttare le congiunture positive per speculazioni sui trend dominanti del titolo.

    Per i trader alle prime armi, inoltre, il broker prevede offerte come il Social trading e il Copy Trading.

    Il primo permette agli utenti di consultarsi tra loro: con oltre 10 milioni di utenti attivi, infatti, eToro garantisce un produttivo e costruttivo scambio di idee, informazioni, curiosità e perplessità tra gli utenti, permettendo a ciascuno di confrontarsi prima con i professionisti e operare solo successivamente.

    Accedere al Social Trading è semplicissimo: registrati cliccando qui

    Il Copy Trading, invece, permette di dare fiducia ai top investors che operano sul broker e copiarne integralmente le operazioni. Se trovi un trader che ha investito con successo in Campari e desideri replicarne le operazioni ti basta semplicemente copiarlo.

    Il tutto avverrà completamente in automatico. Puoi consultare la lista dei top investors disponibili per il Copy trading cliccando qui.

    Trade.com: imparare a fare trading su Campari

    Trade.com (visita il sito ufficiale) è il miglior broker per quanto riguarda l’aspetto formativo.

    La piattaforma ti mette a disposizione la possibilità di investire in CFD azioni Campari e si rende conto che per speculare con successo sono necessarie conoscenze ben specifiche.

    Ecco perché registrandoti su Trade.com e aprendo un conto (ti basta cliccare qui), riceverai gratuitamente un pacchetto formativo completo.

    Questa offerta è comprensiva di:

    • Corso di trading, di livello basico, intermedio e avanzato;
    • Manuali di trading in formato e-Book o PDF;
    • Video-lezioni gratuite per l’utilizzo della piattaforma e dei suoi strumenti tecnici;
    • Webinar periodici organizzati da analisti e professionisti del settore;

    Trade.com, inoltre, mette a disposizione la possibilità di scegliere, tra i supporti di trading, anche le piattaforme della MetaQuotes Software Corp.: la Metatrader4.

    Si tratta di una delle piattaforme più usate e ricche di strumenti tra quelle presenti sul mercato. Per richiederla ti basta cliccare qui e completare la formula di registrazione.

    Registrati gratis a Trade.com, clicca qui

    Plus500: il trading intuitivo

    Plus500 (visita il sito ufficiale) è, invece, un broker particolarmente rinomato per la propria serietà e professionalità.

    Fin da sempre si tratta di una piattaforma apprezzata per il proprio supporto di trading, capace di soddisfare sia le esigenze dei professionisti che dei principianti.

    La piattaforma di Plus500 è disponibile sia in versione Desktop che in versione Web (accessibile comodamente dal browser) e in app compatibile con Android e iOs. Per accedervi basta cliccare qui.

    Il broker, inoltre, permette di aprire gratuitamente un conto demo senza alcun limite: si tratta di una simulazione di trading utilissima per far pratica con l’analisi tecnica e con le strategie di investimento.

    Il nostro consiglio è di aprirla (basta cliccare qui) e passare dai 4 ai 6 mesi sulla demo prima di iniziare a fare trading reale. Un semestre è solitamente sufficiente a padroneggiare gli strumenti basici del trading: da lì sarà una questione di esperienza e di abilità.

    Registrati gratis qui su Plus500

    Un’analisi per comprare azioni Campari

    Ora che si è visto come fare per comprare azioni Campari, è necessario passare un po’ di tempo ad analizzare attentamente il titolo.

    Visto che l’obiettivo principale è quello di trarre profitto dagli investimenti, vien da sé che bisogna essere sicuri dello stato di salute del titolo, della sua posizione finanziaria e di mercato.

    Se al termine della analisi che ti proponiamo risulterà che le azioni Campari si prestano agli investimenti, allora comprarle conviene anche a chi è alle prime armi.

    Il metodo di indagine che ti proponiamo può essere applicato a qualsiasi titolo, motivo per cui leggi con attenzione quanto segue: metteremo a nudo per te questa particolare società.

    Leggi anche le guide per: comprare azioni Facebook o comprare azioni Google.

    Dati finanziari della Campari Group

    Dal punto di vista finanziario la Campari Group è una società solida.

    Ti abbiamo detto che il settore delle bevande e degli alcolici è particolarmente saturo e ostico da scalare?

    Ebbene, questo si riflette direttamente sui suoi risultati finanziari: contrariamente ad altri settori, le aziende che si occupano di bevande presentano fatturati e utili netti minori.

    Nel 2019, ad esempio, il fatturato della Campari Group è stato di 1,842 miliardi di euro, in rialzo del 7.64% rispetto all’anno precedente. Anche l’utile netto ha segnato un positivo rialzo del +4.08%, portandosi a oltre 308 milioni di euro.

    Il Margine Lordo segna un positivo 59.14%, segno che la società gode di ottima salute sul mercato ed è caratterizzata da un buon rapporto tra ricavi netti su fatturato complessivo.

    La società, inoltre, come la maggior parte delle leader di settore storiche, presenta un eccellente rapporto tra beni e indebitamento: sul lungo termine l’indebitamento complessivo è del 28.49%, mentre complessivamente il rapporto si stabilisce al 54.85%.

    Questo significa che gran parte del debito societario è composto da obbligazioni su lunga scadenza e l’affidabilità della Campari Group dal punto di vista finanziario è evidenziata dal fatto che negli anni l’indebitamento è in netta decrescita.

    Nel 2018, ad esempio, a fronte di un patrimonio complessivo di 4,58 miliardi di euro, l’indebitamento (breve e lungo termine) si attestava a 2,42 miliardi, in calo quasi del 2.5% rispetto all’anno precedente.

    Solidità di mercato e affidabilità creditizia sono i due fattori che non possono mancare in una grande azienda che punti costantemente al futuro e alla crescita. Ecco perché Campari è leader di settore.

    Campari Group: un brand di successo

    Alla base del secolare successo del Campari Group vi è un branding accuratamente curato negli anni e che ha subito poche ma essenziali modifiche nel tempo. Questo ha permesso alla maggior parte dei marchi posseduti dalla società di entrare nella Hall of Fame dei prodotti classici.

    Un branding estremamente caratteristico che si è inizialmente avvalso del genio stilistico di Fortunato Depero, l’artista futurista che curò le prime campagne di marketing della società negli anni ’30. A Depero, inoltre, è da attribuire la caratteristica forma a cilindro delle bottigliette di Campari Soda.

    Un piccolo dettaglio, questo, che ha contribuito a risaltare l’unicità dei prodotti della compagnia nel corso degli anni e che è da ricordare, insieme al logo di McDonald, Coca Cola e Pepsi, come una delle immortali creazioni del design moderno.

    I prodotti Campari, inoltre, hanno negli anni mantenuto intatto il proprio feeling provocatorio che si connette alla pratica dell’aperitivo: trasgressione, convivialità e progresso. Questi sono stati i principi che i manifesti di Fortunato Depero hanno connesso alla Davide Campari & C.

    Su questa base si è poi innestata, a partire dagli anni ’90, l’idea della Red Passion e dei Campari Red Diaries: piacere, trasgressione e pragmatismo continuano ad essere oggi le parole chiave del marketing Campari.

    Una linearità nello sviluppo che ha permesso al brand di solidificarsi nell’immaginario collettivo e di emergere allo stesso tempo come uno standard classico e innovativo.

    Azioni Campari: il business model

    A sorreggere l’incredibile successo del marketing realizzato dalla Campari vi è un business model attentamente programmato e perfezionato nel tempo.

    Questo si struttura prevalentemente in tre linee direttive:

    • Crescita sui clienti esistenti, che vengono continuamente coinvolti con iniziative di fidelizzazione, nuovi utilizzi dei prodotti e realizzazione di limited edition;
    • Acquisizione di nuovi clienti, tramite l’organizzazione di eventi culturali (come il Camparitivo Triennale), sponsorizzazione delle celebrazioni dell’Unità d’Italia e eventi e feste a tema svolte in giro per il mondo;
    • Inglobamento dei concorrenti, in particolar modo con i marchi Aperol e Cinziano, suoi diretti concorrenti sul suolo italiano;

    Questa strategia, inizialmente applicata solo al territorio italiano, è stata poi riproposta anche per l’internazionalizzazione della società, con enormi successi.

    Attualmente le vendite della Campari Group si ripartiscono in:

    • 33,5% dalle Americhe (i maggiori sono gli USA con il 20% e il Brasile, con l’8.1%);
    • 25,3% dal resto dell’Europa;
    • Italia, con il 32,2%,
    • Zone franche, con il 9%;

    La strategia applicata negli Stati Uniti, in particolar modo, ha portato particolari vantaggi alla Campari Group: liberatasi del comparto di bevande gassate (Lemonsoda e Oransoda) nel 2017, la Campari ha potuto acquisire importanti concorrenti nella produzione di alcolici negli States.

    In particolar modo la Skyy Spirits LLC (oggi Campari America), Gren Grant, Wild Turkey e Lascelles, Campari si è garantita una buona parte del commercio di superalcolici da importazione negli USA.

    Degli oltre 50 prodotti della Campari Group, la società ricava rispettivamente:

    • 49% del totale da sei marchi di priorità globale (tra cui Campari e Aperol);
    • 17% da oltre 9 marchi a priorità regionale;
    • 13% da oltre 5 marchi a priorità locale;
    • 21% dai restanti;

    Competitors del Campari Group

    Tra i principali competitors del Campari Group si trovano prevalentemente aziende che hanno un forte impatto locale e che, pertanto, competono per mercati molto precisi.

    Questo comporta che, da un lato si tratta di società caratterizzate da uno zoccolo duro di acquirenti fissi. D’altro canto, tuttavia, manca loro spazio sufficiente a competere realmente con il Campari Group a livelli più ampi e costituire un’effettiva minaccia alla sua egemonia di mercato.

    I principali, dunque, sono:

    • Diageo, nata dalla fusione della inglese GrandMet e dell’irlandese Guiness PLC;
    • Suntory, azienda giapponese particolarmente attiva nella produzione di distillati;
    • Bacardi Limited, l’unica vera e propria concorrente di Campari, attiva sia nei distillati che nella produzione di bevande alcoliche;

    Azionariato Campari

    L’azionariato della Campari Group mostra come la ascendenza italiana della società sia ancora forte.

    Attualmente conta oltre 317 investitori istituzionali attivi sul titolo, che posseggono complessivamente il 54.9% di flottante della società.

    Il 51% delle azioni Campari continua ad essere controllato dagli interni. Di questo 51%, Luca Garavoglia controlla complessivamente il 64.4% (64.349% tramite la Lagfin S.C.A., di sua proprietà, e lo 0.041% personale).

    In questo modo la dirigenza della Campari Group si presenta come solida e il Consiglio di Amministrazione ha libertà di far proseguire alla società il proprio originale e efficace business model al riparo da interventi di player esterni interessati ad avere parte alle decisioni societarie.

    Attualmente la società ha emesso azioni per una capitalizzazione complessiva di 10.09 miliardi di euro.

    Quotazioni in tempo reale del titolo Campari

    Il grafico sottostante mostra l’andamento in tempo reale del titolo Campari. Molto utile da osservare per chiunque intenda fare investimenti sulle azioni di questa importante azienda.

    Comprare azioni Campari: conviene?

    Visti questi dati si può tranquillamente dedurre che gli investimenti sulle azioni Campari convengono. Il titolo è solido e la società ha una posizione di mercato granitica.

    La linea da seguire, delineata quasi un secolo fa si è rivelata vincente e continua a rappresentare il caposaldo del futuro della compagnia. I suoi prodotti, inoltre, sono diventati elementi imprescindibili della cultura pop e fondano una delle pratiche maggiormente diffuse al giorno d’oggi: l’aperitivo.

    Per questo motivo comprare azioni Campari conviene sia che si intenda investire sul lungo termine sia che si decida di speculare su trend momentanei con i CFD.

    L’investimento con i CFD, inoltre, permette sia di sfruttare i movimenti rialzisti che quelli ribassisti.

    Non per ultimo, dato che il valore delle azioni Campari gravita intorno al livello dei 9€, questo significa che anche con le Real Stocks di eToro è possibile acquistare una quantità significativa di titoli, rendendo i dividendi un vantaggio non indifferente.

    Operando con i CFD non possiamo non raccomandare Plus500: sebbene i CFD non diano diritto ai dividendi, infatti, il broker riconosce agli investitori dei bonus in corrispondenza del loro rilascio, incentivando gli investimenti sul lungo termine anche con i derivati.

    Campari Group e Covid-19: una ripresa promettente

    La Campari Group non è stata immune alla crisi provocata dal Covid-19. Il fermo alla produzione dei suoi 4 stabilimenti italiani, infatti, ha portato al crollo del titolo nel Marzo 2020.

    In tale occasione le azioni hanno perso circa il 45% del loro valore.

    La ripresa, tuttavia, è stata fulminea, a testimonianza della solidità dell’azienda e della sua affidabilità finanziaria: dopo poco meno di 5 mesi, infatti, il titolo ha riguadagnato la sua posizione iniziale e ha ripreso a presentare il tipico andamento costante che l’ha caratterizzato in precedenza.

    Si tratta, dunque, di azioni che mostrano un profilo del rischio molto basso e che permettono di ottenere comunque profitti interessanti se opportunamente studiate.

    Per questo motivo le consigliamo a tutti coloro che hanno appena iniziato a fare trading. I professionisti investono già in Campari e sicuramente hanno trovato in questa guida conferma dei motivi che li hanno spinti a inserire le azioni Campari nel proprio portafogli di investimento.

    Azioni Campari

    Comprare azioni Campari: considerazioni finali

    In conclusione le azioni Campari rappresentano un’ottima opportunità per iniziare a fare trading online giocando in Borsa.

    Il titolo è stabile, presenta volatilità controllata e ha un basso profilo di rischio. In altre parole si tratta di azioni ideali per chi ha appena iniziato e non possiede le conoscenze per lanciarsi in investimenti più rischiosi e temerari.

    Anche quando si è pronti a operazioni più audaci, il titolo Campari costituirà comunque uno zoccolo duro su cui fondare i propri profitti: la sua crescita, del resto, è controllata ma inesorabile.

    Ribadiamo ancora una volta che comprare azioni Campari conviene se si impiegano gli strumenti e le offerte gratuite messe a disposizione da piattaforme come eToro, Trade.com e Plus500. Se si vuole iniziare non si troveranno condizioni migliori sul mercato.

    Il settore delle bevande è molto interessante, tuttavia, lo è anche quello petrolifero. Per chi volesse investirci ecco le guide per: comprare azioni Exxon Mobil o comprare azioni Aramco.

    Comprare azioni Campari conviene?

    Parliamo di un titolo davvero molto convincente e capace di resistere a diversi venti di crisi, per questo motivo è bene che si trovi nel portafoglio investimenti di qualsiasi operatore contemporaneo.

    Previsioni su azioni Campari?

    Le scelte dell’azienda lasciano intuire che gli spazi di crescita per i prossimi anni potrebbero essere importanti. Sia la crescita dei prodotti in commercio sia l’espansione in mercati prima inusitati permetterà al titolo di prosperare con ogni probabilità nei prossimi anni.

    Come investire in azioni Campari?

    Una buona strategia può essere quella di puntare ai CFD, uno strumento finanziario a bassissimo costo che non prevede le classiche commissioni bancarie, davvero pensanti da sostenere soprattutto per investitori che non detengono grossi capitali.

    Il nostro voto
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Lascia un commento